Anteprime Multipiattaforma PC PlayStation 4 PlayStation 4 Pro Speciali Xbox One Xbox One X

Skull & Bones: corpo di mille balene! – Anteprima

Skull & Bones

Chi ha avuto l’opportunità di seguire il nostro Coverage Live delle conferenze E3 2017, avrà sicuramente già sentito parlare di Skull & Bones, nuovo titolo presentato sul palco di Ubisoft il 12 giugno attraverso due trailer che mostrano rispettivamente l’annuncio ufficiale del gioco, previsto per l’autunno del 2018, e un primo assaggio del gameplay.

Come è possibile evincere dalle prime notizie riportate che riguardano l’opera di Ubisoft Singapore, disponibile tra le nostre news pubblicate in tempo reale durante lo show di Los Angeles, Skull & Bones si dimostra essere un action multiplayer di genere piratesco ambientato nel XVIII secolo di tutto rispetto, in cui ogni giocatore avrà il controllo di un vascello e il suo scopo, nella modalità presentata, sarà quello di recuperare la maggior quantità di ricchezze possibili, per poi darsela a gambe prima dell’arrivo degli inseguitori: vincerà quindi il team che avrà effettuato più razzie, assicurandosi sia la salvezza che il bottino più prestigioso.

Andiamo dunque ad analizzare più nel dettaglio quelli che sono gli aspetti più interessanti mostrati durante l’annuncio ufficiale del titolo, cercando allo stesso tempo di comprenderne al meglio le meccaniche e gli aspetti che lo contraddistinguono.

Skull & Bones: un gameplay da lupi di mare

Durante le prime scene del gameplay  pre-alpha, ci viene descritto ciò che sembra essere l’ambientazione del gioco o, quanto meno, quella di uno degli scenari che saranno disponibili al momento del rilascio ufficiale: ci troviamo in Madagascar, nello specifico nelle acque basse di un’importante rotta commerciale molto trafficata che offre varie opportunità per ottimi scambi di merci… A colpi di cannone!

La modalità che ci viene mostrata è appunto “Loot Hunt” (Caccia al Bottino) e consiste in uno scontro multigiocatore PvP 5 vs 5 in cui l’obiettivo è, come descritto in precedenza, quello di procurarsi le ricchezze dei vascelli mercantili attaccando le navi presenti nelle acque dell’ambiente di gioco e affondandole.

Skull & Bones loot

La battaglia che avrà luogo sarà quindi molto variegata e saranno presenti più fronti: due di questi saranno costituiti dai team di pirati impersonati dai giocatori, uno per vascello, che dovranno contendersi il dominio del territorio e il terzo, quello dei mercanti guidati dall’IA, che cercheranno di difendere i loro averi a costo della vita, rendendo il lavoro dei saccheggiatori un vero inferno in mare.

In uno scontro così diversificato e complesso, è chiaro che la strategia, una scelta dei movimenti accurata ed intelligente e un piano d’attacco ben congegnato da parte dei giocatori, saranno le unità di misura che decreteranno a conti fatti il team migliore che inevitabilmente, proprio grazie a queste ultime qualità, uscirà vincitore dal match.

Alcuni esempi di quanto appena descritto, ci vengono forniti proprio nello stesso video di gameplay, che potete visualizzare qui di seguito.

In Skull & Bones sono presenti infatti meccaniche che favoriscono appunto un approccio strategico alla battaglia; un esempio concreto è la torre di vedetta, presieduta dall’osservatore che il giocatore potrà impersonare per guardarsi meglio attorno e comprendere al meglio il posizionamento delle navi avversarie e i relativi spostamenti, in modo tale che possa organizzarsi di conseguenza.

Si potranno anche sfruttare a proprio vantaggio sia le correnti che la direzione del vento, in modo tale da acquisire un importantissimo vantaggio, dovuto ad un incremento di velocità nei propri spostamenti, che permetterà di avere la meglio durante eventuali inseguimenti o fughe.

Nelle fasi finali di gioco entra poi in campo una quarta fazione, che si aggiunge alle tre già presenti, quella dei “Pirates Hunters” (Cacciatori di Pirati), con navi così potenti e corazzate da essere descritte come inaffondabili; l’entrata in scena di questi inseguitori decreterà la fine del tempo della partita e bisognerà fuggire il più velocemente possibile portandosi dietro ciò che si è riusciti a recuperare.

