Logo Serial Gamer Cinema
Logo Serial Gamer Cinema
Discord Serial Gamer
2

Venom: La Furia di Carnage, guerra tra simbionti – Recensione

14 Ott 2021 | Cinema, Film, Recensioni, Recensioni Film

Condividi sui Social!

Tom Hardy e Venom tornano alla carica e questa volta lo fanno con Venom: La Furia di Carnage, il nuovo capitolo delle pellicole dedicate al simbionte per eccellenza, con questo seguito prende spunto dalle basi del suo predecessore per dar vita ad un’opera migliore e meglio architettata anche se non perfetta. Vediamo quanto di buono è presente nella nuova fatica di Andy Serkis e Sony Pictures, e se il regista sia riuscito questa volta a intrattenere il pubblico per tutta la durata del film.

Carnage contro Venom

Dopo le vicende del giornalista Eddie Brock e del simbionte narrate nel primo capitolo, Venom: La Furia di Carnage si concentra soprattutto sulla figura di Cletus Kasady (Woody Harrelson) che svolge il ruolo quasi di coprotagonista del film con la sua storia che colpisce: una difficile infanzia, contro tutto e tutti che lo ha portato a diventare un serial killer senza compassione e rimorso. Se da una parte abbiamo appunto la problematica storia di Cletus dall’altra abbiamo il ritorno del giornalista Eddie Brock che per sua sfortuna si ritrova a convivere con Venom riscontrando non pochi problemi nel quieto vivere che si trasformano ben presto in una (quasi) definitiva rottura a suon di gag, forse in alcuni momenti fin troppo esagerate.

venom la furia di carnage recensione film andy serkis tom hardy woody harrelson 3 Serial Gamer

Il tutto è finalizzato ovviamente all’incontro tra i due personaggi chiave della pellicola con l’opera che corre abbastanza nella prima parte per poi arrivare allo scontro decisivo dove la qualità generale migliora così come il ritmo consegnando agli spettatori un’epica lotta tra bene, se così si può chiamare, e male con la presenza di personaggi di contorno che da una parte e dall’altra provano a sostenere la causa.

venom 2 trailer Serial Gamer

Nuovo capitolo stessi problemi

Pur essendo un capitolo migliore del primo Venom: La Furia di Carnage eredita gli stessi difetti del suo predecessore non riuscendo a convincere appieno per via di una narrativa che risulta abbastanza banale e in alcuni casi scontata: sin dall’inizio si capisce dove il film vuole andare a parare con le due “vie narrative” che hanno come unico obiettivo quello di scontrarsi; è proprio qui che il film pecca maggiormente, visto che la trasformazione di Cletus in Carnage avviene in maniera fin troppo banale risultando un mero espediente narrativo che francamente poteva essere studiato decisamente meglio.
Per il resto tutta la pellicola cerca di intrannere con continui sketch e situazioni sopra le righe non prendendosi mai troppo sul serio, anche nello scontro finale per esempio fanno capolino delle sequenze che abbassano la tensione generale.
Sicuramente un fan datato del simbionte potrebbe storcere il naso per questa natura scanzonata della pellicola con il regista che ha provato a rendere il personaggio più accessibile a tutti senza esagerare con lo spargimento di sangue e situazioni più concitate.

Venom Let There Be Carnage Still 3 Everett H 2021 Serial Gamer

Il film come detto si basa soprattutto sul personaggio di Cletus e sulla trasformazione in Carnage, ed è proprio questo il punto più riuscito dell’opera a livello scenico e tecnico con le sequenze dove compare il simbionte rosso che sono sicuramente ben realizzate, così come lo scontro finale che regala sicuramente la parte più avvincente. I simbionti infatti sono realizzati ottimamente, risultando a mani basse il punto di forza del film, mentre meno qualitative sono le scene d’azione nelle quali non sono presenti particolari guizzi.

venom la furia di carnage film 2021 Serial Gamer

Un sequel migliore del predecessore

Venom: La Furia di Carnage compie discretamente il suo lavoro riuscendo ad intrattenere il pubblico per un’ora e mezza anche se eredita diverse problematiche del suo predecessore come la narrativa non perfetta. Il film è una continua alternanza tra buone idee e altre meno azzeccate riuscendo in ogni caso a portare a casa un risultato migliore del suo predecessore soprattutto grazie alle sequenze e alla realizzazione dei due simbionti. Ovviamente sarà presente la classica scena post credit che non vi spoileriamo ma che risulta decisamente interessante.

Venom: La Furia di Carnage

File votoVenom2 1 Serial Gamer

  • Regia 65 65
  • Fotografia 75 75
  • Montaggio 65 65
  • Interpretazioni 75 75
  • Sceneggiatura 60 60

Pro

  • Ottima realizzazione dei simbionti
  • Scontro finale

Contro

  • Narrativa un po’ scontata
Condividi sui Social!

Alessandro Reppucci

Senior Editor e responsabile YouTube di Serial Gamer, da sempre innamorato follemente dei videogames, dai 5/6 anni in poi ha macinato giochi su giochi di ogni genere.

Alessandro Reppucci

Senior Editor e responsabile YouTube di Serial Gamer, da sempre innamorato follemente dei videogames, dai 5/6 anni in poi ha macinato giochi su giochi di ogni genere.

 Seguici su: