Multipiattaforma Speciali

Titoli più attesi 2018: Le portate principali – Alessandro “Sbambo” Reppucci

Purtroppo, o per fortuna, il 2017 è terminato e si è portato via uno degli anni più importanti per quanto riguarda il medium videoludico, consegnandoci nelle mani di un nuovo anno con prospettive decisamente alte ma che dovrà rispondere colpo su colpo al suo predecessore per essere ricordato.

È così che agli exploit di Nintendo Switch, con i suoi titoli unici The Legend of Zelda: Breath of the Wild e Super Mario Odyssey, di PlayStation 4, con Horizon: Zero Dawn, Xbox One e PC, con PlayerUnknown’s Battlegrounds, (ovviamente sono stati menzionati solo i principali) il 2018 dovrà controbattere cercando di portare la così detta carne fresca tra le mani dei videogiocatori incalliti e non, che di sicuro già saranno in fermento per alcune produzioni in dirittura d’arrivo.

I titoli con data d’uscita già confermata e non in arrivo questo nuovo anno sono a bizzeffe, come non partire dall’incredibile duo Monster Hunter: World e Dragon Ball FighterZ, due giochi che sono decisamente tra i più interessanti dell’anno, i quali faranno perdere probabilmente giorni e giorni ai videogiocatori di tutto il mondo.

Per non parlare poi del ritorno di Bayonetta 1 e 2 su Nintendo Switch oppure di quello di Shadow of the Colossus su PlayStation 4, senza escludere il gioco targato Rare, Sea of Thieves in arrivo finalmente su PC e Xbox One, e il seguito di quel Ni No Kuni che, trovato praticamente per caso, qualche anno fa mi ha lasciato senza fiato.

Ma ce ne sarebbero molti altri da menzionare come le tanto amate esclusive Sony tra cui troviamo Days Gone, Detroit: Become Humans, Dreams, God of War e Spider-Man (non mi aspetto che The Last of Us Part 2 arrivi nel 2018), oppure il mitico seguito di uno dei giochi meglio riusciti della scorsa generazione, Red Dead Redemption 2, o addirittura lo sbarco dei Pokémon su Nintendo Switch.

Anche se stilare una classifica di tre titoli su tutto questo ben di dio è praticamente impossibile ci proverò lo stesso, quindi ecco il mio personale podio dei titoli più attesi del 2018:

Terzo Posto: Ni No Kuni II: Il Destino di un Regno (22 Marzo PS4, PC) / Monster Hunter: World (26 gennaio PS4, Xbox One)

Purtroppo non era facile lasciare fuori uno di questi due titoli dal podio e dunque ho preferito metterli a pari merito sul gradino più basso perché vorrei giocarli entrambi in questo momento.

Ni No Kuni II: Il Destino di un Regno è il seguito del gioco sviluppato da Level-5 e Studio Ghibli uscito nel lontano 2013 su PlayStation 3 (per quanto riguarda la versione occidentale). Come ho detto in precedenza la mia storia con Ni No Kuni è stata veramente casuale, ma me ne sono subito innamorato grazie al suo comparto artistico unico che è riuscito a lasciarmi un segno indelebile nella mia esperienza su PlayStation 3. Perciò non vedo l’ora di mettere le mani sul secondo capitolo, anche se l’abbandono dei famigli e la scelta di intraprendere una strada più action, devo dir la verità, mi hanno lasciato un po’ basito, ma non per questo meno ansioso di giocare il titolo (ancor di più dopo il rinvio che lo ha allontanato da quel “mangia ore” di Monster Hunter: World).

Proprio Monster Hunter: World si colloca alla pari di Ni No Kuni II: Il Destino di un Regno, anche se è doveroso fare una premessa in merito a questa serie. Purtroppo non ho mai avuto l’occasione di provare un capitolo della serie Monster Hunter, anche se ho in programma di recuperare soprattutto le produzioni per 3DS, ma non per questo il titolo targato Capcom starà fuori dalla mia classifica, dato che, guardando i video, le immagini che man mano sono usciti nel corso del tempo e, dopo aver provato la beta in due occasioni diverse, comprerò il gioco di sicuro al Day One perché sin dal primo momento mi ha incuriosito e rapito in ogni suo dettaglio.

Secondo Posto: Red Dead Redemption 2 (2018 PC, PS4, Xbox One)

Secondo posto che sa tanto di primo va di sicuro, senza ombra di dubbio, al capolavoro annunciato (si lo so non si dovrebbe dire in anticipo ma Rockstar Games non delude mai.) Red Dead Redemption 2. Adesso ditemi chi non ha giocato Red Dead Redmption in questi sette anni dall’uscita, perché se esiste qualcuno che ancora non l’ha fatto o è un folle o probabilmente è deceduto nel 2009.
Come non voler tornare a cavallo per le distese aride e desertiche del 1900 stavolta insieme ad Arthur Morgan, così si chiamerà il protagonista, il quale farà parte della gang che ha visto elementi come Willamson e il mitico John Marston, protagonista del primo capitolo.
Proprio il suddetto gioco è stato senza dubbio una delle perle della scorsa generazione che ancora oggi in molti vorrebbero rigiocare con una apposita remastered (o c’è chi lo fa già grazie a Xbox One e la sua retrocompatibilità) caratterizzato da ambientazioni uniche e personaggi di rilievo il tutto a suon di sparatorie.

Primo Posto: Pokémon (2018? Switch)

Il primo posto non può non aggiudicarselo il nuovo capitolo Pokémon in arrivo (si spera in questo 2018) su Nintendo Switch. Poco da dire sul franchise targato Satoshi Tajiri, dopo 20 anni di esistenza questi piccoli esserini riescono ancora a fare breccia nel mio cuore ed essere sempre tra i titoli più giocati nel corso degli anni. Anche nel 2017 non ho potuto fare altro di intascarmi la Limited Edition di Pokémon UltraSole e prosciugarla sotto ogni punto di vista con già più di un centinaio di ore di gioco che continueranno ad aumentare in cerca delle creature rimanenti per il completamento del Pokédex e quant’altro.
Alla notizia dell’approdo della serie su Switch, lo scorso E3 2017, il bambino che c’è in me è letteralmente esploso di gioia cercando di costruire una macchina del tempo per poter andare nel futuro e portare a casa questo nuovo capitolo del franchise Pokémon.
Ovviamente in tutto questo tempo sono state molte le informazioni trapelate in rete, anche se nessuna, per ora, è stata confermata, tra queste troviamo la possibile realizzazione del titolo in Unreal Engine 4 oppure la possibile ambientazione ispirata all’Italia che mi costringerebbe a comprare più o meno una cinquantina di copie.
Anche se per ora non si sa molto sul titolo la mia speranza è quella di vedere un nuovo capitolo con tanto di ottava generazione che possa ritornare alle origini con palestre e quant’altro (anche se devo dire che le prove non mi sono dispiaciute) mantenendo lo stesso combat system e offrendo una maggiore libertà di azione rispetto agli ultimi capitoli anche per quanto riguarda le battaglie.

Insomma la tavola di questo 2018 è già apparecchiata a dovere, ma le pietanze saranno all’altezza del cenone del 2017?

Alessandro Reppucci

Senior Editor e responsabile YouTube di Serial Gamer, da sempre innamorato follemente dei videogames, dai 5/6 anni in poi ha macinato giochi su giochi di ogni genere.