Multipiattaforma Nintendo Switch PC PlayStation 4 PlayStation 4 Pro Recensioni Recensioni Giochi Xbox One Xbox One X

Dead Cells: Cellule Roguelike – Recensione

A distanza di diversi mesi dall’approdo in Early Access su PC il roguelite metroidvania Dead Cells, approda finalmente, nella sua versione completa, su PC, PlayStation 4, Switch e Xbox One. I ragazzi di Motion Twin hanno dunque portato sulle principali piattaforme il loro impegnativo titolo, analizziamo dunque la versione PlayStation 4 di quest’ultimo che ci è stata fornita appositamente dal publisher.

(Ri) Nascita

La nostra avventura partirà da un cupo sotterraneo, luogo che vedremo e rivedremo, molte e molte volte e dove incominceremo la nostra esplorazione del castello in cui saremo rinchiusi e costretti a districarci tra un esiguo quantitativo di nemici.
Dopo una piccolissima introduzione, che sarà uno dei pochi accenni di trama insieme ad altri dialoghi e linee di testo che troveremo in giro, prenderemo il controllo di un mucchio di cellule che andranno a comporre un corpo senza testa che avrà come unico obiettivo quello di visitare e sopravvivere l’immenso castello composto da tredici impervi livelli.
Ovviamente la trama, come succede spesso in queste tipologie di giochi, non sarà al centro del prodotto dandoci solo alcuni spunti come detto da dialoghi con personaggi e mercanti, oppure stanze con appositi oggetti e compagnia.
Oltre alla modalità principale ad incrementare il livello di sfida e di longevità ci sarà anche la possibilità di prender parte a sfide giornaliere, le quali ci permetteranno di affrontare altri giocatori realizzando il maggior numero di punti in un livello casuale e con un limite di tempo.

Trova la tua strada

Ovviamente la parte più importante di questo genere di giochi è senza dubbio il gameplay, un aspetto che ha giovato decisamente tanto rispetto al periodo di Early Access: innanzitutto dopo la nostra (ri)nascita avremo la possibilità di scegliere tra un’arma da mischia e un’arma a distanza oppure uno scudo con i quali provare ad arrivare sempre più avanti nelle aree di gioco. Insieme a questi i vari livelli saranno disseminati di potenziamenti di vario genere che andranno dalla possibilità di aumentare determinate statistiche al potenziare le nostre armi o aggiungerne ulteriori come granate o trappole, il tutto sempre casuale, andrà così a costituire la nostra personale run che ogni volta sarà diversa da quella affrontata in precedenza.
Ma non è finita qui, dato che insieme a quanto appena descritto potremo sbloccare diversi bonus tramite le Cellule, oggetti che recupereremo ogni volta che uccideremo un nemico, i quali saranno fondamentali per facilitarci la vita nel castello: per esempio in cambio di un determinato numero di cellule potremo sbloccare più pozioni, oppure potremo avere una seconda possibilità in caso di morte e così via. Questi oggetti poi andranno di pari passo con le monete, che saranno utili sia dai mercanti per acquistare armi sempre più potenti sia per sbloccare determinate porte.
Grazie a tutte queste caratteristiche il gioco ci consegnerà sempre delle “vite” differenti, proponendoci sempre armi, perk e bonus diversi, mettendoci in difficoltà in ogni situazioni vuoi per il numero ingente di nemici vuoi per i danni che dovremo subire da questi.

Oltre ad un gameplay decisamente solido e divertente Dead Cells presenta un comparto artistico di assoluto livello, grazie ad una pixel art sopraffina con ogni personaggio, nemico ed ambientazione riportata alla perfezione, risultando una gioia per gli occhi con tanto di palette cromatica che calza a pennello in ogni situazione, dalle prigioni del castello alla torre dell’orologio. Ad accompagnare tutto questo ben di dio visivo troviamo anche un’ottima colonna sonora che accompagna in ogni istante il giocatore all’interno dei vari livelli in cui la morte è sempre dietro l’angolo, con brani ed effetti sonori calzanti e adeguati ad ogni situazione.

Dead Cells è di sicuro una perla in questo panorama videoludico, dedicato soprattutto agli amanti dei roguelike e metroidvania, il titolo sviluppato dal team francese Motion Twin riuscirà a tenervi incollati ore ed ore allo schermo cercando di sbloccare tutti i bonus e trovare tutte le armi presenti nelle moltissime run a cui parteciperete, il tutto con un comparto artistico decisamente eccellente.

*Versione Testata: PS4, grazie al codice fornitoci dal publisher

Dead Cells

Dead Cells
9

Trama/Ambientazione

8.3 /10

Gameplay

9.5 /10

Grafica

9.3 /10

Sonoro

9.0 /10

Longevità

8.8 /10

Pro

  • Gameplay ottimo
  • Comparto artistico
  • Ottima componente procedurale

Contro

  • Poche boss fight

Alessandro Reppucci

Senior Editor e responsabile YouTube di Serial Gamer, da sempre innamorato follemente dei videogames, dai 5/6 anni in poi ha macinato giochi su giochi di ogni genere.

Potrebbero anche interessarti