Recensioni Recensioni Serie TV Serie TV

#Commento – The Flash – 3×09 – Il Presente

The Flash

Eccoci con il commento dell’episodio nove della terza stagione di The Flash intitolato The Present (Il Presente).

#3e09 (The Present/Il Presente) – Analisi senza spoiler

Ottimo episodio, ricco di contenuti e colpi di scena, dopo il finale del settimo capitolo, in cui scoprivamo che Julian era Alchemy, in questo la verità viene a galla e anche il team Flash lo scopre; Savitar si mostra in tutto il suo splendore, imponendosi come il villain perfetto.

Tutto l’episodio gira intorno alla lotta fra Barry e Savitar, anche le vicende di Wally trovano ampio minutaggio, assistiamo inoltre al ritorno di una vecchia conoscenza che aiuta Barry nella sua lotta.

Un importantissimo colpo di scena che stravolge ancora le sorti della storia quando tutto sembrava essersi risolto. Complimenti agli autori che hanno realizzato una fra le più belle puntate della stagione.

Attenzione, da qui in avanti analizziamo la trama dell’episodio, pertanto è SPOILER.

L’episodio di The Flash inizia con uno sguardo al passato: esattamente quattro anni fa in India, Julian è a capo di una spedizione che sta per concludersi con successo, la sua ricerca dell’artefatto è giunta a termine, ha rinvenuto uno scrigno antico incastonato in una parete di roccia, quando lo apre però la situazione sembra farsi tragica.

Torniamo al presente dove ai laboratori S.T.A.R., HR ha addobbato tutto in vista del Natale ormai alle porte, tutti sono felici e spensierati ma non Cisco che ha appena visto Dante, suo fratello morto, camminare davanti a lui; cerca di non farci troppo pensando che si tratti dell’immaginazione.

Cisco riferisce la scoperta delle sue recenti ricerche, un mito indiano riguardo una pietra chiamata Brahmastra, un artefatto in grado di creare meta-umani donandogli i poteri ma non è riuscito a scoprire altro, forse l’autore dell’articolo potrà fornire altri dettagli, quest’ultimo è firmato da Julian Albert Desmond.

Barry si reca subito dall’ormai ex-collega per chiedergli chiarimenti sulla pietra, Julian risponde di essere stato a capo di una spedizione in India alla ricerca della Brahmastra, meglio conosciuta come pietra filosofale, ma la ricerca si è conclusa in un nulla di fatto.

The Flash gli domanda anche di Savitar, l’amico si mostra stupito che Allen conosca quel nome ma risponde comunque dicendo che Savitar è stato il primo uomo a ricevere i poteri da velocista.

Il vecchio marpione Joe West intanto strappa un altro appuntamento a Cecile: la invita a casa sua per il natale, i due prepareranno entrambi l’eggnog seguendo le ricette delle rispettive nonne poi le confronteranno per scoprirne il vincitore.

Barry non è ancora sicuro di sapere tutto su Savitar e la pietra, decide allora di andare a far visita a Jay Garrick su Terra-3 per chiedere il suo aiuto.

Il più anziano velocista racconta tutto quello che sa su Savitar, confermando la storia di Julian e aggiungendo che se il nemico si è mostrato a Barry è perché teme che possa essere sconfitto dal suo potere.

HR mantiene fede alla parola data al giovane West nella scorsa puntata e lo allena, i risultati di Wally sono ancora una volta migliori rispetto a quelli di Barry, quando aveva appena ricevuto i poteri ma l’uomo frena l’entusiasmo ricordandogli di essere cauto, perché con la famiglia West c’è poco da scherzare.

Jay consiglia a Barry di prendersi una pausa, senza stare troppo a preoccuparsi per Savitar, finché non ce ne sarà bisogno, Cisco intanto continua a vedere il fratello morto andare a spasso per i laboratori, si confida con Caitlin che lo rassicura dicendogli che probabilmente la sua immaginazione è la causa di tutto, visto che quello sarà il primo natale senza Dante.

Barry segue il consiglio di Jay e raggiunge Iris a casa di Joe, la giovane giornalista rivela a Flash di aver scoperto che tutti i partecipanti della spedizione in India sono morti in un incidente, l’unico superstite è Julian.

Barry si precipita ai laboratori per condividere la notizia con il resto del team ma quando arriva i computer rilevano che la pietra di Alchemy è stata attivata.

Barry e Jay si preparano per raggiungere il luogo, anche Wally vorrebbe buttarsi nella mischia ma Joe non lo permette, il giovane controbatte svelando i risultati del suo allenamento insieme a HR, il detective West non la prende molto bene. (HR si era anche raccomandato di tenere la bocca chiusa.)

Arrivati sul posto, Barry e Jay trovano Alchemy nel mezzo di un rituale, anche Savitar fa la sua apparizione e i due Flash si dividono per far fronte alla duplice minaccia: Jay se la vede con Savitar mentre Barry ferma Alchemy e recupera la pietra.

Lo scontro fra i due velocisti è una lotta impari nella quale il villain ha nettamente la meglio ma il suo avversario viene salvato dal compagno che stendendo Alchemy e richiudendo la pietra dentro al suo scrigno fa sparire il dio della velocità. (Nel combattimento fra Jay e Savitar possiamo vedere altra C.G.I., sulla quale mi astengo dal commentare.)

