Multipiattaforma News PC PlayStation 4 Xbox One

Ark: Survival Evolved, la patch 258 introduce toilette, nuovi dinosauri e molto altro

Ark: Survival Evolved

Chiunque da piccolo ha desiderato provare l’ebrezza di entrare in un mondo come quello di Jurassic Park, Ark: Survival Evolved rende questo sogno quasi realtà.

Studio Wildcard lavora a questo gioco da ben 2 anni, ed oggi incontrerà l’importante traguardo delle 100 creature in gioco escludendo boss e varianti; questa patch però non porta con sé solo questo, ma anche l’aggiunta di una toilette e nuovi mezzi ed armi che ci aiuteranno nell’esplorazione del mondo marino di Ark: Survival Evolved.

Qui di seguito potete trovare le maggiori feature della patch 258, resa disponibile ieri, tradotte in italiano:

Hyaenodon: forse la iena non è proprio il primo animale a venire in mente quando si pensa ai dinosauri, ma come Studio Wildcard ha già mostrato in passato a volte l’immaginazione riesce a rendere il tutto meglio delle aspettative. Questo animale di piccole-medie dimensioni lo potremo trovare in gruppi varianti da tre a sei esemplari, pronti a combattere ma solo se lo scontro garantirà una vittoria ed un gustoso bottino; troppo piccole per essere cavalcate, forniranno comunque un grande aiuto alla propria tribù e sono capaci di trasportare grosse quantità di carne facendole andare a male molto più lentamente di qualsiasi altro dinosauro.

Megatherium: un erbivoro di medie-grandi dimensioni abitante delle zone fredde di Ark, combattente accanito specializzato nella raccolta di chitina. Una volta circondato da insetti guadagnerà un bonus alla velocità ed invece che rimanere un’amabile creatura delle nevi mostrerà il proprio odio verso tali.

Megalania: un enorme lucertolone velenoso, abitante dei dungeon di Ark, capace di arrampicarsi su muri, pareti rocciose ed alberi senza alcun problema; certamente non è una delle creature più possenti ma sarà comunque in grado di avvelenare i propri nemici obbligandoli a trovare un antidoto o altrimenti…

Hesperornis: volatile di piccole dimensioni, capace di tuffarsi in acqua alla caccia del proprio cibo preferito: il pesce. Nulla sembra particolare di questa creatura, ma in realtà una volta sazia rilascerà un uovo in grado di aiutare il proprietario ad ammaestrare i propri dinosauri, il che farà molto, molto comodo.

Yutyrannus: parente lontano del famoso T-Rex, anche se di dimensioni minori e con un corpo piumato, è tutt’altro che meno pericoloso. Lo Yutyrannus sarà in grado di emettere un ruggito capace di spaventare e far fuggire le creature attorno a lui, ispirando allo stesso momento i propri alleati a combattere più ferocemente.

Harpoon gun: per chiunque abbia provato ad affrontare le creature marine di Ark: Survival Evolved, c’è stato quel momento in cui avrebbe sperato di poter usare una qualsiasi arma oltre alla balestra; ebbene quel momento è arrivato: l’arpione non solo ci aiuterà a difenderci dalle creature marine ma anche ad ottenere molte di esse con più facilità.

Toilet: era davvero necessaria? Probabilmente no ma di sicuro fa piacere non essere più obbligati a lasciare i propri escrementi in giro per casa o nelle vaste terre di Ark: Survival Evolved. Tuttavia anche questa caratteristica ha una sua utilità pratica: il WC ci donerà infatti un buff all’acquisizione dell’esperienza ogni volta che lo utilizzeremo.

Gas-powered Motorboat: la necessità di avere una controparte alla buona vecchia imbarcazione in legno era proprio necessaria e finalmente è arrivata; preparatevi a solcare i mari accompagnati da un generatore e tutte le comodità che esso porta.

Major Primitive+ update: una mod diventate parte integrante del gioco: una volta aperto Ark: Survival Evolved si potrà decidere come giocarlo: Versione standard, Scorched Earth (DLC), e Primitive+. Primitive plus, come dice il nome, offre una versione in cui la parte considerata “futuristica” di Ark non esiste. Questo update porta con sé miglioramenti alla mod e aggiunte in maggior parte richieste dalla community.

Come quelle precedenti, anche la Patch 258 porterà ulteriori miglioramenti al gioco rendendolo sempre più leggero sui nostri computer in modo che anche il portatile ormai datato di dieci anni possa permetterci di giocare a questo titolo.

Qui potete consultare la patch notes ufficiali disponibili in inglese.

 

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Potrebbero anche interessarti