Anteprime Nintendo Nintendo Switch Speciali

Xenoblade Chronicles 2 – Presentazione al Videogames Party

Xenoblade Chronicles 2

Negli scorsi giorni siamo stati invitati da Nintendo all’evento milanese nel quale la compagnia ha mostrato la sua line-up di titoli in arrivo per le console 3DS e Switch, chiamato Nintendo Showcase, tenutosi al Videogames Party in viale Montenero 78, ed in questo articolo vi parleremo di uno dei quattro titoli presentati in sede di conferenza, ossia Xenoblade Chronicles 2.

Dopo aver parlato di Super Mario Odyssey e Yoshi, Filippo Ghisolfi, portavoce di Nintendo of Europe, ha approfondito alcune feature e meccaniche presenti nel nuovo JRPG sviluppato da Monolith Soft che succede a Chronicles e Chronicles X, i quali hanno fatto vedere grandi cose su Wii e Wii U.

La presentazione

Innanzitutto la build mostrata dal portavoce di Nintendo era abbastanza datata, lungi da essere quella definitiva, dunque con alcuni difetti grafici e diverse problematiche tecniche, anche se l’obiettivo di questa presentazione era senza dubbio mostrare le caratteristiche e novità che gli sviluppatori hanno apportato al nuovo capitolo della serie.

Detto ciò nel corso dell’evento si è parlato principalmente del gameplay di Xenoblade Chronicles 2, titolo che vedrà come protagonista Rex, un Driver, una persona in grado di “personificare” alcuni cristalli speciali creando delle armi chiamate blade, e un commerciante, che baserà le sue fortune sul recupero di oggetti dai vari titani su cui si sposterà e che saranno le ambientazioni su cui si svolgerà il gioco.

Il personaggio principale del nuovo Xenoblade avrà a disposizione moltissime abilità tutte favorite dalla presenza dei Joy-Con che renderanno quest’ultime più immediate, dato che le principali saranno assegnate ai tre tasti del controller destro X, Y e B, che potranno essere cambiate a piacimento a seconda della blade utilizzata diversificandosi rispetto ai precedenti capitoli nei quali erano presenti tutte le abilità nella parte bassa dello schermo.

Inoltre queste mosse si ricaricheranno tramite gli attacchi normali e, a loro volta, riempiranno la barra dell’abilità elementale che potrà essere usata con la pressione del pulsante A, ovviamente una volta caricata, per poi reiterare il procedimento.

Questa sarà solo una parte delle Art utilizzabili, infatti saranno presenti anche quelle legate alle Blade, numerosissime nel titolo, e saranno affidate ai tasti del Joy-Con sinistro con la possibilità, anche in questo caso, di scambiarle a proprio piacimento a seconda dell’arma che utilizzeremo.

Soffermandosi sulle Blade presenti, quest’ultime saranno davvero un’infinità, dopo la prima presentata nella conferenza, Pyra, con abilità di fuoco e spada infuocata, che sarà probabilmente una delle più importanti per il protagonista, successivamente sono state anche mostrate Shuraya, un personaggio femminile con un cannone utile per gli attacchi a distanza, e Fudor, basato principalmente sui colpi corpo a corpo con una possente ascia di ghiaccio; queste sono solo alcune delle Blade disponibili che potranno essere ricavabili dai Core Crystal recuperabili in battaglia oppure sbloccabili attraverso alcune missioni o collezionabili e poi equipaggiabili in tre appositi slot.

Così come le normali abilità anche le armi avranno slot ricaricabili e si potrà usare una Blade per volta mentre le altre due si rigenereranno, inoltre con i tasti ZL e ZR sarà possibile richiamare gli altri personaggi con le rispettive armi e le proprie mosse elementali.

Non mancheranno anche le meccaniche di potenziamento dei personaggi, ognuno personalizzabile e livellabile, con la possibilità di scegliere differenti abilità e, come detto in precedenza, diverse Blade, anche queste potenziabili, per dar maggior scelta al giocatore e rendere Xenoblade Chronicles 2 sempre più stratificato.

Infine, prima di mostrare la fase di combattimento più importante della demo, ossia un boss di fine livello, il portavoce ha svelato anche la presenza di cacciatori di taglie, anch’essi Driver con la propria Blade, che andranno sfidati cercando di sopravvivere per avere delle succulente ricompense; nella versione mostrata quest’ultimo era accanto ad una bacheca dove probabilmente si potevano trovare annunci e missioni secondarie per sbloccare ulteriori oggetti e ricevere esperienza in più.

Xenoblade Chronicles 2

L’importanza delle combo

Dopo aver descritto le possibilità che avremo in combattimento soffermiamoci proprio sullo svolgimento di quest’ultimo.

Innanzitutto il nuovo titolo di Monolith porterà alcune differenze rispetto ai suoi predecessori, tra cui alcuni sui movimenti, dato che il personaggio quando si attaccherà rimarrà fermo, costringendoci a conoscere il range e la varietà dei nostri colpi alla perfezione, e non saranno più presenti gli indicatori sopra ai nemici; questa è una delle principali diversificazioni da Xenoblade Chronicles e Xenoblade Chronicles X, dato che toccherà al giocatore capire e riconoscere se l’animale davanti a lui sarà ostile o no, a differenza dei titoli appena citati in cui vi era un simbolo sopra la testa degli ostili che segnalava la loro pericolosità.

Tutto ciò che vi abbiamo descritto in precedenza, è stato mostrato nella parte finale della presentazione dedicata a Xenoblade Chronicles 2, nel quale il portavoce ha mostrato una boss fight di fine livello, nella quale abbiamo potuto osservare l’importanza delle combo e della concatenazione delle varie abilità e mosse che si avranno a disposizione.

Infatti, quando saremo in combattimento, in alto a destra sarà presente una sorta di albero delle mosse che farà vedere le varie possibilità di concatenare alcune delle nostre abilità, per esempio si partirà da una mossa specifica sbloccando il seguente ramo, usando l’abilità adatta otterremo effetti aggiuntivi e così via.

Presenti anche molte combo e meccaniche prese dai titoli precedenti, come le mosse Break-Top-Launch, che concederanno al giocatore, se eseguite a dovere, alcuni vantaggi per colpire indisturbati i nemici.

Xenoblade Chronicles 2

Immediato e allo stesso tempo vario

Ciò che è stato fatto vedere in sede di conferenza è stato tutto molto positivo, il titolo sembra molto centrato nel suo obiettivo di migliorare rispetto ai suoi predecessori, andando a rendere tutto più immediato con l’uso perfetto dei Joy-Con e degli otto tasti su cui si spalmeranno le abilità del giocatore e delle Blade, andando a rendere più rapido e facile il gameplay, che ovviamente gioverà delle combo e delle varie e infinite possibilità di gestire le proprie mosse, al fine di ottenere una strategia vincente anche contro il più ostico dei nemici.

Non ci resta che attendere la fine dell’anno, quando Xenoblade Chronicles 2 sarà disponibile su Nintendo Switch, e tutti gli amanti della serie e non potranno averlo tra le mani e consumarlo a suon di combo.

Alessandro Reppucci

Senior Editor e responsabile YouTube di Serial Gamer, da sempre innamorato follemente dei videogames, dai 5/6 anni in poi ha macinato giochi su giochi di ogni genere.

Potrebbero anche interessarti