La famiglia West si riunisce per deliberare sulla scelta del più giovane componente di farsi allenare da HR, Wally si prende tutte le responsabilità dell’accaduto ma non evita che il suo maestro si prenda una lavata di capo.

Dopo aver smascherato Alchemy e aver scoperto la sua identità, Barry ha rinchiuso Julian in una cella ma l’ex-collega non sembra voler collaborare, allora Flash si toglie la maschera rivelando la sua identità per ottenere la sua fiducia, ora parlando con lui scopre che Julian è all’oscuro di essere il creatore dei nuovi meta-umani, infatti più volte gli è capitato di perdere conoscenza e risvegliarsi in un posto differente senza ricordare nulla.

Gli racconta della prima volta che gli è accaduto: dopo aver avuto una visione di sua sorella morta, che gli ha promesso di potersi riconciliare con lui se avesse seguito le sue indicazioni e recuperato la pietra; con le istruzioni da lei ricevute ha organizzato la spedizione e, quando ha rinvenuto la pietra, ricorda di aver perso conoscenza e di essersi risvegliato in albergo.

Cisco sta analizzando lo scrigno per cercare di capirce qualcosa quando, ancora una volta, gli appare Dante.

Il defunto chiede al fratello di aprire lo scrigno per poter tornare in vita e riconciliarsi con lui, Cisco tenta di resistere ma alla fine cede e libera Savitar.

Il malvagio velocista si scontra con Barry che non riesce a contrastare la sua forza, HR incoraggia Wally ad accorrere in soccorso di Flash ma le sorti della battaglia non sembrano capovolgersi, solo Caitlin riesce a salvare i due amici in pericolo facendo rinsavire Cisco e spingendolo a richiudere lo scrigno e intrappolando nuovamente Savitar nella sua prigione.

Joe se la prende ancora con HR, accusandolo di aver di nuovo messo a repentaglio la vita del figlio ma questi comunque gli fa presente che se non darà sostegno al ragazzo quello lo andrà a cercare altrove.

Utilizzando una macchina e Julian come tramite, il team Flash riesce a parlare con Savitar: scopriamo che il velocista è tornato nel passato per vendicarsi di Barry che nel futuro lo ha sconfitto e lo ha intrappolato.

Il temibile avversario, prima che Barry interrompa il collegamento con Julian, fa una profezia dicendo: “uno vi tradirà, uno cadrà e uno soffrirà un destino peggiore della morte.

L’unica soluzione possibile per sconfiggere definitivamente Savitar è disfarsi dello scrigno in modo che nessuno potrà mai più trovarlo, Jay consiglia di buttarlo all’interno della forza della velocità, in uno spazio senza tempo dove nessuno potrà più accedere.

Barry e Jay collaborano per aprire un varco nella dimensione dove il velocista scarlatto vi lancia lo scrigno ma finisce per essere coinvolto dal portale e si ritrova catapultato in un altro posto.

Esplorando la zona trova un televisore che trasmette un notiziario, avanzando ancora vede se stesso implorare pietà a Savitar per non uccidere Iris ma senza successo, Jay prende Barry per una spalla e lo riporta ai laboratori.

Qui Barry chiede subito cosa sia quello a cui ha appena assistito, Jay gli rivela che quello era il futuro; Barry è sconvolto ma Jay cerca di rassicurarlo dicendogli che quello è solo un probabile avvenimento, non è detto che le cose vadano sicuramente in quella maniera.

Il nostro eroe torna dagli altri, conferma il successo della missione e li informa che Jay è tornato su Terra-3, Julian ancora confuso da tutto quello che ha scoperto se ne va ma Caitlin lo segue e lo invita a casa West per festeggiare il Natale, anche se non sembra molto propenso ad accettare l’invito.

Tutti si godono la festa, tranne Barry che è molto preoccupato per quello che ha visto, HR completamento sbronzo regala perle memorabili, Joe dopo aver decretato che sia sua nonna che quella di Cecile fossero due alcolizzate, riesce finalmente a raggiungere la prima base e a limonarsi la procuratrice ma una chiamata interrompe i due (mai una gioia).

Approfittando della situazione il team Flash dà un regalo a Wally, il suo costume da Kid Flash; anche Julian si unisce alla festa.

Barry decide di dare il suo regalo a Iris, le fa chiudere gli occhi e la porta nell’appartamento che ha affittato per vivere insieme, le dice di voler trascorrere ogni istante della sua vita con lei, non sapendo cosa il futuro gli riserverà.

Vi diamo appuntamento alla prossima settimana con il commento della decima puntata intitolata Borrowing Problems From the Future (Plunder).

Niccolò Pascucci

Un appassionato di videogiochi, film e serie Tv. Dopo una breve ma brillante carriera nel mondo del fansub, grazie alla quale passa alla storia come il fansubber mascarato, amplia i suoi orizzonti e si trasforma in un supereroe part-time, diventando "Il Mascarato". Come avrete capito non è molto sano di mente. Non si sa ancora bene quale sia il suo ruolo.

Potrebbero anche interessarti