Multipiattaforma PC PlayStation 4 PlayStation 4 Pro Recensioni Recensioni Giochi Xbox One

Wuppo: un platform fuori di testa – Recensione

Immaginate questo: in una mano abbiamo dei platform in 2D classici e nell’altra un quantitativo di follia e di componenti fuori di testa, avete fatto? bene ora buttate tutto in un calderone e aggiungete un po’ di cartoon e tinte a pennarello e otterrete una strana creatura chiamata Wuppo.
Quest’ultimo è l’ultima fatica di Knuist & Perzik edito da SOEDESCO Publishing che cerca di portare al mondo videoludico qualcosa che non si vede spesso con una dose di follia e spensieratezza a livelli inimmaginabili ma con un livello di divertimento ed intrattenimento decisamente soddisfacente.

Cacciato da casa

All’interno di Wuppo ci sarà davvero poco di normale sin dall’inizio del gioco, dove impersoneremo una creatura paffuta chiamata Wum, che all’interno della sua dimora provvisoria, una specie di hotel chiamato Wumhouse, riuscirà a farsi cacciare dopo aver imbrattato ogni parete con un cono gelato.
Una volta scoperto, il nostro piccolo amico sarà cacciato dall’abitazione dal proprietario e così inizierà il nostro viaggio tra ambientazioni magiche e creature incredibili dove incontreremo vari npc tra cui colui che si fa chiamare “The Allesweter”, un simpatico personaggio onniscente che ci introdurrà brevemente al mondo di gioco, alle varie razze presenti tra cui gli Wums, come il protagonista, i più intelligenti tra le quattro specie ma carenti nelle abilità, oppure i Blussers i quali possono trasportare molta acqua e sono i più pacifici, dopo la guerra degli Fnakker sono diventati i giardinieri dei wums o ancora gli Splenkhakkers e i fnakker, i primi conosciuti per il raccolto di un materiale veramente potente con il quale è costruita anche la wumhouse gli altri invece conosciuti per i loro lanci delle rocce e la loro natura aggressiva.
Tutta la nostra avventura sarà costellata da momenti divertenti e situazioni comiche tra boss fight e fasi platform decisamente azzeccate anche se il tutto si assesta su una difficoltà abbastanza bassa.

Un divertimento a portata di mano

Per quanto riguarda il gameplay anch’esso non sarà per nulla ordinario anche se, ovviamente, rispetterà i crismi dei platform in 2D non portando vere e proprie innovazioni. Dopo esser stati cacciati dalla nostra casa e aver incontrato “The Allesweter” ci verrà consegnata la nostra arma spara vernice che ci permetterà di danneggiare i diversi nemici e boss presenti oppure di rompere qualche blocco per risolvere altrettanti enigmi i quali però rimangono abbastanza facili per tutto il proseguimento dell’avventura.
Inoltre non avremo a disposizione solo la nostra sparavernice, bensì potremo utilizzare anche diversi oggetti utili per l’interazione con gli elementi circostanti, per esempio potremo utilizzare una candela per addentrarci in spazi bui oppure di usufruire di un pennuto per sbloccare dialoghi unici.
Da notare inoltre un forte spirito RPG del titolo dato che avremo la possibilità di interagire con molti NPC, tutti abbastanza fuori di testa, con dialoghi a scelta multipla e missioni secondarie annesse.
Presenti anche numerose Boss Fight che riescono a tener impegnato il giocatore per qualche minuto in più rispetto alla mera esplorazione con diversi buffi nemici che andranno affrontati a seconda del loro moveset e punti deboli.
Per quanto riguarda invece il comparto artistico Wuppo è di sicuro particolare nella sua natura in quanto il suo design è tutto sommato semplice ma con una cura non indifferente grazie alla presenza di molti dettagli con colorazioni in stile pennarello e una qualità generale discreta.

Wuppo è di sicuro un titolo particolare, di sicuro divertente da giocare e utile per passare qualche ora rilassandosi e staccando la spina tramite un umorismo demenziale e un gameplay piacevole.
Se vi piacciono i platform in 2D che non si prendono troppo sul serio il titolo di Knuist & Perzik è di sicuro da provare.

Wuppo

Wuppo
7.6

Trama/Ambientazione

7/10

Gameplay

8/10

Grafica

8/10

Sonoro

8/10

Longevità

8/10

Pro

  • Divertente
  • Anima RPG
  • Intuitivo

Contro

  • Alcune imprecisioni nei comandi

Alessandro Reppucci

Senior Editor e responsabile YouTube di Serial Gamer, da sempre innamorato follemente dei videogames, dai 5/6 anni in poi ha macinato giochi su giochi di ogni genere.

Potrebbero anche interessarti