Anime Recensioni Recensioni Serie TV

Devil May Cry: Dante animato – Recensione Home Video

In concomitanza con l’uscita nei negozi del quinto capitolo della serie Devil May Cry, Anime Factory, Yamato Video e Koch Media hanno voluto festeggiare tale evento proponendo al grande pubblico la versione home video dell’omonimo anime del cacciatore di Demoni e, grazie a Koch Media, abbiamo potuto mettere le mani sulla versione Blu Ray di questa apprezzatissima serie.

Il Cofanetto

La versione Home Video di Devil May Cry si presenta in due versioni rivestite in cartone con tanto di artwork frontale ed una serie di descrizioni sul retro, una in DVD e l’altra in Blu Ray, in particolare quest’ultima vede al suo interno due dischi (a differenza della prima che ne presenta soltanto uno) ciascuno con sei puntate della serie per un totale di 12 episodi che vanno a formare l’anime in questione. Oltre ai dischi all’interno del cofanetto troviamo un ricco booklet da collezione di 40 pagine nelle quali si alternano interviste agli autori dell’opera, come quella al Supervisore Capcom Hiroyuki Kobayashi, che già aveva lavorato a Devil May Cry 1 e 3, o al Character Design e Direttore del Disegno Hisashi Abe, e ovviamente i diversi artwork ritraenti i personaggi principali della serie come Dante, Trish e compagnia.

Per quanto riguarda i contenuti digitali del cofanetto, oltre ai 12 episodi della serie con tre tracce audio differenti (in italiano, italiano sottotitolato e in giapponese con sottotitoli in italiano), troviamo solo qualche trailer che presenta l’opera di Anime Factory e niente più.

La serie

La serie dedicata a Devil May Cry è stata realizzata dallo studio Madhouse e risale al lontano 2008, anno in cui è stata trasmessa per la prima volta in Giappone; in Italia invece sbarcò con qualche anno di ritardo grazie al lavoro di Yamato Video e all’approdo sul noto canale Man-Ga. Innanzitutto c’è da dire che la versione Anime delle vicende dell’ammazzademoni è decisamente lontana dalla serie videoludica per quanto riguarda la trama dato che sono sì presenti diversi personaggi iconici della serie come Lady e Trish ma le storie di ogni episodio dei dodici totali prendono strade inedite restando inoltre tutti autoconclusivi e non dando una vera e propria continuità al tutto.
Per quanto riguarda la serie in sé tutte le vicende si svolgono dopo il primo capitolo della saga videoludica con Dante alle prese nella gestione della propria agenzia anche grazie all’aiuto dell’informatore Morrison, il quale gli affiderà la piccola orfana Patty Rowell che diventerà una sorta di figlia adottiva per il protagonista. Gli atteggiamenti di Dante nel corso della serie si avvicinano più a quelli del primo capitolo videoludico con il personaggio più scontroso che passa le giornate più in ufficio costretto ad accettare ogni tipo di incarico che gli passa a tiro.

Per quanto riguarda il comparto tecnico la produzione si assesta su buoni livelli con la versione Blu Ray della serie che risulta godibile appieno con il classico formato 16:9 contando anche i dieci anni passati dalla prima uscita in Giappone.

In conclusione la versione Home Video di Devil May Cry è un ottimo pezzo da collezione per tutti gli amanti della serie e del primo Dante, certo le vicende narrate non seguono quelle dei videogiochi ma non per questo i dodici episodi che costituiscono l’anime sono da sottovalutare. Ottimo lavoro anche da parte di Koch Media che ha dato vita ad un cofanetto ottimamente realizzato anche se forse si poteva inserire qualche extra in più per quanto riguarda i contenuti digitali.

*Recensione della versione Home Video in Blu Ray speditaci da Koch Media

Devil May Cry

7.5

Cofanetto

7.5/10

Pro

  • Un cofanetto ad hoc per gli amanti di DmC

Contro

  • Pochi Contenuti aggiuntivi

Alessandro Reppucci

Senior Editor e responsabile YouTube di Serial Gamer, da sempre innamorato follemente dei videogames, dai 5/6 anni in poi ha macinato giochi su giochi di ogni genere.

Potrebbero anche interessarti