Extra News

Lucca Comics & Games 2019: confermata la lotta alla plastica bollino di “Zero Waste Italy” con la distribuzione di 82 mila bicchieri riutilizzabili

Lo scorso anno Lucca Comics & Games è diventata Zero Waste: da quest’anno lo diventa anche la città durante il festival.

Lucca Comics & Games conferma la sua vocazione “green” e conferma per il secondo anno consecutivo le iniziative che già dal 2018 gli sono valse il riconoscimento “Zero Waste – Rifiuti Zero”, secondo la strategia ideata da Paul Connett, professore emerito dell’Università “Saint Lawrence”, accolta per la prima volta in Italia dalla Commissione Rifiuti Zero di Capannori, rappresentata da Rossano Ercolini.

Il più importante evento crossmediale europeo, dedicato al mondo del fumetto, del gioco e del videogioco, dell’illustrazione e della letteratura fantasy, dell’intrattenimento intelligente, che si terrà a Lucca dal 30 ottobre al 3 novembre negli ultimi anni, coadiuvato dal Comune di Lucca, ha intrapreso un serio percorso di sostenibilità, impegnandosi nella riduzione dei rifiuti, arrivando oggi ad un’importante svolta che gli è valso il riconoscimento dell’associazione di Ercolini, vincitore del Goldman Environmental Prize 2013, prestigioso premio internazionale ambientale.

Ad annunciare l’importante novità Francesco Raspini, assessore all’Ambiente del Comune di Lucca insieme ad Aldo Gottardo, membro del consiglio di amministrazione di Lucca Crea srl, con Lorenzo Gatti, direttore generale Ristogest, alla presenza di Sandra Bianchi presidente provinciale Fipe – Confcommercio Lucca. Ad ufficializzare il riconoscimento “Zero Waste Italy” ottenuto dal festival, Rossano Ercolini, della Commissione Rifiuti Zero.

Il festival non solo conferma tutte le disposizioni già attuate lo scorso anno con grande successo, ma rilancia con altre importanti novità che permetteranno di ridurre ancora l’impatto della manifestazione. Negli spazi ristoro interni al festival, grazie alla collaborazione di Ristogest (general contractor food and beverage dal 2015) saranno messi a disposizione dei visitatori ben 82 mila bicchieri riutilizzabili (l’anno scorso erano 30 mila), che oltre ad essere un desiderato ricordo della manifestazione potranno essere utilizzati per bere dalle numerose fontane sparse per la città e per bere insieme, anche da bottiglie più grandi, così da ridurre in modo consistente la produzione di plastica durante la manifestazione. I bicchieri sono dotati anche di un pratico laccetto che permette di trasformarli in una sorta di borraccia e di portarli con sé, facilitando così la praticità del riutilizzo. Inoltre saranno in distribuzione in numerosi locali e nei pubblici esercizi della città che hanno aderito all’iniziativa, grazie alla collaborazione con Confcommercio Lucca. Il bicchierie riutilizzabile sarà inoltre donato a tutti coloro che prenderanno parte ai laboratori ecologici organizzati al Family Palace (ex real Collegio).

I bicchieri targati Lucca Comics & Games rientrano anche nel progetto “We Are Lucca”, l’iniziativa che ha portato ad una produzione originale, ambientata nella nostra città, che vede protagonisti 4 ragazzi, scelti tra il pubblico del festival, diventati protagonisti insieme alla città di un’avventura inedita illustrata da Barbara Baldi (anche autrice del poster 2019 e vincitrice del Gran Guinigi 2018) e scritta da Eleonora Caruso e Giorgio Giusfredi. I volti dei ragazzi “We are Lucca” trasformati nei personaggi della storia edita sul catalogo delle mostre, sono stampati anche sui bicchieri, in quattro varianti.  

