Multipiattaforma Nintendo Switch PC PlayStation 4 Recensioni Recensioni Giochi Xbox One

Mulaka: Alla scoperta della tribù Tarahumara – Recensione

Sviluppato dai messicani Lienzo, già noti per Hunter’s Legacy, Mulaka è un action adventure game 3D che ci permette di scoprire la tribù indigena dei Tarahumara, in arrivo su PC, PS4, Xbox One e Nintendo Switch domani, 27 febbraio 2018.

Scoprite insieme a noi una tribù con origini precolombiane, i Tarahumara, che vive tuttora nella regione Chihuahua nel nord Ovest del Messico, nella nostra recensione di Mulaka.

Corri, Sukurúame!

Saremo chiamati a vestire, in terza persona, i panni del giovane Mulaka, il Sukurúame (in pratica uno sciamano con poteri mistici) della tribù,  in un viaggio spirituale attraverso le terre ed i piccoli villaggi (ed altre location) della regione messicana, che ci porterà a scoprire l’esistenza di creature oniriche e bizzarre, frutto della tradizione popolare ancora oggi tramandata dai Tarahumara; si dovranno combattere malvagi scorpioni e giganteschi granchi della sabbia, grandi ragni e scarafaggi corazzati per arrivare a nemici più mistici.

Il sistema di combattimento di Mulaka è molto semplice ma anche piuttosto efficace e permette l’utilizzo di combo alternando i due attacchi delle armi corpo a corpo che potremmo usare nel gioco. Oltre agli attacchi e la possibilità di usare anche armi distanza come la lancia e l’arco, avremo a disposizione nell’arco dell’avventura quattro poteri, alcune trasformazioni ed un sistema ad albero di abilità, molto basilari, disponibili a fine livello spendendo i Kórima raccolti dall’uccisione dei nemici, dalle ceste nascoste nelle aree di gioco e distruggendo elementi degli scenari, che rendono il gameplay più vario e ci permettono di accedere a zone precedentemente non accessibili.

La gran varietà di nemici e i differenti metodi con cui sarà possibile abbatterli rende divertente e spettacolare tanto il combattimento contro il piccolo scorpione che quello contro i boss finali di ogni livello. Nelle aree di gioco, interamente esplorabili, anche se delimitate da fastidiosi muri invisibili che rendono molto più semplice scoprire qual è la giusta via da percorrere, dovremmo raccogliere i Kórima di cui abbiamo parlato sopra, l’aloe utile per creare le pozioni curative ed altre erbe che serviranno per attivare determinate capacità o poteri come per esempio le bombe esplosive, le quali permetteranno di aprire alcune aree prima bloccate, e di interagire con numerosi npc presenti in ogni livello, scoprendo così nuovi particolari sulla lore del gioco e sulle abitudini e tradizioni dei Tarahumara, e risolvere facili enigmi ambientali. Alla lunga si faranno sentire un pochino le imprecisioni degli attacchi, la loro “lentezza” e la scarsa fluidità, ma nel complesso il gameplay rimane abbastanza soddisfacente, tenuto conto delle piccole dimensioni del team di sviluppo. Non vi descriverò però ulteriormente i poteri e le trasformazioni disponibili per evitare gli svelarvi ulteriormente questa bella avventura.

Artisticamente sopra le righe

Nonostante uno stile volutamente minimalista sia nei modelli poligonali che nel level design, la palette cromatica molto accesa ed uno stile artistico molto particolare rendono l’esperienza piacevole anche per gli occhi, grazie a scenari molto ispirati che passano dal deserto a una piccola cittadina messicana fino a zone boschive e montuose.

Nella nostra prova il framerate si è dimostrato abbastanza stabile e la presenza di alcuni bug, segnalati per altro prontamente dagli sviluppatori ed in fase di risoluzione, non ha influenzato negativamente la nostra partita. La colonna sonora è piacevole e vivace ed accompagnata da un doppiaggio esclusivamente in lingua tarahumara e da sottotitoli al momento disponibili sono in spagnolo e in inglese.

Mulaka è una bellissima avventura, molto spirituale e affascinante, che ci permetterà in poche ore di scoprire le antiche tradizioni di questa tribù indigena messicana quasi sconosciuta. Un titolo che piacerà sicuramente agli amanti degli action-adventure in 3D basati sull’esplorazione, combattimenti ed enigmi. Un titolo che ha un rapporto qualità prezzo ottimo (€19,99) sia per la durata che per la mole contenutistica vista la rigiocabilità portata dai segreti secondari, dai collezionabili e dai 14 trofei necessari per ottenere l’ambito trofeo di platino (su PlayStation 4).

*Versione testata PlayStation 4 grazie a un codice fornito dagli sviluppatori.

Mulaka

Mulaka
7.7

Trama/Ambientazione

8.0 /10

Gameplay

7.5 /10

Grafica

7.5 /10

Sonoro

8.0 /10

Longevità

7.5 /10

Pro

  • Ambientazione artisticamente eccellente
  • La scoperta della tribù dei Tarahumara
  • Bella colonna sonora

Contro

  • Qualche bug
  • Qualche imprecisione nei combattimenti che alla lunga stanca un po'

Paolo Lorenzini

Editor in chief di Serial Gamer, dopo anni di gavetta su diversi portali videoludici ne crea uno nuovo perché crede in un'informazione libera ed obiettiva.

Potrebbero anche interessarti