Una possibile strategia che potrebbe salvare la pelle al team, consisterebbe nel sacrificare l’imbarcazione che è riuscita a recuperare meno bottino lasciandola in pasto ai temuti cacciatori, in modo che tutti gli altri guadagnino tempo prezioso per fuggire con le minori perdite.

La spada e il corvo in mare

Ovviamente, non si tratta di un gioco puramente strategico: la componente action di Skull & Bones si promette infatti davvero coinvolgente e in grado di offrire molte soddisfazioni.

Una volta selezionato il proprio bersaglio e studiato il proprio approccio sarà infatti possibile sferrare diversi tipi di attacco: da una classica e devastante bordata, ad un più lungo ma altrettanto efficace bombardamento dalla distanza grazie ai cannoni di prua ed ai tiri di precisione; per gli amanti dell’assalto diretto, ci sarà anche la possibilità di sfondare letteralmente lo scafo delle imbarcazioni avversarie tramite l’ausilio dello sperone della propria nave, causando ingenti danni.

Skull & Bones

Tuttavia non è finita qui, è prevista infatti anche una meccanica di abbordaggio effettuabile nel momento in cui l’avversario sarà gravemente danneggiato, tramite la quale si potrà spedire i propri uomini direttamente al saccheggio ed alla distruzione dei malcapitati recuperando così provviste e scorte che contribuiranno alla riparazione del proprio vascello che potrebbe aver subito dei danni durante lo scontro a fuoco.

Come giustamente ci comunica la voce narrante durante il filmato di gameplay, bisogna sempre tener presente la modalità a cui si sta giocando: se si tratta di un match “Loot Hunt” come quello osservato, è necessario prestare particolare attenzione al recupero del bottino, altrimenti si rischierà di rimanere a bocca asciutta poiché sarà proprio la quantità di quest’ultimo a fare la differenza tra la vittoria e la sconfitta.

…E una bottiglia di rum!

Skull & Bones

Per quanto ciò che abbiamo tra le mani siano solamente un paio di video di una versione pre-alpha, siamo comunque in grado di decretare che la grafica si preannuncia davvero suggestiva e ben curata anche nei minimi dettagli, con una balistica dei colpi di cannone che sembra studiata in modo ottimale, rendendo il tutto il più possibile realistico ed avvincente per qualunque amante del genere piratesco.

Durante gli ultimi secondi del trailer ufficiale di lancio, è possibile osservare l’arrivo di quello che sembra essere l’Olandese Volante, con annessa la figura del Kraken, la cui sagoma è visibile grazie ad una panoramica dall’alto di una scialuppa con a bordo uomini nell’intento di recuperare un bottino.

Non si è tutt’ora certi di cosa questa scena possa rappresentare: se si trattasse di un elemento in game, allora potrebbero essere in fase di sviluppo meccaniche che prevedono evocazioni o abilità speciali di qualche genere utilizzabili a questo punto durante gli scontri o, almeno, in alcuni tipi di questi; oppure potrebbe trattarsi molto più semplicemente di una dedica al film “I Pirati dei Caraibi”, in cui, in una scena molto simile a quella riprodotta nel gioco, un piccolo vascello mercantile viene affondato brutalmente dal Kraken dopo che un membro dell’equipaggio recupera il cappello di Jack Sparrow che è stato maledetto dal capitano David Jones.

In ogni caso, se si considera che la maggior parte degli elementi che costituiranno il gioco sono ancora da definire, ciò che Skull & Bones sarà in grado di offrire potrebbe essere davvero notevole e capace di far rimanere a bocca aperta tutti i fan del genere, pertanto è sicuramente un titolo da tenere sott’occhio.

Vi segnaliamo infine che è possibile registrarsi a questo indirizzo per avere accesso alla beta del titolo, in modo tale da poter provarlo provare direttamente e farvi un’idea prima di procedere, una volta che sarà uscito nella sua versione definitiva, ad un eventuale acquisto.

Skull & Bones

Continuate dunque a seguirci per rimanere aggiornati sulle ultime novità riguardanti la nuova opera di Ubisoft Singapore che sarà disponibile per l’autunno 2018 per PC, PlayStation 4 e Xbox One.

Paolo Manini

Deputy Editor e Webmaster di Serial Gamer: anni di esperienza in videogiochi e siti web, tra un articolo e l'altro mi diverto a fare il gesto dell'ombrello a server e CMS vari.

Potrebbero anche interessarti