Anteprime Nintendo Nintendo Switch Speciali

Yoshi: una nuova avventura in un mondo di cartone – Anteprima

Yoshi

Può esservi sfuggito il nuovo titolo dedicato a Yoshi, annunciato il 13 giugno alla conferenza Nintendo Spotlight durante l’E3 2017: il trailer ufficiale potreste già averlo visto nella news dedicata e pubblicata in occasione del nostro Coverage Live delle conferenze E3 2017, ma quello di cui parleremo in modo più approfondito è il gameplay presentato in differita dal palco di Los Angeles.

“Yoshi” non sarà solo il golosissimo dinosauro protagonista della nuova avventura costruita su piattaforme e stradine piene di pericoli, disponibile in data da definire nel corso del 2018 per Nintendo Switch, ma sarà il titolo stesso del gioco. Sarà inoltre possibile destreggiarsi tra i nemici sia da soli, sia chiedendo l’aiuto di un amico e di Yoshi rosso per collaborare alla buona riuscita dell’esplorazione di un nuovo grande mondo sdoppiato!

Ebbene sì, come annunciato all’inizio del filmato, bisogna sempre “conoscere anche l’altro lato della medaglia“, letteralmente: il piccolo avventuriero potrà accedere anche ad una dimensione speculare rispetto alla realtà, in cui ogni cosa è capovolta, partendo dagli edifici e concludendo con tocchi di stile, come poter osservare da dietro anche i fiorellini che si collezionano durante i livelli.

Ciò che conta è la scelta del materiale

Forse facendo richiamo a Yoshi Woolly World, anche nel nuovo titolo Nintendo il mondo è interamente costruito con un unico materiale, che in questo caso è il cartone; al contrario del vecchio gioco appena citato però i personaggi si distinguono dalla sfondo perché sono raffigurati nel modo classico simile ai peluches.

La finezza sta nel rappresentare tutto allo stesso modo, quindi i mostri più grandi e alcune trappole a tempo ben visibili alla fine del video presentano il classico profilo ondulato del cartone e addirittura lo spessore è ottenuto unendo tra loro più fogli, proprio come succederebbe se volessimo riprodurlo nella vita reale.

Allo stesso tempo, i dettagli meno importanti del paesaggio sono raffigurati come foglietti ritagliati e addirittura quando si ha accesso al “mondo sul retro” sono visibili i pezzi di scotch che tengono unite le parti e i pezzi di carta colorati e incollati in modo che da davanti si veda una texture bella distesa (insomma viene voglia di costruirne una riproduzione in casa, usando gli stessi materiali di riciclo come rotoli di carta igienica finiti o vecchie scatole di merendine!).

La colonna sonora anche in questo caso è costituita da un semplice motivetto ripetitivo, che trasmette allegria e spensieratezza.

Aaaaaaaaaaaah – Pom!

Le meccaniche di base sono classiche e prevedono di spostarsi sia avanti che indietro nel livello, correndo o compiendo voli corti e impacciati, saltando per schivare i pericoli o per passare da una piattaforma all’altra. A questo si aggiungono le abilità principali di Yoshi: sfruttare la sua lunghissima lingua per catturare i nemici e inghiottirli, per poi deporre un uovo che potrà essere usato come arma a distanza con tanto di mirino; in questo modo si possono sconfiggere i nemici ma anche abbattere pareti fittizie da loro erette per proteggersi, stanandoli, o per scovare i segreti che celavano.

Diventano poi molto importanti sia la capacità di capire il ritmo di alcuni avvenimenti, come il passaggio di un treno o la chiusura della bocca di un coccodrillo per poter evitare di perdere vite, sia la possibilità di esplorare il secondo lato del mondo, in cui tutto è capovolto e probabilmente Yoshi possiede capacità leggermente diverse.

Sarà presente anche un nuovo tipo di sfera, che il dinosauro può inghiottire e lanciare così che si appiccichi all’altezza opportuna su un piano verticale, in modo da costruirsi una specie di scaletta per arrivare più in alto. Si può altrimenti sfruttare l’aiuto di un amico, ricordandosi però di non  lasciarlo troppo indietro poiché se uno dei due esce dallo schermo muore e ritorna sotto forma di ovetto volante che bisogna catturare per concedergli un’altra possibilità. Se entrambi i giocatori esauriscono le vite allo stesso tempo, si dovrà ricominciare il livello.

Yoshi

In Yoshi mancano…

Mancano ancora numerose funzionalità, ad esempio non è ancora chiaro cosa si possa comprare coi soldi accumulati, non è nota la mappa di gioco e non si sa se è possibile cambiare il colore al personaggio, ma Yoshi sembra già a buon punto dello sviluppo e confidiamo nella pubblicazione di una demo giocabile entro la fine dell’anno!

Silvia Caselli

Gamer durante il giorno, pasticcera la sera, ghiro durante la notte. Ah! Anche giornalista presso Serialgamer.it

Potrebbero anche interessarti