Serial Gamer Logo
Logo serial gamer
2

Open Doors Hub e Lab: selezionati i progetti per Locarno 2020

10 Giu 2020 | News, Film

Condividi sui Social!

Nell’edizione del Locarno Film Festival dedicata al futuro dell’industria del cinema, “Locarno 2020 – For the Future of Films”, trova la sua collocazione naturale anche Open Doors.

La sezione, che da 18 anni punta alla scoperta e al sostegno delle cinematografie emergenti, si trasferirà infatti online con le sue iniziative per professionisti.

Il Sud-est asiatico sarà di nuovo al centro del programma di agosto, con 8 progetti e 9 produttori provenienti da Laos, Cambogia, Thailandia, Vietnam, Myanmar, Indonesia, Malesia, Filippine e Mongolia, tra cui diverse anteprime di mercato di registi affermati.

Open Doors, la sezione del Locarno Film Festival che ogni anno accende i riflettori su registi e film provenienti dai Paesi del Sud e dell’Est del mondo per favorire lo sviluppo di una scena cinematografica collaborativa indipendente, sarà uno dei protagonisti dell’edizione unica Locarno 2020 – For the Future of Films.

locarno Serial Gamer

Anche Open Doors vivrà la sua edizione speciale grazie al web. I protagonisti di Hub (piattaforma per la coproduzione internazionale) e Lab (training per produttori creativi) si riuniranno online su piattaforme dedicate e potranno presentare i loro progetti ai professionisti dell’industria internazionale, grazie a meeting individuali, programmati durante la prima settimana di Locarno 2020 (6-11 agosto).

Infine, nell’ambito di Locarno 2020 – For the Future of Films, saranno presenti film dai paesi focus di Open Doors accessibili a tutto il pubblico dal 5 al 15 agosto.

I progetti selezionati e le partnership che rendono possibili Open Doors

L’edizione di Open Doors 2020 sottolinea la grande ricchezza narrativa e creativa del cinema mongolo e del Sud Est asiatico, così come l’urgente necessità per i cineasti di questa regione di condividere le loro visioni della società contemporanea in cui vivono.

A rendere possibile Open Doors è la collaborazione della Direzione Sviluppo e cooperazione del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) e di Partner che, anche in questa situazione di crisi globale, intendono continuare a contribuire concretamente allo sviluppo delle cinematografie di queste aree.

Tra i Partner confermati, anche questo anno ci saranno Vision sud est e la Città di Bellinzona, che partecipano al premio principale Open Doors Grant con un contributo tangibile di 68’000 CHF, un importo eccezionalmente aumentato per questa edizione e che verrà suddiviso tra più progetti; il CNC: Centre national du cinéma et de l’image animée, che contribuirà con una borsa allo sviluppo di 8’000 Euro; e ARTE France, che assegnerà il Premio Arte Kino International di 6’000 Euro. Altri premi in prestazioni sono offerti dal fondo per il cinema Sørfond e altri partners che verranno annunciati in seguito.

 

Fonte: Comunicato Stampa.

Condividi sui Social!

 Seguici su: