Multipiattaforma PC Recensioni Recensioni Giochi Xbox One Xbox One X

Fearful Symmetry & The Cursed Prince: La simmetria maledetta – Recensione

Al giorno d’oggi gli indie sono sempre più alla ribalta e tra i molti titoli interessanti presenti sul mercato abbiamo messo le mani sul nuovo gioco nato dalle menti degli italianissimi Gamera Interactive che, in collaborazione con Soedesco, hanno pubblicato la loro nuova opera chiamata Fearful Symmetry & The Cursed Prince.
Quest’ultimo è un particolarissimo puzzle game che permetterà ai giocatori di controllare contemporaneamente due personaggi a schermo ma in due realtà parallele, con i movimenti di quest’ultimi che saranno l’uno il contrario dell’altro.
Questa idea basterà ai ragazzi di Gamera Interactive per riuscire a dare ai giocatori un prodotto valido ed accattivante?

Le Pergamene della Simmetria | airtemmiS alled enemagreP eL

Il titolo è di sicuro particolare e metterà i giocatori nei panni di diversi personaggi con i quali dovremo superare i livelli che troveremo sul nostro percorso sempre seguendo gli spostamenti speculari alla sinistra e alla destra della linea di metà schermo che dividerà quest’ultimo nel mondo reale e quello oscuro.
Il tutto inizia con un giovane ragazzo, chiamato Hero, il quale, in cerca di tesori preziosi, si imbatte nelle leggendarie Pergamene della Simmetria, decidendo di prenderle con sé non curante delle voci che le definivano come maledette.
Da qui partirà la nostra avventura in una serie di livelli nei quali, come detto in precedenza, controlleremo due mondi paralleli che però saranno l’uno inverso dell’altro e, per colpa della maledizione delle pergamene, il nostro protagonista sarà indissolubilmente legato alla sua controparte.
Nel corso dell’avventura ci ritroveremo poi a controllare altri due personaggi, Nulan e Haim, i quali si differenzieranno non solo per la storia che rimane comunque un elemento decisamente di contorno e marginale, ma anche per le loro abilità speciali dato che ognuno dei personaggi possedere una caratteristica unica come il saltare un blocco o dar fuoco agli oggetti adiacenti.

Un occhio qua e uno di là | àl id onu e auq oihcco nU

Proprio il gameplay è la parte focale di questa produzione, anche se come idea di fondo ci sarà quella di completare il livello andando da un punto A ad un punto B è il “contorno” che valorizza e da quello spessore in più al titolo, dato che ad ogni movimento del personaggio situato nella metà schermo di sinistra ne corrisponderà uno opposto in quella di destra, quindi quello che poteva essere come idea molto facile da perseguire sarà reso decisamente più articolato e complesso.
Ma non è finita qui perché se pensavate che controllare due personaggi con movimenti speculari fosse già difficile di per sé in aggiunta gli sviluppatori hanno disseminato di trappole ed inisidie i piccoli livelli di gioco, rendendo la sfida sempre più difficile man mano che si macineranno stage.
Potremo infatti trovare frecce volanti, spine, fuocherelli, buchi nascosti nel terreno e addirittura delle trappole per orsi nel mentre cammineremo con l’ansia di finire il livello, ma non solo, dato che insieme a questi andranno ad aggiungersi piante spara proiettili, mani zombie e spiritelli vari che saranno pronti a rispedirci all’inizio non appena faremo un solo passo falso in una delle due metà.
Fortunatamente gli stage sono tutti contenuti e quindi basterà capire l’antifona di ognuno di questi per capire cosa aspettarci nei pochi passi utili per completare un livello, ciò porta alla meccanica del trial and error che risulta spesso essenziale per capire tutti i meccanismi delle varie trappole e per creare una piccola “strategia” al fine di completare la corsa ad ostacoli.


Fearful Symmetry & The Cursed Prince rimane comunque piacevole e mai realmente frustrante anche perché si impara velocemente come arrivare dal basso all’alto a sinistra e dall’alto al basso a destra, ma il vero problema è metterlo in pratica stando attenti ad entrambe le metà dello schermo.
Per non farci mancare nulla poi sono presenti anche alcuni collezionabili nei vari stage che faranno riprovare quelle due o tre volte in più gli amanti del collezionismo.
Per quanto riguarda il lato grafico del titolo i livelli si presentano in una pixel art piacevole alla vista abbastanza dettagliata anche se gli elementi a schermo risultano abbastanza pochi con la possibilità di fare decisamente di più sotto questo aspetto inserendo più elementi di contorno e differenziando meglio tutti i vari stage che rimangono un po’ anonimi in linea generale.
Da notare però il level design di quest’ultimi che riesce a farsi apprezzare grazie alle intricate trappole che andranno ad ostacolare il cammino di entrambi i personaggi a schermo rendendo la nostra vita in quei pochi attimi di attenzione decisamente poco felice, ricompensata poi dalla soddisfazione di aver varcato la tanto agognata porta per il livello successivo.

Un gioco piccolo ma consigliato | otailgisnoc am oloccip ocoig nU

Il titolo targato Gamera Interactive è un prodotto decisamente valido che riesce ad intrattenere il giocatore per il giusto numero di ore, sei, sette circa, nei quali bisognerà elevare l’attenzione sopra ogni limite per evitare trappole e insidie di ogni tipo. Grazie a livelli studiati nei minimi particolari Fearful Symmetry & The Cursed Prince risulta molto piacevole consigliato soprattutto agli amanti dei puzzle game, le uniche pecche sono di sicuro la qualità della trama, la quale poteva essere decisamente più approfondita, e un design generale della produzione che poteva anch’esso essere maggiormente approfondito con più elementi di contorno nei livelli e maggiore differenziazione in quelli presenti.

*Versione testata: Xbox One grazie ad un codice digitale fornito dal publisher

Fearful Symmetry & The Cursed Prince

Fearful Symmetry & The Cursed Prince
7.3

Trama/Ambientazione

6.5 /10

Gameplay

9.0 /10

Grafica

7.0 /10

Sonoro

6.5 /10

Longevità

7.5 /10

Pro

  • L'idea della simmetria è decisamente azzeccata
  • Level Design

Contro

  • Storia poco approfondita
  • Poca varietà

Alessandro Reppucci

Senior Editor e responsabile YouTube di Serial Gamer, da sempre innamorato follemente dei videogames, dai 5/6 anni in poi ha macinato giochi su giochi di ogni genere.

Potrebbero anche interessarti