News PC

Total War: Rome II, annunciato il nuovo DLC “Empire Divided”

Nelle scorse ore The Creative Assembly ha annunciato il nuovo DLC dedicato a Total War: Rome II chiamato Empire Divided.

Il contenuto aggiuntivo in questione porterà nel titolo una nuova campagna su larga scala, nuove fazioni, nuove missioni e molto altro.

Total War: Rome II – Empire Divided sarà disponibile il prossimo 30 novembre, qui di seguito trovate tutti i dettagli dell’espansione.

  • Una nuova campagna su larga scala per Total War: Rome II
  • Rivivi la crisi del terzo secolo, un periodo di svolta cruciale per Roma
  • Scegli tra dieci fazioni giocabili in cinque gruppi culturali diversi
  • Nuove fazioni eroiche con condizioni di vittoria complesse, leader famosi e catene di eventi create ad hoc
  • Nuovi dilemmi, missioni ed eventi tipici del periodo
  • Novità della campagna: pestilenze, culti e banditismo
  • Tecnologie riviste e nuovi edifici unici

LO SCENARIO

È l’anno 270 d.C. Un susseguirsi di imperatori incapaci e usurpatori assetati di potere ha portato l’Impero romano sull’orlo del collasso economico. È la crisi più grave mai affrontata da Roma. I confini brulicano di tribù barbare, ansiose di approfittarsi di questa instabilità e depredare la civiltà delle sue ricchezze.

Ad Est, i Sasanidi sono partiti per una grande conquista, che dovrà culminare con un assalto ai territori romani. L’unico ostacolo che li separa dal loro obiettivo è Palmira. Le difese della Regina Zenobia resistono, ma per quanto ancora?

Le legioni, indebolite e ormai non più gloriose, sono costrette a mettersi sulla difensiva; il tempo non è dalla parte di Roma. Tuttavia, c’è ancora speranza. Aureliano è pronto a prendere le redini di Roma, sebbene il compito sembra estremamente arduo…

ULTERIORI DETTAGLI

Fazioni giocabili

Cultura: Impero romano scisso
Tratti culturali:

  • Difensori della civilizzazione: +15% al morale per tutte le unità nel proprio territorio o in quello alleato
  • La vera Roma: le fazioni romane detengono una grande penalità alla diplomazia con le altre fazioni romane

Roma
Leader di fazione: Aureliano
Tratti della fazione:

  • Pugno di ferro: -50% alla resistenza all’occupazione straniera
  • Ordini di marcia: +15% alla capacità di movimento per tutti gli eserciti

Impero delle Gallie
Leader di fazione: Gaio Tetrico
Tratti della fazione:

  • Romanizzazione: bonus ordine pubblico (massimo +6) dalla presenza di cultura latina
  • Amministratori: -20% ai costi delle azioni politiche

Palmira
Leader di fazione: Regina Zenobia
Tratti della fazione:

  • Sovrano illuminato: +20% alla velocità di ricerca
  • Pietà: -4 al banditismo per ciascun edificio di culto (tutte le regioni)

Cultura: Regni germanici
Tratti culturali:

  • Terrori della notte: può sempre scegliere di combattere battaglie notturne
  • Saccheggiatori e razziatori: +150% alle entrate derivanti dai saccheggi e dalle razzie

Sassoni
Leader di fazione: Re Sigerico
Tratti della fazione:

  • Viaggiatori: +20% alla capacità di movimento per tutte le flotte
  • Coloni: -50% ai costi di conversione di un edificio (tutte le regioni)

9_1510070126.Map

Goti
Leader di fazione: Cannabaude
Tratti della fazione:

  • Arte della cavalleria: -20% ai costi di arruolamento per tutte le unità di cavalleria
  • Lame ancestrali: armi di livello 1 per le unità armate di spada al reclutamento (tutte le province)

Marcomanni
Leader di fazione: Re Burkhard
Tratti della fazione:

  • Conquistatori tribali: +20% al morale per tutte le unità contro le tribù barbariche
  • Unità da imboscata: +50% alla probabilità di portare a termine con successo un’imboscata

Cultura: Imperi orientali
Tratti culturali:

  • Autorità centralizzata: -5 al banditismo (tutte le province)
  • Via della seta: +20% alle entrate derivanti dagli edifici del commercio (tutte le regioni)

I Sasanidi
Leader di fazione: Ormisda
Tratti della fazione:

  • Dominazione locale: piccolo bonus diplomazia con le fazioni orientali e nomadi
  • Aswaran: +20% di bonus carica per tutte le unità di cavalleria

Armenia
Leader di fazione: Narseh
Tratti della fazione:

  • Guardia nobile: +3 ai gradi di esperienza per l’unità del comandante
  • Verso l’occidente: piccolo bonus diplomazia con tutte le fazioni romane

Cultura: Tribù nomadi
Tratti culturali:

  • Arcieri nomadi: +25% alle munizioni per tutte le unità a distanza
  • Popolo bellicoso: +3 agli slot di reclutamento dell’esercito nella propria provincia

Alani
Leader di fazione: Nikanuur
Tratti della fazione:

  • Signori dei cavalli: +2 ai gradi d’esperienza per le reclute della cavalleria nomade (tutte le province)
  • Dominazione della steppa: moderato bonus alla diplomazia con tutte le tribù nomadi

Cultura: Celti britannici
Tratti culturali:

  • Cultura eroica: +20% al bonus carica per tutte le unità
  • Fonti sacre: +6 ai servizi sanitari (tutte le province)

Caledoni
Leader di fazione: Segovax
Tratti della fazione:

  • Fiera indipendenza: +20% all’attacco corpo a corpo nelle province proprie o alleate
  • Aspirazioni culturali: moderato bonus alla diplomazia con tutte le tribù non barbariche

NOVITA’ DELLA CAMPAGNA

Fazioni eroiche

Cinque delle dieci fazioni giocabili di Impero diviso sono classificate come eroiche. Si tratta di Roma, Palmira, l’Impero delle Gallie, i Sasanidi e i Goti. Queste fazioni hanno condizioni di vittoria più elaborate e grandiose e leader storici che non possono morire in battaglia.
Le fazioni eroiche, inoltre, possiedono catene di eventi avvincenti e create ad-hoc, che raccontano la vita dei loro protagonisti, conferiscono bonus alle loro abilità e permettono al giocatore di compiere scelte significative riguardo lo sviluppo della propria fazione.

Nuovi dilemmi, missioni ed eventi
Impero diviso include tanti nuovi dilemmi, missioni ed eventi, generici e di fazione, che arricchiscono le campagne con nuove sfide, vantaggi e particolari storici.

Banditismo
Questo periodo di ridotta autorità governativa ha alimentato il diffondersi del banditismo. Ora ogni provincia possiede un livello di banditismo variabile, che aumenta in base alle dimensioni del proprio territorio e alla presenza di certi edifici. Il banditismo si riduce con la presenza di eserciti, generali ed edifici speciali. All’aumentare del banditismo diminuisce la disponibilità di cibo, col rischio di carestie in tutta la fazione. Un alto banditismo a livello provinciale, inoltre, può scatenare degli speciali eventi correlati.

Pestilenze
Nel III secolo si diffusero molte malattie devastanti. Le pestilenze ostacolano la crescita e l’ordine pubblico degli insediamenti e ne riducono le entrate. Le malattie possono diffondersi nei territori vicini, lungo le strade battute dagli eserciti e le rotte commerciali. Gli edifici sanitari aiutano a ostacolare l’insorgere e il diffondersi delle malattie e alcune tecnologie migliorano i servizi sanitari in tutta la fazione.

Culti

Oltre alle religioni più affermate, nel III secolo si diffusero numerosi culti. Essi sono rappresentati da speciali catene di edifici costruibili da qualsiasi fazione in qualsiasi insediamento. Nel gioco sono disponibili tre diversi culti: Cristianesimo, Mitraismo e Manicheismo.

