Recensioni Recensioni Giochi Xbox One Xbox One X

Battlestar Galactica: Deadlock, Dalla serie TV al videogioco – Recensione

Sono molti i titoli che prendono spunto da produzioni cinematografiche o televisive, basta pensare alle opere targate Telltale che sono di sicuro alcuni dei filoni videoludici che più riescono a contraddistinguersi nel medium moderno in questo campo.
Anche Battlestar Galactica: Deadlock prende spunto dall’omonima serie televisiva americana ideata dalla mente di Ronald D. Moore nel 2004, ma senza riprendere la medesima storia raccontata all’interno di quest’ultima.
Infatti i ragazzi di Black Lab hanno cercato di portare qualcosa di nuovo all’interno del franchise sviluppando un turn-based WEGO. particolare sistema di gioco in cui entrambi i giocatori scelgono le loro azioni e in seguito queste si svolgono contemporaneamente (“We Go”, non uno alla volta come i sistemi classici – ndr), incentrato sulle fasi precedenti agli eventi narrati dalla serie, raccontando in particolare della prima guerra Cyclone.

Battaglie prima della serie TV

Il titolo si focalizza soprattutto sul gameplay cercando di narrare la storia sulla quale è basato attraverso i diversi dialoghi che ci saranno tra le varie missioni spaziali; come detto gli eventi principali del gioco si svolgeranno durante la prima guerra Cyclone, all’incirca quarant’anni prima degli eventi narrati nella prima stagione di Battlestar Galactica e coinvolse i primi modelli Cyloni in rivolta contro il loro ruolo di servi nelle Dodici Colonie.
La trama, che si svolge in una quindicina di missioni principali coadiuvata da alcune quest secondarie, rimane comunque in secondo piano rispetto al resto, venendo approfondita relativamente poco, solo, come detto in precedenza, nei dialoghi e nei briefing di missione che avranno perlopiù un lessico militare e dettagliato.
Battlestar Galactica: Deadlock infatti basa la sua esperienza più sulla componente del gameplay con il tutto che si basa su battaglie stellari a turni nelle quali il giocatore dovrà scegliere accuratamente le proprie mosse cercando di prevedere gli spostamenti e le azioni dei nemici per poter aver la meglio e godere di posizioni di vantaggio.
Durante la partita ci ritroveremo ad utilizzare diverse tipologie di navi, ognuna con le proprie caratteristiche, che potremo spostare in tre dimensioni, giostrando a piacimento la nostra flotta ed utilizzando le peculiarità di ogni mezzo per attaccare il nemico. Sarà inoltre possibile utilizzare i missili per colpire le flotte avversarie che infliggeranno si molti danni agli avversari ma che vedranno poi una ricarica nel tempo, per questo andranno sfruttati al meglio nelle occasioni più opportune, onde evitare di rimanerne sprovvisti nelle fasi salienti della battaglia. In questo caso sarà utile intervallare i missili con le altre frecce al nostro arco tra cui troviamo i caccia, utilissimi sia
in difesa come scudo sia in attacco per bombardare i nemici.
Nei combattimenti però dovremo vedercela anche con le abilità elettroniche dei Cyloni, i quali potranno mettere fuori uso i sistemi di puntamento, rendendoci la vita più complicata; ovviamente potremo controbattere questi attacchi informatici attraverso l’utilizzo dei nostri tecnici sul campo, i quali ripareranno adeguatamente i meccanismi colpiti o potranno addirittura dare energia extra a sistemi d’attacco e di difesa.

Per quanto riguarda l’aspetto grafico del titolo in linea generale si presenta discretamente con modelli ben fatti a differenza degli effetti che, insieme ad una illuminazione non ottimale, non riescono a rendere giustizia al gioco anche se comunque in alcune fasi la produzione riesce a dare ai giocatori qualche buono scorcio.
Ben più valido è il comparto sonoro della produzione che fornisce un ottima soundtrack che ci accompagnerà nelle nostre battaglie con effetti sonori decisamente azzeccati e un parlato in lingua inglese che rimane accettabile.
Da notare che non sono presenti sottotitoli in italiano, ciò potrebbe complicare la vita di alcuni utenti meno abituati con la lingua inglese.

Solo per appassionati

Nel complesso Battlestar Galactica: Deadlock è un titolo valido soprattutto dal punto di vista del gameplay che però rimane consigliato solo agli amanti dei giochi turn-based con tanto di battaglie spaziali e, ovviamente, a coloro che hanno apprezzato la serie Battlestar Galactica.
Purtroppo ci sono alcuni punti deboli come una trama non molto approfondita e una quantità di contenuti generale abbastanza scarsa.

Battlestar Galactica: Deadlock

Battlestar Galactica: Deadlock
6.9

Trama/Ambientazione

6.0 /10

Gameplay

7.5 /10

Grafica

6.5 /10

Sonoro

7.5 /10

Longevità

7.0 /10

Pro

  • Combat System
  • Ambientazione

Contro

  • Pochi contenuti
  • Trama poco approfondita

Alessandro Reppucci

Senior Editor e responsabile YouTube di Serial Gamer, da sempre innamorato follemente dei videogames, dai 5/6 anni in poi ha macinato giochi su giochi di ogni genere.

Potrebbero anche interessarti