Multipiattaforma Nintendo Switch PC PlayStation 4 Recensioni Recensioni Giochi Xbox One

Mushroom Wars 2: Fungo con coraggio – Recensione

Tra le guerre, ce ne sono di classiche e particolari.
Tutte immerse nell’epos e nella sofferenza, le battaglie tra le grandi e le piccole potenze di migliaia di universi hanno visto scontrarsi con orgoglio eroi e soldati, disposti a sacrificare tutto per dare da bere al filo della spada il sangue del nemico.
Soldati ed eroi quindi. E da ora, strano a dirsi, anche funghi.

Mushrooms Wars 2 è l’ultima fatica degli sviluppatori di Zillion Whales: reso disponibile su praticamente tutte le piattaforme di gioco, il titolo è un sequel diretto del primo Mushroom Wars, proponendo una storia tanto improbabile quanto in realtà poco rilevante ai fini del gioco. Nel postapocalisse della terra gli umani e tutte le forme di vita si sono estinte e solamente dei funghi senzienti sono sopravvissuti e hanno ereditato il pianeta: passa però poco tempo e le tribù di questi peculiari funghetti si ritrovano a farsi guerra l’un l’altra per il predominio. Sarà proprio su queste battaglie che saremo chiamati ad esercitare il nostro potere di giocatori, per assicurare la vittoria alla fazione dei “buoni” a discapito di quella dei malvagi.

Il gameplay proposto da titolo di Zillion Whales è quello di un classico strategico in tempo reale che sfiderà ognuno di noi a proseguire attraverso le molte battaglie della modalità campagna: all’interno di queste ci saranno fissati degli obiettivi per il raggiungimento dei quali dovremo gestire il nostro esercito di funghi e sfruttare le potenzialità delle varie strutture per lasciare il nemico senza alcuna unità. Potremo dunque spostare le nostre truppe tra le “caserme” dove queste vengono create, verso torri d’assedio, fucine e altro ancora, conquistandole se nemiche o occupandole in caso siano neutrali. La gestione di ogni battaglia è altamente personale, come tipico in questo genere, e fatto salvo ovviamente l’obiettivo finale per la risoluzione dei conflitti, potremo stabilire totalmente a nostro piacimento la strategia da adottare per avere ragione del nemico, tenendo naturalmente conto delle sue forze e delle possibilità tattiche che avremo a disposizione.
A fronte di una modalità campagna vasta quanto, diciamocelo, alla lunga noiosa, il titolo presenta una componente online capace davvero di offrire una sfida, ponendo i giocatori gli uni contro gli altri e aumentando a dismisura i ritmi di gioco e i tatticismi che formano il comparto delle meccaniche. Certo, la presenza di vari livelli di difficoltà anche nel PvE può essere di stimolo per i più competitivi, ma volete paragonare la fredda esecuzione di strategie contro l’IA allo squartare qualche generale di funghi che abita nella stessa vostra città?

Dal punto di vista grafico, Mushroom Wars 2 è pressochè inappuntabile: con delle scelte artistiche encomiabili quando si tratta di dispiegare un ottimo comparto di splash art ed uno stile che durante il gameplay riesce ad essere chiaro senza essere ne minimalista ne riduttivo, il prodotto si impone come un progetto di ottima fattura, coerente con ciò che è richiesto dal suo genere e peculiare nel suo essere un titolo comunque unico.

Una pecca è data dalla colonna sonora: per quanto gli RTS non vantino moltissime produzioni con un comparto sonoro notevole (salvo naturalmente alcune eccezioni ovvie), gli effetti sonori e l’accenno di soundtrack di Mushroom Wars 2 è davvero insoddisfacente. Piatto e ripetitivo, il comparto rischia solamente di snervare il giocatore con il suo essere incolore, piuttosto che accompagnarlo nella già di per se poco varia campagna.

Dal punto di vista tecnico invece il prodotto è di buonissimo livello: su Nintendo Switch, la versione provata da noi, il gioco corre fluido e brillante sia collegando la console ad uno schermo casalingo, sia in modalità portatile. Luminoso e solidissimo, Mushroom Wars vi terrà un’ottima compagnia sia che siate in metropolitana che siate belli piazzati in salotto.

Insomma, Mushroom Wars 2 è un titolo che FUNGE.

In conclusione, il tentativo da parte di Zillion Whales di eguagliare il successo del primo capitolo, è perfettamente riuscito grazie a questo Mushroom Wars 2: nonostante infatti il gioco abbia alcune pecche scritte nel codice genetico del genere di apparteneza, siamo oggi davanti ad un RTS coi fiocchi, canonico quando deve esserlo e particolare quando può permetterselo. Adatto a giocatori di ogni età ed “estrazione”, il titolo offrirà una sfida sia ai neofiti che agli hardcore gamers, sia agli amanti del PvE che a quelli del PvP, forse in questo caso più soddisfacente.

Nel risotto sono buoni, ma chi avrebbe detto che i funghi sul campo di battaglia sono pure meglio?

*Versione testata: Nintendo Switch, grazie al codice fornito dagli sviluppatori.

Mushroom Wars 2

Mushroom Wars 2
7.1

Trama

5.0 /10

Gameplay

8.5 /10

Grafica

7.8 /10

Sonoro

6.5 /10

Longevità

7.8 /10

Pro

  • Comparto PvP
  • Comparto artistico

Contro

  • Campagna alla lunga noiosa
  • Comparto sonoro

Pietro Ferri

Senior Editor di Serial Gamer, è un appassionato di videogames fin da tenera età. Si interessa con dedizione all'approfondimento di qualunque forma d'arte che riesca a trasmettergli emozioni

Potrebbero anche interessarti