Serial Gamer Logo
Logo serial gamer
2

League of Legends European Championships: chi può fermare i Rogue?

3 Feb 2022 | eSport, News

Condividi sui Social!

In pieno svolgimento la LEC, acronimo che sta per League of Legends European Championships ovvero una delle competizioni più importanti dell’anno e una delle favorite dei bookmaker, che stanno rispondendo all’entusiasmo degli scommettitori offrendo quote e mercati di scommessa davvero interessanti. Le scommesse su League of Legends e gli eSport in generale, sono infatti un nuovo trend che è venuto per restare, anche nel nostro Paese.

Nell’attesa che nel prossimo fine settimana si svolga l’ottavo turno della competizione possiamo andare ad analizzare i principali favoriti sia per la prossima giornata che per la vittoria finale.

Sfida al vertice tra Rogue e G2 Esports
Fino a questo momento del LEC, i grandi favoriti alla vittoria finale sono i Rogue, l’unico team capace di vincere sette sfide su sette. Una “winning streak” impressionante visto che League of Legends è un campo di battaglio tutt’altro che semplice anche per chi sulla carta ha i favori del pronostico.

Nel prossimo fine settimana gli impegni della squadra capolista sono davvero dicotomici. Si parte subito con il big match del weekend visto che i primi in classifica Rogue affronteranno i G2 eSports che attualmente inseguono in seconda posizione con 5 punti ed uno score di 5 a 2 fino a questo momento.

Sulla carta dunque si potrà vedere se la forza dei Rogue è davvero inarrivabile da tutti gli altri team e che li porterebbe ad essere i super favoriti anche per la parte finale della competizione che si svolgerà tra il 25 di marzo ed il 9-10 di Aprile.

Nel caso in cui la striscia vincente continuasse anche contro i G2 eSports, per i Rogue nell’appuntamento successivo c’è solo il rischio di sottovalutare l’impegno successivo visto che dovranno vedersela con gli Astralis, ad oggi la squadra che ha perso tutte e sette le giornate disputate fino ad oggi della League of Legends (avete letto la nostra recensione sullo spin-off Ruined King?) European Championships.

Il classico testacoda che non dovrebbe, teoricamente, comportare alcuna sorpresa ma a volte, e lo abbiamo anche visto nel calcio ed in altri sport, sottovalutare eccessivamente l’avversario da un punto di vista psicologico può comportare il clamoroso ribaltamento di tutti i pronostici.

Il trio di campioni del Team Rogue
Il trio di campioni che sta portando tutti questi successi al Team Rogue è un mix di Europa dell’est e del sud. Il più recente acquisto della squadra è infatti il greco Markos “Comp” Stamkopoulos. arrivato nel team il dicembre scorso. Classe 2001 (il più giovane dei tre), Markos gioca a livelli competitivi dal 2015 ed ha militato nelle più importanti squadre europee. Prima di arrivare ai Rogue, è stato nel team Vitality per due stagioni.

Adrian Trybus (Trymbi il suo nickname) è con la squadra invece dal novembre del 2020 e gli inizi ai massimi livelli europei di League of Legends risalgono al 2017. Nato in Spagna nel 2000, ma di nazionalità polacca, proviene dalla squadra satellite degli AGO Rogue e prima dagli SK Gaming Prime.

Completa il terzetto il più “vecchio” dei tre pro players di League of Legends visto che il rumeno Andrei Pascu (nickname Odoamne) è del 1995. E’ nel team Rogue dal 2020: prima di passare nella sua attuale squadra, è stato per oltre 2 anni nel team tedesco degli Schalke 04, ovvero la società nota ai più soprattutto per essere una squadra del campionato di calcio tedesco.

Comp, Trymbi e Odoamne sembrano dunque i favoritissimi per la vittoria finale di della LEC. Ma come accade in ogni competizione, ai pronostici bisogna sempre poi far seguire i risultati sul campo anche in quelli virtuali di League of Legends.

Condividi sui Social!

Alessandro Reppucci

Senior Editor e responsabile YouTube di Serial Gamer, da sempre innamorato follemente dei videogames, dai 5/6 anni in poi ha macinato giochi su giochi di ogni genere.

Alessandro Reppucci

Senior Editor e responsabile YouTube di Serial Gamer, da sempre innamorato follemente dei videogames, dai 5/6 anni in poi ha macinato giochi su giochi di ogni genere.

 Seguici su: