Multipiattaforma Nintendo Switch PC PlayStation 4 PlayStation 4 Pro Recensioni Recensioni Giochi Xbox One Xbox One X

Tesla vs Lovecraft: Una stravagante lotta tra luce ed oscurità – Recensione

Recensione Tesla vs Lovecraft

Disponibile dal 16 marzo su PlayStation 4, Xbox One e Nintendo Switch dopo diversi mesi dal lancio su PC (via Steam), Tesla vs Lovecraft è un frenetico twin-stick shooter sviluppato da 10Tons, già noti nell’industria videoludica per Crimsonland e Neon Chrome, scopriamone tutti i dettagli nella nostra recensione.

Lo scienziato contro lo scrittore, due diversi tipi di genialità a confronto

A far da premessa alla trama di questa produzione, un breve filmato introduttivo ci mostra il noto scienziato Nikola Tesla che presenta alcune delle sue nuove invenzioni in pubblico quando viene accusato dallo scrittore Howard Philip Lovecraft di eresia e di portare, con la sua scienza, il mondo alla rovina. Tesla fa quindi incarcerare il romanziere, che però, una volta incarcerato, grazie ai poteri della sua mente riesce a rendere reali tutti gli orrori descritti nelle sue opere e riversarli per le strade a seminare caos e distruzione. Il nostro compito sarà quello di impersonare Tesla ed affrontare, armato delle sue stravaganti invenzioni belliche per affrontare attraverso 36 livelli le ondate di mostri fino ad affrontare nello  scontro finale l’oscuro scrittore.

Tesla vs Lovecraft

Tesla vs Lovecraft è come detto nelle prime righe un twin-stick shooter, ovvero un titolo con visuale dall’alto in cui con la levetta sinistra si controllano i movimenti e la direzione del personaggio mentre con quella destra si controlla la mira ed è strutturato in 36 missioni (con tre livelli di difficoltà crescenti disponibili, di cui il secondo sarà disponibile una volta terminata la prima run e il terzo ovviamente finita quella precedente). La mappa, visualizzabile tra una missione e l’altra, ci permette attraverso i puntini (36 totali ovviamente) che si sbloccano durante la progressione, di selezionare se giocare all’ultimo livello sbloccato o ripetere uno dei precedenti per migliorarne il record o per accumulare esperienza o “farmare” oggetti utili a sbloccare potenziamenti ed abilità permanenti. Il titolo infatti, dopo una manciata di missioni che fungono da tutorial, ci farà sempre partire dal primo livello di esperienza a bordo del Mecha (sì, Tesla ha costruito un robottone)utilizzabile per una decina di secondi, per poi continuare con un semplice revolver, con il compito di uccidere tutti i mostri e di raccogliere dal terreno tutti i tipi di power-up e armi disponibili, oltre che i pezzi del nostro robot disseminati per la mappa di gioco: una volta raccolti tutti avremo a disposizione di nuovo il potentissimo esoscheletro per un’altra manciata di secondi. Oltre ad una serie di armi variegate che vanno dai classici fucili a pompa e fucili d’assalto, passando per armi più stravaganti legate principalmente all’elettricità, elemento portante delle invenzioni di Tesla ai classici power-up presenti nelle mappe delle missioni (dai rallentamenti dei nemici alla bomba atomica) e ad una serie di abilità speciali (anche qui molto varie da botti esplosive a spade di luce passando per dardi esplosivi e “nubi” di gas che intrappolano temporeaneamente i nemici), progredire nei livelli d’esperienza permette ad ogni passaggio di livello di scegliere uno tra due perk casuali, che vanno dall’aumentare i valori di attacco e difesa passando per aumentare il numero di proiettili delle armi che raccoglieremo o farli rimbalzare sulle pareti. Raccogliendo speciali cristalli inoltre avremo la possibilità di sbloccare alcune abilità permanenti che una volta attivate saranno disponibili ad inizio di ogni missione.

Tesla vs Lovecraft

In linea di massima i 36 livelli offrono una serie di sfide di difficoltà sempre maggiore che culminano nelle tre “boss-fight” che scandiscono l’esperienza di gioco dividendo la run in tre capitoli e le due difficoltà maggiori accrescono notevolmente la longevità e la rigiocabilità del titolo anche grazie al fatto che molte abilità permanenti necessitano di cristalli ottenibili praticamente continuando a giocare a difficoltà maggiore e completando tutte e tre le run. Tesla vs Lovecraft è inoltre giocabile anche in co-op locale con un amico e offre una modalità “extra” chiamata Sopravvivenza

Tesla vs Lovecraft

La luce spazza via l’orrore profondo

Dal punto di vista tecnico, Tesla vs Lovecraft non fa gridare al miracolo con un comparto grafico semplice ma curato, un level design artisticamente ispirato ma alla lunga un po’ripetitivo e ottime animazioni dei personaggi ed effetti luce. I nemici sono fedelmente ispirati alle più oscure e visionarie partorite dalla mente di H.P. Lovecraft mentre gli intermezzi molto in stile “comics” sono basilari ma efficaci; di ottima fattura anche la colonna sonora, sia a livello di musiche d’accompagnamento molto rockeggianti, che rendono ancora più frenetici i livelli più ardui, che per quanto riguarda gli effetti audio di armi e mostri. Sia su PS4 Pro che su Nintendo Switch il framerate è sempre rimasto stabile durante le nostre prove, con cali davvero radi e poco frequenti anche nelle situazioni più concitati con tonnellate di mostri sullo schermo.

In conclusione Tesla vs Lovecraft è un ottimo twin-stick shooter che ci propone, grazie ad una situazione grottesca, il frenetico scontro tra due personalità geniali del ‘900 rivisitate dal team di 10Tons nella classica chiave Luce vs Buio/Bene vs Male senza troppe pretese a livello narrativo ma in grado di divertire e di intrattenere per più di una decina di ore totali con combattimenti contro ondate di nemici, portali sacrificali e gigantesche creature da soli o in compagnia di un amico sul divano. Assolutamente consigliato agli amanti del genere, è il classico gioco che dovreste prendere in considerazione se cercate un titolo non troppo impegnativo e che possa essere giocato anche come riempitivo tra una produzione più longeva e l’altra, visto che necessita di appena una decina di minuti per il completamento di un livello.

Versioni testate: PlayStation 4  e Switch grazie ai codici digitali forniti dagli sviluppatori

 

Tesla vs Lovecraft

Tesla vs Lovecraft
7.5

Trama/Ambientazione

6.8 /10

Gameplay

7.5 /10

Grafica

7.5 /10

Sonoro

8.0 /10

Longevità

7.5 /10

Pro

  • Ottima varietà di nemici e di armi/potenziamenti
  • Difficoltà crescente ma mai proibitiva
  • Frenetico e stabile sia in single player che in cooperativa

Contro

  • Level design alla lunga ripetitivo
  • Narrativamente un po' troppo semplificato

Paolo Lorenzini

Editor in chief di Serial Gamer, dopo anni di gavetta su diversi portali videoludici ne crea uno nuovo perché crede in un'informazione libera ed obiettiva.

Potrebbero anche interessarti