Serial Gamer Logo
Logo serial gamer
2

Red Bull M.E.O.: i vincitori del torneo dedicato al gaming mobile

2 Ott 2020 | News, eSport

Condividi sui Social!

Il Red Bull M.E.O., evento divenuto ormai sinonimo di competizioni dedicate al gaming competitivo su mobile, si conclude nella sua fase nazionale, incoronando i campioni italiani della stagione 3.  

Per quanto riguarda il torneo di PUBG Mobile, i Los Manitos hanno avuto gioco facile contro i MCES Italia riuscendo nell’impresa di doppiare quasi il numero di kill rispetto agli avversari. Punteggio utile per presentarsi in Turchia e giocarsela ad armi pari con i migliori esponenti al mondo di questa disciplina. 

La finale nazionale di Hearthstone ha avuto come protagonisti Shura e Coravstenom, che si sono dimostrati dei giocatori formidabili, tanto da arrivare allo spareggio finale dopo un una serie di duelli finiti in parità sul 2-2. Ad aggiudicarsi l’ultima mano è stato il buon Shura, che ha battuto l’avversario nell’ultimo mirror match di Sacerdote e rappresenterà l’Italia alle finali mondiali.

A conquistare la vetta in Teamfight Tactics Mobile è stato, invece, LittleFino, che ha avuto la meglio su 7 avversari e si è aggiudicato il titolo di campione italiano in una finale mozzafiato, che si è svolta off-stream.

Ancora una volta il Red Bull M.E.O., organizzato con il supporto di tournamentcenter e Acer Predator, ha mantenuto alto il livello di coinvolgimento  legato agli eventi mobile esport, suscitando l’interesse di tantissimi appassionati tra veterani e neofiti del genere. Ora che conosciamo i formidabili atleti che ci rappresenteranno sul palcoscenico internazionale, non ci resta che prepararci al meglio per fare un tifo sfegatato per i campioni nazionali in trasferta!

Condividi sui Social!

Alessandro Reppucci

Senior Editor e responsabile YouTube di Serial Gamer, da sempre innamorato follemente dei videogames, dai 5/6 anni in poi ha macinato giochi su giochi di ogni genere.

Alessandro Reppucci

Senior Editor e responsabile YouTube di Serial Gamer, da sempre innamorato follemente dei videogames, dai 5/6 anni in poi ha macinato giochi su giochi di ogni genere.

 Seguici su: