Linux Mac Multipiattaforma Nintendo Switch PC PlayStation 4 Recensioni Recensioni Giochi Xbox One

Guts and Glory: Mutilazioni, esplosioni, terribili incidenti…ma ha anche dei difetti – Recensione

Guts and Glory

Guts and Glory, sviluppato da HakJak Productions e prodotto da tinyBuild Games, è uscito finalmente dall’accesso anticipato il 19 lulio 2018, portando tonnellate di sangue su ogni possibile piattaforma esistente! Il titolo è infatti disponibile per PlayStation 4, Linux/Mac/PC(via Steam), Switch e Xbox One, garantendo in questo modo della “buona e sana” violenza a tutti i giocatori.

E’ difficile poter ascriivere Guts and Glory ad un genere videoludico ben preciso, ma se proprio dovessi provarci sosterrei il fatto di trovarmi di fronte ad un titolo action con percorsi ad ostacoli(terribilmente mortali) suddiviso a sfide, che già nella versione base del gioco sono più di una settantina articolate in ben nove capitoli di gioco; tutto questo in realtà corrisponde solo ad una piccola parte di tutto il prodotto però, soprattutto tenendo conto della notevole importanza espressa dalla community stessa del gioco, che è libera di creare ed aggiungere tutte le mappe che vogliono al fine di rendere ulteriormente indimenticabile e, per certi versi, terribile l’esperienza all’interno di Guts and Glory. Insomma, un titolo cafone, che riesce a piacere proprio grazie a questa sua peculiare caratteristica, ma andiamo a parlarne in modo più approfondito.

Corri, scappa, esplodi malissimo e ripeti

Non vi è una trama in Guts and Glory e la cosa non dovrebbe stupire più di tanto, vi basti sapere che diversi sfidanti composti principalmente da persone comuni agognano alla vittoria di questo particolarissimo torneo in quianto affamati di gloria. Un mero pretesto, dato che il gioco si basa principalmente sulla sfida proposta, sia dall’opera stessa sia dai giocatori attivi nella modalità creativa, e su di un umorismo fisico particolarmente violento e sanguinolento; trovo che la combinazione delle due cose crei un gioco molto divertente che però purtroppo pecca in diverse sue componenti.

Prima pecca tra tutte sta proprio nei comandi, che talvolta risultano così tanto sensibili da non permettere alla telecamera di stare al loro passo, diminuendo così il divertimento ed aumentando la frustrazione provata. A questo si aggiunge anche che nella versione PC(quella testata per la recensione) essi non siano modificabili in nessun modo, rendendo quasi d’obbligo l’utilizzo di un controller; ma, in effetti, chi giocherebbe mai Guts and Glory munito solo di una tastiera, rischiando così di diventare subito del ragù?

Nonostante ciò il titolo è ampiamente godibile, in quanto si imposta come titolo principalmente casual, in grado di divertire per quella mezz’oretta di gioco che gli si dedicherà una volta ogni tanto; è consigliabile infatti giocarlo insieme ai propri amici per farsi qualche risata di gusto, tentando nel mentre di sopravvivere alla tempesta di frecce, mine, palle di cannone, lame rotanti…insomma, pensate a qualcosa di mortalmente pericolo e state pur certi che prima o poi ve lo troverete davanti in qualche percorso di Guts and Glory. A tutto questo aggiungete una longevità pressochè infinita grazie al lavoro dell’intera community ed otterrete interminabili ore di divertimento e terribili sfuriate!

Se invece vi sentite particolarmente in vena di sfoggiare pubblicamente il vostro sadismo online, potrete creare i vostri stessi percorsi nella modalità creativa con un editor ben strutturato ed in grado di coltivare il piccolo Jigsaw sopito dentro ognuno di noi. Per una volta nella vostra vita avere pensieri truculenti non sarà un problema…o forse sì?

Guts and Glory

Un po’ troppo raffazzonato

Ma il dilemma più grande di tutto Guts and Glory sta nel comparto tecnico, eccessivamente raffazzonato e notevolmente pieno di bug e glitch di ogni tipo; sebbene talvolta siano anche divertenti, tra bug e rallentamenti il gioco perde di qualità, sulla quale era chiaro che non puntasse, ma questo non fa storcere meno il naso.

La grafica è povera, ma efficace per il tipo di gioco caciarone che ci si trova di fronte, in quanto non lo si gioca per il fotorealismo ma per la grottesca esagerazione della violenza presentata. Abbastanza anonimo rimane invece il comparto sonoro, che non presenta né una colonna sonora di spessore né un doppiaggio(urla di dolore, pardon) coerente con i personaggi e le situazioni presentati su schermo. Se però riuscirete a chiudere un occhio, Guts and Glory sarà in grado di strapparvi una risata tra un’imprecazione ed un’altra.

Guts and Glory

Conclusioni

Se non siete disposti a perdere la pazienza e a riprovare e riprovare all’infinito determinati livelli, soprattutto quelli proposti dalla community, rinunciate totalmente a Guts and Glory. Se invece deciderete di raccogliere il guanto di sfida vi assicurerete mutilazioni, esplosioni, sangue a iosa per colmare la vostra sete di black humour. Un gioco dove bisogna necessariamente spegnere cervello e perbenismo al fine di godersi appieno questa piccola perla del trash videoludico che apprezziamo in modo sincero e incondizionato. Il titolo è anche stato localizzato, ma, per l’amor di dio, giocatelo in lingua originale(se avete concluso le elementari non dovrebbe essere un problema!), in quanto la traduzione italiana è più che pessima! Ben presto porteremo Guts and Glory sul nostro canale Twitch, in modo da farci quattro risate in live con tutti voi e , inutile dirlo, vi aspettiamo numerosi!

Guts and Glory

Guts and Glory
6.6

Gameplay

7.5 /10

Grafica

5.0 /10

Sonoro

5.0 /10

Longevità

9.0 /10

Pro

  • Sfida appagante
  • Divertente e volutamente esagerato
  • Sangue e viuuuulenza in abbondanza

Contro

  • Frustrante a tratti
  • Telecamera ribelle
  • Comparto tecnico raffazzonato
  • Pessima localizzazione

Potrebbero anche interessarti