Infatti se si considera che per ogni bicchiere potranno essere non utilizzate almeno due bottigliette da mezzo litro, l’impatto positivo della manifestazione potrà contarsi, tra bottigliette di plastica e lattine, in circa 200 mila in meno.  Inoltre, tutte le stoviglie e il packaging utilizzati nei punti ristoro interni al festival saranno interamente biodegradabili grazie all’utilizzo di piatti, posate e vaschette in parte in polpa di cellulosa, in parte in cartoncino riciclabile e parte in mater-b, con l’impegno massimo a ridurre il più possibile il volume del materiale di scarto e aumentare al massimo il riciclo.

Fra le novità di quest’anno, in tutti i punti ristoro interni alla manifestazione saranno utilizzati, per cucinare, circa 12 mila litri di acqua in bottiglia da un litro, in “R-Pet”, plastica realizzata con il 50 per cento di materia riciclata, messe a disposizione grazie ad un accordo con Acqua Silva. Una bottiglia che presenta quindi uno speciale formato tra i più ecosostenibili attualmente in circolazione, ma che conserva le stesse caratteristiche di sicurezza e di qualità. Inoltre propria Acqua Silva, come partner del festival ha realizzato un’edizione esclusiva di bottigliette da mezzo litro con la riproduzione del manifesto di quest’anno.

Inoltre, verranno allestite a cura di Ristogest, delle aree apposite alla raccolta dei materiali riciclabili, una sorti di piccole “isole ecologiche”, in cui il pubblico del festival potrà conferire il materiale differenziato e compostabile, secondo una pratica suddivisione in colori e segnalati da simboli.

In più il porta badge animal friendly per i Level Up: Il progetto Level Up di Lucca Comics & Games, abbonamento per cinque “premium” lanciato lo scorso anno, ha deciso di abbracciare la politica Animal Friendly. Per questa edizione, infatti, lo stesso artigiano Gabriele Stazi (The Leprechaun), ha reinventato gli speciali porta badge esclusivi, collezionabili e personalizzabili, evitando l’utilizzo di qualsiasi derivato animale.

Il festival arriva a questo importante passo dopo una serie di iniziative tese a sensibilizzare e ad educare alla giusta differenziazione dei rifiuti, al rispetto dell’ambiente e al risparmio delle risorse come l’acqua potabile.

Già dal 2014 infatti il festival ha attivato una importante riduzione dello spreco della carta. Ha eliminato le 1200 cartelle stampa, che stampava ogni anno, informatizzando al massimo le pratiche interne e i processi di accreditamento alla manifestazione, riducendo al minimo la produzione di centinaia di migliaia di pagine.

Oltre a questo ricordiamo Scarty (realizzato dalla Com.Ing srl), il progetto scolastico che in 3 anni ha coinvolto le scuole primarie entrando, tramite I bambini, in oltre 3000 famiglie lucchesi, con un gioco sulla raccolta differenziata e incentivando una serie di comportamenti virtuosi da mettere in pratica fra le mura domestiche per partecipare a un grande concorso.

Una vera e propria “gamification urbana”, che ha trovato la sua naturale prosecuzione e un nuovo sviluppo con “BluTube: chi porta l’acqua a casa!” (dell’editore Red Glove), progetto di sensibilizzazione all’uso dell’acqua pubblica iniziato nel 2018, che premia, tra l’altro, la conoscenza del territorio: per guadagnare punti i ragazzi hanno infatti dovuto scoprire e visitare i 26 “Luoghi dell’Acqua”, opere di straordinario interesse storico, architettonico, funzionale che spesso non sono conosciute.

Ecco le prime attività commerciali dove trovare il bicchiere ufficiale di Lucca Comics & Games

Caffe’ Monica; Old City; Skianto; 11 11; Moka Bar; Delicatezze; Forno Casali; Pan Di Strada; Pizzeria Sbragia; Bar Milano 2; Edicola Di Grazia; Bar Teani; San Colombano; Tana Del Boia; Bar Del Sole;  Caffe Del Mercato “Peschino”.

Alessandro Reppucci

Senior Editor e responsabile YouTube di Serial Gamer, da sempre innamorato follemente dei videogames, dai 5/6 anni in poi ha macinato giochi su giochi di ogni genere.

Potrebbero anche interessarti