Un edificio di culto si può erigere gratuitamente, dato che la sua costruzione è un invito ai discepoli a stabilirsi nel proprio territorio. Pertanto, i bonus dei culti sono facili da ottenere, ma, diffondendo culture straniere, i culti portano scompiglio nelle province. Eliminare un edificio di culto ha un costo piuttosto ingente e provoca una penalità all’ordine pubblico, essendo considerato un atto persecutorio. I culti sono uno strumento potenzialmente molto efficace, ma la loro introduzione va valutata con grande attenzione.

Nuove abilità dei generali

8_1510070125.Zenobia_Campaign_1_LOGO

Le abilità dei generali sono state riviste e ora consentono al giocatore di specializzare i propri personaggi nelle discipline del reclutamento, combattimento, strategia, amministrazione e navigazione.

Nuove tecnologie narrative

Tutti i rami delle tecnologie sono stati rivisti e rivoluzionati per meglio riflettere il periodo e le peculiarità delle varie culture. Inoltre, le tecnologie di Impero diviso non rappresentano innovazioni scientifiche o tecnologiche. Esse, invece, sono le misure intraprese dai regnanti per risolvere le problematiche specifiche dei loro imperi. Questo aiuta a raccontare più efficacemente la storia di ciascuna fazione. Tutto ciò vale soprattutto per le fazioni eroiche:

  • le tecnologie di Aureliano raccontano di un imperatore che deve riformare il suo esercito, per poi unire e difendere il suo impero;
  • le tecnologie di Zenobia raccontano la storia della sua ascesa al potere;
  • le tecnologie di Tetrico tradiscono il suo pensiero repubblicano nell’era in cui l’Impero è diviso;
  • le tecnologie di Ormisda lo dipingono come un regnante degno dei suoi antichi predecessori, i grandi re del passato;
  • le tecnologie di Cannabaude riflettono l’animo sanguinoso dei Goti e le molte sfide che devono superare per unirsi e sopravvivere.

Catene di edifici aggiornate

  • Roma comprende un nuovo edificio di amministrazione, che si occupa di riscuotere le tasse, migliorare gli agenti e contrastare il banditismo.
  • È possibile costruire edifici di addestramento navale nelle capitali delle province costiere, ottenendo bonus al reclutamento di navi.
  • Palmira include una nuova catena di edifici religiosi dedicati agli dei Baalshamin, Aglibol, Yarhibol, Malakbel e Nabu.
  • Armenia include un nuova catena di edifici religiosi dedicati al Cristianesimo.
  • Ci sono alcuni nuovi edifici disponibili solo per alcune fazioni: Roma (il Grande tempio di Sol Invictus), Palmira (il Grande colonnato, il sistema d’irrigazione El Kanat e il Grande tempio di Ba’al), Sasanidi (la Grande statua di Sapore I) e Armenia (la Cattedrale di Echmiadzin, la prima cattedrale cristiana della storia)

Nuove unità

Oltre alle unità esistenti di Rome II, Impero diviso introduce diverse unità famose delle tre fazioni romane. Ciascuna fazione presenta uno stile unico e personale e le armate di Aureliano sono quelle che meno si discostano dal modello classico.

Roma

  • Legionari
  • Unità di fanteria pesante: pretoriani, Ioviani, Heruli
  • Equites Dalmatarum: cavalleria leggera rinomata
  • Clibanarii e catafratti: cavalleria molto pesante; precursori dei cavalieri medievali

Impero delle Gallie

  • Cavalleria dei Taifali: cavalleria barbara rinomata (particolari raffigurazioni sugli scudi)
  • Legionari gallici: diversi dai legionari romani
  • Guerrieri gallici con ascia e spada lunga

Roma palmirena

  • Legionari di Palmira: armature caratteristiche e predilezione per le lance
  • Arcieri di Hama: fanti mediorientali rinomati
  • Catafratti di Palmira: cavalleria pesante orientale
  • Cammelli corazzati: cavalleria esotica orientale.

Alessandro Reppucci

Senior Editor e responsabile YouTube di Serial Gamer, da sempre innamorato follemente dei videogames, dai 5/6 anni in poi ha macinato giochi su giochi di ogni genere.

Potrebbero anche interessarti