Fumetti Recensioni Recensioni Fumetti

Emma Wrong: Un’atipica spy-story ambientata negli anni ’50 – Recensione

In uscita giovedì prossimo, 15 aprile, Emma Wrong è il nuovo graphic novel pubblicato da saldaPress dello sceneggiatore Lorenzo Palloni (La Lupa e Desolation Club) e della disegnatrice Laura Guglielmo.

Pubblicato in un elegante volume cartonato di 160 pagine ad €19,90, ecco la sinossi del nuovo fumetto di Palloni, autore vincitore nel 2019 del Premio Boscarato come miglior sceneggiatore e di un Gran Guinigi come miglior sceneggiatura originale.

Siamo negli Stati Uniti. Anno 1951. A tre giorni dal primo test nucleare sul suolo americano. Sotto il sole cocente del deserto del Nevada, a pochi chilometri dal sito in cui avverrà quell’esperimento, il corpo senza vita di una donna galleggia a faccia in giù nella piscina di un motel. Un motel che pullula di spie mescolate alle persone radunatesi lì per assistere al test atomico. Tra di loro, Emma, una donna forte e determinata, alla ricerca di Michael, il misterioso uomo di cui è innamorata.  Inizia così Emma Wrong, un thriller ambiguo e sensuale. Una storia d’amore e finzioni, che ci fa riflettere su cosa saremmo disposti a fare pur di raggiungere qualcuno che, nel profondo del nostro cuore, amiamo disperatamente.

Caccia alla spia, per amore

Emma Wrong
Emma Wrong
Editore:SaldaPress
Sceneggiatura:Lorenzo Palloni
Disegni:Laura Guglielmo
Colori:Matt Wilson
Copertina:Laura Guglielmo
Pagine:160
Prezzo:€19,90
Data Di Uscita:15 Aprile 2021

Nelle prime pagine scopriamo, grazie ad una struggente lettera d’amore, che la protagonista, che da anche il titolo al volume è da quindici anni che cerca di ritrovare il suo amato, la leggendaria spia Michael Olderson, che ha lasciato la bella Emma proprio per colpa del suo pericolosissimo mestiere e che ha cambiato volto ed identità ed è ora “braccato”, a sua insaputa, dalla protagonista.

Nel 1951 Emma riesce a scovare l’ultima posizione nota di Michael: l’Hot Rock Motel, situato nel deserto del Nevada e vicino a quello che sarà teatro, pochi giorni dopo, del primo test nucleare sul suolo statunitense. Emma quindi si reca al Motel, con l’intento di riuscire finalmente a ritrovare il suo amato in mezzo agli avventori di tutte le nazionalità accorsi per l’evento storico, ma per farlo dovrà vedersela con spie internazionali e utilizzare tutte le capacità che ha appreso in questi 15 anni di ricerca del leggendario agente segreto che l’ha lasciata.

Senza volervi spoilerare ulteriormente la trama del volume, Emma Wrong è una spy-story con tutti gli elementi del genere, dall’uso di tecniche e armi “segrete” ai misteri svelati gradualmente, dalle scene di azione con tanto di combattimenti ad una quantità elevata di colpi di scena, per arrivare alla magnifica caratterizzazione della letale Emma e di tutti i comprimari, inseriti splendidamente in un contesto, quello del dopoguerra negli USA, perfettamente contestualizzato e reso in maniera magistrale tanto dalla sceneggiatura di Lorenzo Palloni, quanto dai disegni di Laura Guglielmo.

La struttura della storia è molto cinematografica, con l’alternanza di flashback ed eventi presenti che si incastrano tra dialoghi e scene d’azione con un ritmo elevatissimo che non si prende praticamente mai pause e che costringe il lettore a proseguire nelle pagine di quella che è a tutti gli effetti sia una spy story che una storia d’amore.

I disegni della Guglielmo giocano sui contrasti tra colori freddi e colori caldi in maniera magistrale e nelle tavole la pelle dei personaggi è lasciata volutamente in bianco o di un colore neutro (tranne che per i personaggi di colore e asiatici, che sono vistosamente neri e gialli) a seconda delle occasioni mentre il resto è coloratissimo e ricco di dettagli, con un taglio che potremmo decisamente definire “retrò” che calza a pennello all’atmosfera anni ’50 e rende la storia ancora più immersiva. Uno stile di illustrazione decisamente particolare che obbliga il lettore a prestare attenzione a ciò che gli autori vogliono che risulti essere in primo piano e che sembra voler accentuare, anche visivamente, l’atmosfera di discriminazione razziale che permeava la vita americana di quegli anni.

In conclusione, Emma Wrong è una piccola perla che non dovreste lasciarvi sfuggire, una spy-story che unisce una bella e struggente storia d’amore ai tratti classici di una trama di un film di spionaggio, con i protagonisti “ribaltati” con la bella Emma che cerca il leggendario agente segreto di cui era innamorata e che l’ha lasciata quindici anni prima., mostrando tutto quello che ha imparato in anni di infruttuose ricerche. Un’avventura che vi farà calare perfettamente nelle atmosfere del dopoguerra e degli anni ’50 americani, grazie anche ai particolari disegni di Laura Guglielmo che enfatizzano la splendida sceneggiatura di Lorenzo Palloni.

*Copia digitale del volume fornita da saldaPress per la recensione

Emma Wrong

€19,90
8

Voto Serial Gamer

8.0/10

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Paolo Lorenzini

Editor in chief di Serial Gamer, dopo anni di gavetta su diversi portali videoludici ne crea uno nuovo perché crede in un'informazione libera ed obiettiva.