Cinema Extra Film Speciali

Premi Oscar 2021 – I pronostici di Serial Gamer Italia – Speciale

Quest’anno anche noi di Serial Gamer abbiamo deciso di metterci in gioco e dare i pronostici per la tanto chiacchierata Notte degli Oscar. C’è da dire che quest’edizione è una bella partita, piena di dubbi e incertezze su chi riuscirà a portarsi a casa gli ambiti premi. I precursor (SAGA, Golden Globe, PGA) hanno riservato moltissime sorprese rendendo incerti i risultato e le ipotesi su chi si aggiudicherà la statuetta nella notte tra il 25 e il 26 Aprile.

A causa della pandemia dovuta dal COVID-19, questa Award Season è stata posticipata di due mesi rispetto al solito, per permettere a più film possibili di uscire in sala.

Il super favorito per la vittoria a Miglior Film tuttavia resta Nomadland, che potrete vedere dal 30 Aprile su Disney Plus, che ha già praticamente la vittoria per la regia in tasca per Chloe Zhao, ma potrebbe essere un degno avversario anche Minari o Il Processo ai Chicago 7.

Dunque, cimentiamoci anche noi in un ripasso delle nomination e azzardiamo quelli che potrebbero essere i vincitori di questa 93esima edizione degli Academy Awards e vi diciamo anche quelli che secondo noi meriterebbero di più.

Qui sotto vi lasciamo tutti i nostri pronostici, fateci sapere nei commenti cosa ne pensate.

Partiamo dalla categoria più importante:

Miglior film:

  • Il Processo ai Chicago 7
  • Nomadland
  • Promising Young Woman
  • Sound of Metal
  • Judas and the Black Messiah
  • Minari
  • Mank
  • The Father

Vincerà: Nomadland

Outsider: Minari o Il Processo ai Chicago 7

Meriterebbe: The Father

The Father è in assoluto uno dei film più belli, coinvolgenti e innovativi degli ultimi anni. Con una narrazione completamente stravolgente e regia brillante. Benché il livello quest’anno sia medio alto e film come Nomadland, Sound of Metal o Promising Young Woman non hanno nulla a che invidiare. È impossibile non dare merito a un film incredibile, che sceglie una tematica estremamente complessa come la malattia e la mette a servizio del cinema, tra l’altro pensando che l’opera di Florian Zeller è tratta dall’omonima piéce teatrale non si può far altro che alzare le mani.

Miglior Regista

  • Lee Isaac Chung– Minari
  • Emerald Fennell – Promising Young Woman
  • David Fincher – Mank
  • Thomas Vinterberg – Un altro giro (Druk)
  • Chloé Zhao – Nomadland
La nostra favorita: Chloé Zhao

Vincerà: Chloé Zhao

Outsiders: Lee Isaac Chung, Thomas Vinterberg

Meriterebbe: Chloé Zhao

La vittoria della Zhao alla regia sembra già decretata dalle nomination, con tutti i precaursor già vinti sembra oramai scontata la vittoria della regista. Che con questa vittoria sarebbe ufficialmente la seconda regista dona a portarsi a casa la statuetta in novantatre edizioni degli academy awards dopo Kathryn Bigelow per l’indimenticabile The Hurt Locker. Per quanto Lee Isaac Chung e Thomas Vinterberg potrebbero essere i vincitori a sorpresa.

Miglior Attore Protagonista

  • Rhiz Ahmed – Sound of Metal
  • Anthony Hopkins – The Father
  • Chadwick Boseman – Ma Rainey’s Black Bottom
  • Gary Oldman – Mank
  • Steven Yeun – Minari
Il compianto Chadwick Boseman

Vincerà: Chadwick Boseman – Ma Rainey’s Black Bottom

Outsiders: Anthony Hopkins – The Father

Meriterebbe: Chadwick Boseman, Anthony Hopkins

Sembrerebbe che un oscar postumo al compianto Chadwick Boseman sia praticamente certo, l’unico ostacolo potrebbe essere Anthony Hopkins forte del BAFTA awards e di una straordinaria interpretazione. Difficile stabilire chi dei due se lo meriterebbe di più. Ma forse siamo un po’ più propensi al giovane Boseman che ci ha lasciati troppo presto.

Miglior Attrice Protagonista

  • Vanessa Kirby – Pieces of a Woman
  • Carey Mulligan – Promising Young Woman
  • Viola Davis – Ma Rainey’s Black Bottom
  • Andra Day – United States vs Billie Holiday
  • Frances McDormand – Nomadland
La nostra favorita, Carey Mulligan

Vincerà: Carey Mulligan

Outsiders: Viola Davis, Frances Mcdormand, Andra day

Meriterebbe: Vanessa Kirby
Questa categoria è totalmente un terno a lotto, le cerimonie dell’awards season hanno dato risultati completamente discordanti.  Il golden Globe è stato vinto da Andra Day, il Sag da Viola Davis e il Bafta da Francis Mcdormand. In questa categoria l’unica che sappiamo per certo tornerà a casa a mani vuote è Vanessa Kirby che diciamocelo sinceramente, dovrebbe essere la vincitrice.

