Film Home Video Recensioni Recensioni Film

Spie sotto copertura: Due piccioni con una fiala – Recensione

Dai creatori di L’Era Glaciale, Rio e Ferdinand, esce nel 2019 Spie sotto copertura, da poco disponibile anche in Blu Ray e DVD per il mercato home video: un’avventura con un cast stellare, ricca di azione e humor.
La sigla iniziale sembra, a tutti gli effetti, quella di un film d’azione e spionaggio alla James Bond, ma lascia intuire il taglio comico del film, grazie ai simpaticissimi piccioni. Ebbene sì, perché i piccoli pennuti sono i co-protagonisti dell’animazione. Infatti, visto il grande successo del corto animato Pigeon:Impossible, del 2019, gli stessi registi hanno voluto esagerare, ampliando la trama e unendo la simpatia dei piccioni all’universo tecnologico e ingegnoso delle spie.

Trama

Lance Sterling (Will Smith) è la spia più famosa e ricercata del mondo, il suo stile è impeccabile, come il suo aspetto: affascinante, agile, elegantissimo. È un uomo tutto d’un pezzo che preferisce gestire le situazioni da solo: lui non ha bisogno di aiuto. Del resto non fallisce mai una missione, è una garanzia nel suo campo e si destreggia abilmente tra idee geniali e tecnologia all’avanguardia. Dietro tutto questo c’è non solo la sua competenza, ma un team di scienziati e ricercatori che testano nuove e più efficienti armi per gli agenti sul campo. Tra questi il giovanissimo Walter Becket (Tom Holland), inventore di cose bizzarre fin da piccolo, vero genio precoce, lavora nel laboratorio di innovazione tecnologica, ma è troppo imbranato per essere preso sul serio. Walter non ama la violenza, non vuole che le sue armi facciano del male alle persone, nemmeno se sono i cattivi, li vuole distrarre con bombe di glitter rosa e filmati di teneri gattini, per permettere la fuga e mantenere salva la vita.

Uno strano scherzo del destino trasforma Lance in un piccione, che neanche sa volare, questo lo porta ad ammettere di non poter risolvere tutto da solo e a collaborare con il giovane scienziato in erba, che si trova di fronte a sfide sul campo sempre più difficili. Ma la disavventura porta i due a scoprire anche che l’essersi trasformato in piccione potrebbe essere la miglior copertura che una spia possa avere, bisogna solo prendere dimestichezza con le nuove armi a disposizione: la capacità di passare inosservato tra tanti suoi simili (non a caso uno degli scenari scelti è stata piazza San Marco a Venezia con i suoi iconici piccioni), una visuale a 360 gradi per cui nulla sfugge al suo sguardo, la facoltà di percepire la luce ultravioletta e la velocità, infatti, contro ogni aspettativa, è tra gli uccelli più veloci al mondo e per questo vede tutto ad una velocità superiore.

Come in un film di spionaggio che si rispetti le cose si complicano e Lance si trova a poter contare solo su se stesso (e, solo dopo molti sforzi, anche su Walter) per risolvere il grosso impiccio in cui si trovano immischiati: l’antagonista è un pericoloso criminale con una mano robotica, capace di cambiare le fattezze del suo volto, che gli ha messo contro i suoi stessi alleati e una squadra del FBI, piuttosto sopra le righe, che sta indagando su di lui.

 

In definitiva, Spie sotto copertura è un’ottimo prodotto, innanzitutto per la realizzazione grafica, la sigla e le dinamiche di trama, come in un vero film di spionaggio, con piccole citazioni qua e là; in secondo luogo il cast stellare ci fa sognare in 2D attori già visti in altri panni, ma che mantengono intatte gestualità e capacità attoriali, qui sono capaci di cose straordinarie, come solo i film di animazione sanno regalare, con un pizzico di quella comicità che fa appassionare grandi e piccini. Senza dubbio rientra nella categoria dei Buddy movies, infatti, il fulcro di tutto è la collaborazione e l’amicizia: l’evoluzione dei due protagonisti che, unendo le forze, riescono non solo nell’obiettivo finale di distruggere il nemico, ma anche nella risoluzione delle proprie situazioni personali. Lance si trova con il più assurdo e improbabile dei compagni di viaggio, ma capisce di non conoscerlo davvero e che è molto di più di ciò che appare ai suoi occhi, impara a non concentrarsi solo su se stesso, ma che può ottenere grandi risultati grazie alla collaborazione, non solo quella degli esseri umani! D’altro canto Walter impara la fiducia in se stesso e si trova di fronte alla sua sfida etica personale sul non uccidere.

In conclusione, è un film d’animazione che racchiude anche messaggi molto profondi, che vengono dipanati con leggerezza, ironia e la giusta dose di azione.
E poi ci sono i piccioni <3

Dati Tecnici

Titolo Originale: Spies in Disguise
Genere: Animazione
Regista: Troy Quane, Nick Bruno
Anno: 2019
Paese: USA
Durata: 101 minuti
Data di uscita: 25 dicembre 2019
Distribuzione: 20th Century Fox Italia
Produzione: Blue Sky Studios

*Recensione effettuata grazie al Blu Ray inviatoci dal publisher

Spie sotto copertura

19,99€
7.5

Voto Serial Gamer Italia

7.5/10

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Potrebbero anche interessarti