eSport News

Il 2019 inizia all’insegna del ballo con la finale nazionale della Just Dance World Cup 2019

Quale modo migliore di cominciare l’anno se non ballando? Il 2019 inizia a ritmo di musica con la finale italiana della Just Dance World Cup 2019. Dopo le entusiasmanti fasi di qualificazioni online e offline tenutesi tra luglio e ottobre, i Just Dancer più talentosi della penisola sono pronti a sfidarsi sulla versione del gioco per Nintendo Switch per ottenere il primato italiano e partecipare alle finali mondiali in Brasile.

Gli otto finalisti, dopo aver superato le fasi di qualifica, sono pronti a sfidarsi per conquistare l’unico posto disponibile a rappresentare l’Italia alle finali mondiali. Chi avrà la meglio? Per scoprirlo in diretta, l’appuntamento è giovedì 3 gennaio su MTV.it e sul Canale YouTube Nickelodeon Italia.

Quarti di finale, semifinale e finale: sono queste le sfide che attendono i giocatori che saranno valutati da una giuria d’eccezione. Oltre che dall’algoritmo del gioco, i migliori gaming dancer italiani saranno giudicati da LaSabri, creator con oltre 3 milioni di follower, e Lala, ballerina professionista e coreografa ufficiale di Just Dance. A presentare la competizione, che sarà trasmessa proprio all’inizio del nuovo anno, Chiara Tortorella, speaker radiofonica e presentatrice televisiva.

Anche quest’anno il campione italiano in carica, il giovane siciliano Antonino Pomilia, si è qualificato per le finali e dovrà vedersela con altri 7 gaming dancer determinati a volare in Brasile per contendersi il titolo mondiale. Il due volte campione del mondo, Umutcan Tütüncü (in arte Technoth), è pronto a difendere il suo titolo contro i migliori Just Dancer del mondo in una appassionante finale che si terrà nei primi mesi del 2019.

Le performance dei ballerini si terranno con l’unico videogioco di ballo perfetto per tutti, famiglie comprese. Il nuovo Just Dance 2019, disponibile su PlayStation 4, Xbox One, Nintendo Switch, Nintendo Wii U, Nintendo Wii e Xbox 360, propone ben 40 nuovi brani per tutti gli amanti del ballo, che potranno divertirsi sulle note delle migliori tracce musicali del momento con coreografie esclusive realizzate da numerosissimi artisti e professionisti. Quello con Just Dance è un appuntamento annuale che nessun fan della danza più sfrenata può perdersi: è merito del suo ritmo travolgente e dei suoi passi di ballo sempre attenti alle tendenze del momento se questo videogioco targato Ubisoft è diventato col tempo un vero e proprio fenomeno di costume.

Just Dance è l’alleato ideale di ogni festa e il perfetto compagno per un pomeriggio a casa con parenti e amici, non importa se l’obiettivo è decretare il miglior ballerino del gruppo o semplicemente scatenarsi spensieratamente a ritmo di musica. L’edizione 2019, inoltre, può contare sulla creatività e sull’estro di artisti con i background più diversi, tra cui lo street artist Chanoir e lo studio di animazione Clay Animation, che hanno contribuito alla creazione delle coreografie del gioco. Dopo il grande successo dello scorso anno, torna anche l’acclamata Kids Mode, un’intera modalità dedicata ai più piccoli. Una squadra di esperti dello sviluppo dei bambini, insieme al team di Ubisoft, ha studiato nuove interfacce, nuovi personaggi e ben 8 coreografie per stimolare lo sviluppo dei più piccoli attraverso il ballo.

E se si vuole ballare in compagnia? Niente paura, non servono controller aggiuntivi, ma solo il proprio smartphone e Just Dance Controller, l’applicazione per smartphone che permette a tutti di lanciarsi nel divertimento senza bisogno di ulteriori dispositivi. Divertimento infinito a portata di mano per non smettere mai di ballare, mantenendosi sempre in forma. Just Dance 2019 anche quest’anno è pronto ad animare qualsiasi evento con una selezione dei migliori brani del momento come Work Work di Britney Spears, One Kiss di Dua Lipa e Calvin Harris, I Feel It Coming di The Weekend e Daft Punk e tanti altri, non resta che ballare!

Alessandro Reppucci

Senior Editor e responsabile YouTube di Serial Gamer, da sempre innamorato follemente dei videogames, dai 5/6 anni in poi ha macinato giochi su giochi di ogni genere.

Potrebbero anche interessarti