Fumetti Recensioni Recensioni Fumetti

Die! Die! Die! Vol. 01 – Sangue, cospirazioni e tantissima azione – Recensione

In attesa che il prossimo 15 maggio 2021 esca anche in Italia il secondo volume, quest’oggi vi portiamo la recensione di Die! Die! Die! Volume Uno, fumetto scritto da Robert Kirman e Scott M. Gimple (showrunner della serie TV di The Walking Dead) e disegnato da Chris Burnham (Nameless di Grant Morrison con cui ha lavorato anche a Batman Incorporated), pubblicato negli USA da Skybound e disponibile grazie a saldaPress nel nostro paese dal 24 ottobre 2019.

Macchinazioni politiche, spie e gemelli sicari

Die! Die! Die! Vol. 01
Die! Die! Die! Vol. 01
Editore:saldaPress
Sceneggiatura:Robert Kirkman, Scott M. Gimple
Disegni:Chris Burnham
Colori:Nathan Fairbairn
Copertina:Chris Burnham
Pagine:208
Prezzo:€21,00
Data Di Uscita:24 Ottobre 2019

Uscito a sorpresa nel corso del 2018 negli USA, Die! Die! Die! è ambientato in una versione alternativa degli USA durante il terzo mandato del presidente Obama (esteso con un colpo di stato atto ad impedire a Trump di prendere il potere), dove una misteriosa confraternita segreta che opera parallelamente alle agenzie governative si adopera , con la scusa di agire per un bene superiore, ad uccidere le persone “malvagie”, manipolando così il mondo intero a livello politico e sociale.

A tirare le fila di queste cospirazioni e macchinazioni ci sono la senatrice Connie Lipshitz, una donna senza scrupoli di mezza età con parecchi vizi e abituata a sguazzare nelle stanze del potere e il suo “collega” Barnaby Smith, un omuncolo che sembra avere agganci e affari ovunque e con chiunque. Al loro servizio ovviamente ci sono una serie di letali assassini e mercenari che si occupano di fare fisicamente il lavoro sporco, ovvero uccidere politici rivali, dittatori e persone che potrebbero essere d’intralcio con l’attuale amministrazione USA. Tra questi killer mercenari ci sono, tra gli altri, tre gemelli (Paul, John e George) che dopo aver scoperto, da bambini, che il padre era uno spietato sicario, sono stati addestrati da lui e ora sono tra i più letali assassini prezzolati in circolazione e che saranno, nel bene e nel male, al centro delle vicende di questo fumetto.

Mutilazioni, sangue ed ossa rotte

Senza spoilerare ulteriormente la trama, Kirkman e Gimple strutturano una storia che ci racconta delle macchinazioni della Lipshitz e di Smith e dei letali assassini al loro servizio in un turbinio di azione e scene sanguinolente dal taglio molto cinematografico che rappresentano evidentemente un’esagerazione del sistema statunitense reale, fino ad arrivare allo scontro tra i due “dirigenti” tra colpi di scena e situazioni inaspettate. I personaggi vengono approfonditi da diversi flashback, che contribuiscono a dare spessore alla loro caratterizzazione e dare risalto alle vicende personali e a motivare ciò che sono diventati.

Gli splendidi disegni di Chris Burnham e i colori di Nathan Fairbairn si distinguono per un tratto pulito e molto dinamico ma saturo di colori, cosa che serve anche a rendere più accettabile al lettore la quantità di mutilazioni e scene sanguinolente presenti nelle tavole di Die! Die! Die! e che aiutano a rendere l’intricatissima storia molto scorrevole guidando gli occhi dei lettori rapidamente da una scena d’azione a quella successiva e rendendo molto efficaci anche le scene più “riflessive” in cui vengono rivelati gli intrighi e le cospirazioni del duo Lipshitz/Smith.

In conclusione, questo primo volume di Die! Die! Die! è un fumetto che renderà felici tanto gli estimatori del genio creativo di Robert Kirkman quanto gli amanti delle spy-story, dello splatter e dell’azione senza fronzoli e senza censura. La storia continua a cambiare la percezione delle vicende capitolo dopo capitolo e si dipana tra colpi di scena e momenti inaspettati che si susseguono senza sosta. Come al solito, nelle storie di Kirkman, i personaggi non sono delle macchiette e sono caratterizzati alla perfezione, anche grazie ai flashback presenti all’inizio di ogni capitolo e ai disegni magistralmente realizzati da Burnham e colorati da Fairbairn.

*Recensione effettuata grazie ad una copia digitale del volume, gentilmente fornita da saldaPress.

Die! Die! Die! Vol. 01

€21,00
8

Voto Serial Gamer

8.0/10

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Paolo Lorenzini

Editor in chief di Serial Gamer, dopo anni di gavetta su diversi portali videoludici ne crea uno nuovo perché crede in un'informazione libera ed obiettiva.