Miglior Attore Non Protagonista

  • Sacha Baron Cohen – Il Processo ai Chicago 7
  • Daniel Kaluuya – Judas and the Black Messiah
  • Leslie Odom Jr. – One Night in Miami
  • Paul Raci – Sound of Metal
  • Lekeith Steinfield – Judas and the Black Messiah
Il nostro favorito, Daniel Kaluuya

Vincerà: Daniel Kaluuya

Outsiders: Sacha Baron Cohen

Meriterebbe: Daniel Kaluuya

Daniel Kaluuya ha vinto tutto. Impossibile se non altamente improbabile che possa tornare a casa a mani vuote nella notte di Lunedì. E non potremmo che essere più d’accordo.

Miglior Attrice Non Protagonista

  • Maria Bakalova – Borat Subsequent Moviefilm: Delivery of prodigious Bribe to American Regime for Make Benefit Once Glorious Nation of Kazakhstan
  • Glenn Close – Hillbilly Elegy
  • Olivia Colman – The Father
  • Amanda Seyfried – Mank
  • Yoon Yeo-Jeong – Minari
Yoon Yeo-Jeong

Vincerà: Yoon Yeo-Jeong

Outsiders: Maria Bakalova, Olivia Colman

Meriterebbe: Maria Bakalova
Anche questa è una partita difficile, ma sembra che Yoon Yeo – Jeong per la sua toccante interpretazione in Minari possa avere un vantaggio in più rispetto alle altre candidate. Potrebbe essere pericolosa anche Olivia Colman o Maria Bakalova. Permetteteci di dire che quest’ultima in Borat 2 è stata praticamente mostruosa e se lo meriterebbe a mani basse.

Miglior Sceneggiatura Originale

  • Will Berson e Shaka King – Judas and the Black Messiah
  • Lee Isaac Chung – Minari
  • Emerald Fennell – Promising Young Woman
  • Darius Mardere e Abraham Marder – Sound of Metal
  • Aaron Sorkin – The Trial of Chicago 7
Emerald Fennell

Vincerà: Emerald Fennell – Promising Young Woman

Outsiders: Judas and the black messiah, The Trial of Chicago 7

Meriterebbe: Promising Young Woman
La brillante commedia nera di Emerald Fennel potrebbe riservarci grosse sorprese durante la cerimonia. E siamo abbastanza convinti che potrebbe riuscire a vincere la statuetta. Però ricordiamo sempre che l’Academy ama parecchio i Biopic che potrebbero alzare l’asticella su una possibile vittoria del processo ai Chicago 7 e Judas and the Black Messiah. Noi continuiamo a sperare nella vittoria della regista inglese.

Miglior Sceneggiatura Non Originale

  • Ramin Bahrani – La tigre Bianca
  • Sacha Baron Cohen, Anthony Hines, Dan Swimer, Peter Baynham, Erica Rivinoja, Dan Mazer, Jena Friedman e Lee Kern  – Borat Subsequent Moviefilm: Delivery of prodigious Bribe to American Regime for Make Benefit Once Glorious Nation of Kazakhstan
  • Christopher Hampton e Florian Zeller – The Father
  • Kemp Powers – One Night in Miami
  • Chloé Zhao – Nomadland
Sacha Baron Cohen

Vincerà:  Borat Subsequent Moviefilm: Delivery of prodigious Bribe to American Regime for Make Benefit Once Glorious Nation of Kazakhstan

Outsiders: Nomadland

Meriterebbe: Borat Subsequent Moviefilm: Delivery of prodigious Bribe to American Regime for Make Benefit Once Glorious Nation of Kazakhstan

Diciamocelo, non ci lamenteremo se vincesse Nomadland, ma il seguito di Borat è davvero uno dei film più geniali del 2020, quindi vogliamo essere ottimisti e puntare tutto sulla sceneggiatura capitanata dal mitico Sacha Baron Cohen.

Miglior Film Internazionale

  • Un altro giro (Druk) – Thomas Vinterberg (Danimarca)
  • Collective – Alexander Nanau (Romania)
  • The Man Who Sold His Skin – Kaouther Ben Hania (Tunisia)
  • Quo Vadis, Aida? – Jasmila Zbanic (Bosnia ed Erzegovina)
  • Shàoniàn de ni – Derek Tsang (Hong Kong)

Vincerà: Un altro giro

Outsiders: Quo Vadis, Aida?

Meriterebbe: Un altro giro

Con Minari fuori dai giochi sembra praticamente scontata la vittoria del film danese. Ma abbiamo gli occhi puntati anche sul film Bosniaco Quo Vadis Aida.

Miglior Film D’animazione

  • Onward – Oltre alla magia
  • Over The Moon – Il fantastico mondo di Lunaria
  • Shaun, vita da pecora: Farmageddon
  • Soul
  • Wolfwalkers – Il popolo dei lupi

Vincerà: Soul

Outsiders: /

Meriterebbe: Soul

Benché Wolfwalkers sia un degno rivale Soul è imbattibile.

Miglior Fotografia

  • Judas and the Black Messiah
  • Mank
  • Il processo ai chicago 7
  • Nomadland
  • Notizie dal mondo

Vincerà: Nomadland

Outsiders: Mank

Meriterebbe: Mank
Sui premi tecnici non c’è molto da dire in quanto i precarsor dicono e non dicono, diciamo che i nostri pronostici si basano analizzando quelle che di solito sono le tendenze dell’academy. Che di solito premia sempre una fotografia più naturalistica. Per questo diciamo Nomadland, ma occhio a Mank! Che sinceramente meriterebbe pure di più..

Miglior Montaggio

  • Il Processo ai Chicago 7
  • The Father
  • Sound of Metal
  • Promising Young Woman
  • Nomadland

Vincerà: The Father

Outsiders: Sound of Metal

Meriterebbe: The Father
Sfida difficile, ma ci sentiamo di spezzare una lancia in favore del capolavoro di Florian Zeller.

Miglior Scenografia

  • Mank
  • Notizie dal mondo
  • Tenet
  • The Father
  • Ma Rainey’s Black Bottom

Vincerà: Mank

Outsiders: Tenet, Notizie dal mondo

Meriterebbe: Mank
Anche qui una sfida difficile, ma Mank sta un passo avanti a tutti gli altri candidati.

Miglior costumi

  • Emma
  • Pinocchio
  • Mulan
  • Ma rainey’s Black Bottom
  • Mank

Vincerà: Pinocchio

Outsiders: Mank, Emma

Meriterebbe: Pinocchio
Permetteteci di essere patriottici e di votare per la nostra rievocazione della favola di Pinocchio diretta sapientemente dal sempre bravo Matteo Garrone.

Miglior trucco e acconciatura

  • Pinocchio
  • Elegia Americana
  • Emma
  • Ma rainey’s Black Bottom
  • Mank

Vincerà: Pinocchio

Outsiders: Mank, Elegia Americana

Meriterebbe: Pinocchio
Anche qui, vogliamo sperare che Pinocchio si porti a casa l’ambita statuetta, ma non avremmo nulla in contrario se vincesse Mank.

Miglior Effetti Speciali

  • L’unico e insuperabile Ivan
  • Mulan
  • Tenet
  • The Midnight Sky
  • Love and Monsters

Vincerà: Tenet

Outsiders: Love and Monsters

Meriterebbe: Love and Monsters
Love and Monster è la vera sorpresa dell’anno, sarebbe davvero un peccato non premiare i raffinati effetti speciali di questa brillante commedia. Ma siamo più sfiduciati su un eventuale vittoria di Tenet.

Miglior Colonna sonora

  • Da 5 Bloods
  • Minari
  • Notizie dal mondo
  • Mank
  • Soul

Vincerà: Soul

Outsiders: Minari

Meriterebbe: Soul
Trent Reznor e Atticus Ross non deludono mai e siamo iper confidenti sulla loro vittoria per Soul.



Miglior Canzone originale

  • Fight for You – Jodas and the Black Messiah
  • Hear My Voice – Il processo ai Chicago 7
  • Husavik – Eurovision Song Contest
  • Io sì – La vita davanti a sè
  • Speak Now – One Night in Miami

Vincerà: Io Sì – La vita davanti a sé

Outsiders: Hear My Voice

Meriterebbe:

Miglior sonoro

  • Soud of Metal
  • Notizie dal mondo
  • Greyhound – Il nemico Invisibile
  • Mank
  • Soul

Vincerà: Sound of metal

Outsiders: Soul

Meriterebbe: Sound of Metal
Se non vince Sound of Metal, ci incazziamo. PESANTEMENTE! E chi ha visto il film può immaginare il perché.

Miglior documentario

  • El agente topo
  • Collective
  • Crip Cramp
  • Il mio amico in fondo al mare
  • Time

Vincerà: Crip Cramp

Outsiders: Collective

Meriterebbe: /
Non essendo riusciti a recuperare i documentari ci basiamo su quelli che sono di solito i pronostici per il genere. La vittoria al Sundance potrebbe essere un buon auspicio per Crip Cramp.

Miglior Cortometraggi

  • Feeling Through
  • The Letter Room
  • The Present
  • Due Estranei
  • White Eye

Vincerà: Two Strangers

Outsiders: Feeling Through

Meriterebbe: Two Strangers

Miglior cortometraggio d’animazione

  • Genius Loci
  • Jà-Fòlkio
  • Opera
  • Se succede qualcosa, vi voglio bene
  • La tana

Vincerà: Se succede qualcosa, vi voglio bene

Outsiders: Genius Loci

Meriterebbe: Se succede qualcosa, vi voglio bene

Miglior cortometraggio documentario

  • Colette
  • A Concerto is a Conversation
  • Do not Split
  • Hunger Ward
  • A Love Song for Latasha

Vincerà: A Concerto is a Conversation

Outsiders: Hunger Ward

Meriterebbe: Hunger Ward

Share and Enjoy !

0Shares
0 0