Extra Multipiattaforma News

IIDEA: gli sviluppatori italiani di videogiochi partecipano al Mercato Internazionale Audiovisivo

IIDEA, l’Associazione di categoria dell’industria dei videogiochi in Italia, annuncia oggi la partecipazione di sette studi di sviluppo di videogiochi al Mercato Internazionale Audiovisivo (MIA) che si terrà a Roma a metà ottobre. L’Associazione, con il supporto di Toscana Film Commission e in collaborazione con l’organizzazione del MIA e con Rome Video Game Lab, il Festival del videogioco che si svolgerà a Cinecittà a inizio novembre, realizzerà la mattina di domenica 18 ottobre due attività collaterali a First Playable, l’evento business internazionale dedicato agli sviluppatori indipendenti in Italia organizzato da IIDEA e Toscana Film Commission, che quest’anno ha celebrato la sua seconda edizione.  

L’industria italiana dei videogiochi cresce e si rinforza grazie alla creatività e alla preparazione delle imprese e degli sviluppatori. Lazio e Toscana sono state pronte a cogliere questa potenzialità con iniziative importanti e complementari: Rome Video Game Lab e First Playable a Pisa”, ha dichiarato Stefania Ippoliti, Direttore di Toscana Film Commission. “Insieme, adesso, per partecipare al MIA: il più importante appuntamento internazionale dell’industria dell’audiovisivo del nostro Paese. Qui progetti brillanti e producer di tutto il mondo si incontreranno e qui il mondo dell’audiovisivo potrà conoscere le tecnologie più innovative e avanzate”.
La prima attività, “Game, Set, Match”, si terrà dalle 10.00 alle 11.30e sarà una sessione di pitching in cui cinque studi di sviluppo italiani presenteranno le proprie aziende e i loro prodotti più rappresentativi, offrendo uno spunto per possibili collaborazioni con i filmmakers. La sessione sarà presentata da Simone Arcagni e vedrà la partecipazione di alcune delle principali realtà dello sviluppo indie in Italia: 34BigThings, Open Lab, Storm in a Teacup, Trinity Team e Untold Games.
MIA è il primo mercato ibrido – online e on-site – di questo anno particolarmente sfidante per le industrie creative, ma anche ricco di opportunità nuove di esplorazione di nuovi modelli creativi, industriali e tecnologici”, ha commentato Lucia Milazzotto, Direttore del MIA. “Il segno dell’ibridazione, quindi, diventa un valore importante nella mission del MIA, come lo è la collaborazione con First Playable e Rome Video Game Lab, che consentirà un ragionamento condiviso tra gaming e audiovisivo, tecnologia e creatività”.

Il secondo incontro si terrà dalle 12.00 alle 13.00ed è intitolato “Videogame tech for filmmaking: virtual production, game engines and augmented reality”. Questo sarà un momento in cui esplorare le nuove frontiere della produzione di film e serie tv che, sulla scia di quanto fatto da serie di successo come “The Mandalorian”, utilizzano sempre più tecnologie che derivano dal settore dei videogiochi – basti pensare ai motori dell’Unreal Engine o di Unity – per supportare se non facilitare il lavoro dei filmmaker. Saranno presenti Manuela Cacciamani, di Onemore Pictures Direct 2 Brain, Giacomo Talamini di Hive Divisione Mauro Fanelli per MixedBag. Modererà e interverrà lo sceneggiatore, regista e critico cinematografico Marco Spagnoli.

Questo tipo di iniziative evidenziano come l’industria dei videogiochi rientri a pieno titolo nell’audiovisivo, apportando un contributo di primo piano sia su stili narrativi che metodi produttivi”, ha dichiarato Giovanna Marinelli, Direttrice Editoriale di Rome Video Game Lab.

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Alessandro Reppucci

Senior Editor e responsabile YouTube di Serial Gamer, da sempre innamorato follemente dei videogames, dai 5/6 anni in poi ha macinato giochi su giochi di ogni genere.

Potrebbero anche interessarti