Anteprime Multipiattaforma PC PlayStation 4 PlayStation 4 Pro PlayStation 5 Speciali Xbox One Xbox One X Xbox Series S Xbox Series X

Call of Duty: Black Ops Cold War, la prova della beta – Anteprima

Manca un mese circa all’uscita nei negozi di Call of Duty: Black Ops Cold War, il nuovo capitolo della serie sparatutto targata Activision, e questo weekend abbiamo avuto modo di mettere le mani sulla Closed Beta del titolo dedicata al comparto multigiocatore con la possibilità di provare alcune delle modalità che troveremo all’interno del prodotto completo.

Tra modalità classiche e VIP

Ovviamente da buona beta questa versione del gioco vedeva al suo interno solo parte delle esperienze possibili del multiplayer con le classiche playlist che erano raccolte in tre sezioni principali: Core Moshpit, Combined Arms Domination e la nuova Scorta il VIP.
Per quanto riguarda la prima, questa era una raccolta di tre modalità classiche della serie, ovvero Deathmatch a Squadre, Uccisione Confermata e Dominio: in questo caso gli obiettivi di quest’ultime sono invariati rispetto alle precedenti iterazioni della serie con i giocatori che dovranno fare più uccisioni della squadra avversaria in Deathmatch; stessa cosa ma confermando le kill in Uccisione Confermata; mentre in Dominio l’obiettivo sarà quello di catturare e mantenere delle zone difendendole dagli attacchi della squadra ostile.
La vera novità di questa prova è stata però Scorta il VIP, una modalità che ricorda da vicino il classico Cerca e Distruggi, con i giocatori che avranno un solo obiettivo nel corso del match, quello di scortare a destinazione uno dei compagni, chiamato appunto VIP, che sarà scelto casualmente nella squadra e che dovrà essere accompagnato entro un tempo limite al punto
d’estrazione. Come detto alla base di questa modalità c’è il C&D con le opportunità di vittoria che saranno analoghe visto che per vincere da ambo le parti basterà eliminare il team avversario, vista l’assenza del respawn, oppure estrarre con successo il soggetto scelto dal gioco. In questa modalità poi saranno assenti anche le classiche Scorestreak ad eccezione dell’UAV che sarà a disposizione del VIP andando a mettere ancor di più il destino di quest’ultimo in mano alla bravura dei compagni.

Nuova mappa nella giungla

Per quanto riguarda l’offerta delle ambientazioni in aggiunta a quelle presenti nella Alpha come Miami, Satellite e Moscow troviamo anche Cartel, una location situata in una giungla del Nicaragua che vede come particolarità la presenza delle piantagioni che andranno a modificare la visibilità dei giocatori nella parte centrale della mappa. Quest’ultime infatti rendono più difficile la vita degli utenti permettendo di mimetizzarsi nel verde per cogliere di sorpresa gli avversari; oltre a quest’ampia sezione centrale troviamo anche tutta una serie di edifici posti intorno alle piantagioni per avere copertura e per utilizzare armi da fuoco a lungo raggio come i cecchini. Come detto insieme a Cartel tornano anche le altre ambientazioni già presenti nella precedente prova con Miami che risulta una delle migliori per via della varietà di approcci disponibili insieme ad
Armada con la possibilità di agire sia attraverso le varie moto d’acqua sia utilizzando i diversi cavi per spostarsi da una barca all’altra, senza contare l’opportunità di nuotare sott’acqua per cogliere di sorpresa qualche nemico ignaro della nostra presenza.

Questione di Feeling

Il feeling pad alla mano di questa beta è praticamente invariato rispetto alla precedente alpha del gioco con le armi che sono ben diversificate tra loro anche se in qualche occasione sembra che il rinculo sia un po’ troppo contenuto andando a semplificare il sistema di fuoco. Come già provato in precedenza il time to kill di Black Ops Cold War risulta leggermente più ampio rispetto a Modern Warfare con i giocatori che avranno più possibilità per controbattere il fuoco nemico (ovviamente si parla sempre di pochi attimi) con l’opportunità di vedere anche la barra della vita degli avversari
per gestire in alcuni casi munizioni o armi da utilizzare. Tornano inoltre le Scorestreak anche se per ora non abbiamo avuto l’opportunità di provare approfonditamente tutto l’arsenale tra aerei, elicotteri di supporto e quant’altro, mentre ci siamo soffermati solo su quelle classiche come l’UAV e l’artiglieria che sono rimaste pressoché invariate rispetto ai capitoli precedenti della serie.

Beta positiva

Il feeling di questa beta è senza dubbio buono con le armi che risultano sempre uno dei punti di forza del pacchetto insieme a qualche buona ambientazione che già potrebbe diventare una delle preferite dei giocatori. In generale il multigiocatore di Cold War si presenta sempre con una buona dose di frenesia anche se in alcune occasioni ci è sembrato macchinoso in alcuni movimenti con il suo predecessore, Modern Warfare, che, per ora, non viene raggiunto per quel che concerne la fluidità e la praticità di alcuni movimenti come la possibilità di appoggiare al muro le armi, feature rimossa in questo capitolo della serie.

*Versione Testata: PS4, grazie al codice fornitoci dal publisher

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Alessandro Reppucci

Senior Editor e responsabile YouTube di Serial Gamer, da sempre innamorato follemente dei videogames, dai 5/6 anni in poi ha macinato giochi su giochi di ogni genere.

Potrebbero anche interessarti