Multipiattaforma News PC PlayStation 4 PlayStation 4 Pro Xbox One Xbox One X

Metro Exodus: il gioco non sarà un vero e proprio open world

Nelle scorse ore 4A Games ha parlato nuovamente di Metro Exodus, in particolare del modello che seguirà per quanto riguarda la mappa di gioco.

Gli sviluppatori hanno infatti svelato che il gioco presenterà sì delle aree di gran lunga più estese rispetto al passato, ma pur sempre circoscritte, ed esplorabili secondo il modello sandbox. I giocatori potranno quindi esplorare quasi liberamente l’intera mappa con la possibilità di vedere aree diverse.

Per quanto riguarda la storia del gioco, l’arco narrativo coprirà un periodo di tempo di oltre un anno, ed ogni zona sandbox della mappa corrisponderà ad una stagione diversa. In particolare l’autunno si svolgerà durante uno stage ambientato sulle montagne, mentre l’estate arriverà quando attraverseremo una zona incolta e devastata della Russia.

Infine sarà possibile muoversi all’interno della mappe di gioco anche tramite veicoli per spostarsi più velocemente da un punto all’altro, con il treno, chiamato Aurora, che sarà l’HUB dinamico, il quale potrà avanzare con il proseguimento della storia.

Ricordiamo che Metro Exodus uscirà su PC, PlayStation 4 e Xbox One durante l’autunno 2018.

Alessandro Reppucci

Senior Editor e responsabile YouTube di Serial Gamer, da sempre innamorato follemente dei videogames, dai 5/6 anni in poi ha macinato giochi su giochi di ogni genere.

Potrebbero anche interessarti