Cinema Film News

#NoirFest2018: il festival celebra gli zombie in un imperdibile appuntamento

Tutto ruota intorno a una data, il 1968 de La notte dei morti viventi con cui George A. Romero inaugura la prima trilogia degli Zombie, e a una creatura fantastica – il morto vivente – uscita dalla tradizione haitiana del Voodoo. E chi è oggi lo zombie che spaventa e inquieta? Con questa moderna icona della paura e dell’orrore, con un simbolo della diversità da cui rifuggiamo nel desiderio di difendere una presunta “normalità”, hanno a che fare tutti i protagonisti dell’incontro Zombies Never Die promosso dal Noir in Festival  nell’ambito della Movie Week.

L’appuntamento è per venerdì 21 settembre alle ore 18.00, Milano, nella Sala Astoria dell’Anteo Palazzo del Cinema (piazza XXV Aprile). Ingresso libero.

A raccontare di zombie ieri e oggi, stimolati da Marina Fabbri (condirettore del Noir in Festival) e da Filippo Mazzarella (critico, giornalista e direttore di Cartoomics), ci saranno: Gianfranco Manfredi (scrittore e cantautore che debuttava nella controcultura durante il ’68 e dieci anni dopo avrebbe inciso e scritto, assieme a Ricky Gianco, Zombie di tutto il mondo unitevi); il direttore di Oscar Ink Mondadori Marco Rana, che riporterà a breve in libreria le storie di Zio Tibia, il leggendario Creepy, narratore dell’orrore dagli anni ’60 in poi; Giuseppe Lippi (scrittore e traduttore che ha curato la ripubblicazione di Creepy per Mondadori). E ancora due protagonisti della scena cinematografica indipendente come Daniele Misischia (regista di The End? L’inferno fuori con Alessandro Roja, prodotto dai Manetti Bros.) e Giorgio Amato, co-produttore dell’ancora inedito Go Home – A casa loro per la regia di Luna Gualano.

Tantissime le novità sui nuovi film degli zombie, le curiosità editoriali, i ricordi dal set di George Romero, le prossime edizioni di Noir in Festival (che partirà da Milano il 3 dicembre) e Cartoomics (alla Fiera di Milano, 8 – 10 marzo 2019).

Alessandro Reppucci

Senior Editor e responsabile YouTube di Serial Gamer, da sempre innamorato follemente dei videogames, dai 5/6 anni in poi ha macinato giochi su giochi di ogni genere.

Potrebbero anche interessarti