Serial Gamer Logo
Logo serial gamer
2

Berserk: muore il maestro Kentarō Miura, creatore del celebre manga

20 Mag 2021 | News, Anime, Fumetti

Condividi sui Social!

L’annuncio è arrivato tramite il profilo Twitter ufficiale di Berserk.

Alle 5:00 di questa mattina, ora italiana, il comunicato di Young Animal, dipartimento di Hakusensha Co., Ltd, ha riportato la morte del maestro Miura. L’autore è deceduto il 6 maggio all’età di 54 anni, a causa di un’acuta dissezione aortica.

Un genio precoce.

Kentarō Miura nasce nella città di Chiba nel 1966. Genio creativo prolifico già dalla giovane età di 10 anni, stampa i suoi primi lavori in pubblicazioni scolastiche.
Negli stessi anni, inizia la sua collaborazione con George Morikawa, autore di Hajime no Ippo. Nonostante i 18 anni di Miura, Morikawa capisce immediatamente il potenziale artistico del ragazzo, lasciandolo proseguire per la sua strada e affermando di non avere nulla da insegnargli.
Successivamente presenta un progetto per la domanda di ammissione alla Nichidai, l’università Nihon, tuttora una delle università private più prestigiose del Giappone, che gli vale la nomina a Miglior Nuovo Autore da Weekly Shōnen Magazine.

Il successo con Berserk.

Dopo i primi progetti di scarso successo, finalmente arriva il primo prototipo di Berserk.
Si tratta di 48 pagine che gli fanno guadagnare un secondo posto al concorso fumettistico ComiComi. La serializzazione comincia nel 1989 nella collana Monthly Animal House di Hakusensha.
Ma la vera fama arriva quando Berserk passa a Young Animal nel 1992. Da allora, sono stati pubblicati 40 tankōbon in Giappone e 80 volumi in Italia.

Berserk diventa immediatamente un successo planetario dell’epic dark fantasy, tanto da diventare un anime alla fine degli anni ’90, con una serie da 25 episodi. Le serie di videogiochi Dynasty Warriors e Souls prendono ispirazione proprio dal manga del maestro Miura e Berserk stesso vanta tre videogiochi omonimi e un gioco di carte collezionabili.
Dopotutto Berserk è uno dei 50 manga più venduti al mondo, con oltre 40 milioni di copie distribuite globalmente, diventando addirittura il prodotto più venduto dell’editore statunitense Dark Horse Comics.

Un’opera incompiuta.

Come purtroppo molti si aspettavano, alla fine le più nere previsioni fatte online dal fandom si sono avverate.

Il maestro Kentarō Miura ci lascia un’opera incompiuta, ma indubbiamente di raro pregio, che continuerà a ispirare le future generazioni di mangaka e non solo.

Anche la redazione di Serial Gamer Italia ci tiene a esprimere solidarietà nei confronti della famiglia che lo ha, giustamente, onorato privatamente nelle ultime due settimane.

Condividi sui Social!

Rebecca Sargo

Sin da piccola, si diletta in ogni genere di scrittura e comunicazione. Divoratrice di libri, manga e videogiochi, è la smanettona social media per Facebook ed Instagram.

Rebecca Sargo

Sin da piccola, si diletta in ogni genere di scrittura e comunicazione. Divoratrice di libri, manga e videogiochi, è la smanettona social media per Facebook ed Instagram.

 Seguici su: