Guide PlayStation 3 PlayStation 4 Speciali Xbox 360 Xbox One 1

Destiny: Furia Meccanica, come completare la sfida di Aksis

Dopo l’aggiornamento settimanale di Destiny anche il raid Furia Meccanica si è aggiornato al 390 con le sfide di Vosik e Aksis.

Nella scorsa guida relativa all’incursione aggiunta con i Signori del Ferro abbiamo analizzato e dispensato consigli su come completare la sfida di Vosik, in questo articolo invece vi guideremo passo passo per portare a termine quella finale di Aksis.

Lo scopo di questa challenge è di uccidere Aksis utilizzando la Supercarica, una tecnica basata nello scaricare il Vigore, un’aura che colpirà casualmente tre Guardiani nel corso del combattimento, su una delle tre piastre presenti nella mappa; questa tecnica dovrà essere ripetuta per tre volte (una per ogni teletrasporto di Aksis) in ciascuna fase di danno. Se mancherete anche solo uno dei tre teletrasporti comparirà un messaggio sulla sinistra che vi informerà del fallimento della sfida.

COME COMPLETARE LA SFIDA DI AKSIS

Come le precedenti sfide anche quella di Aksis è praticamente uguale alle precedenti, innanzitutto bisognerà dividersi in tre squadre da due Guardiani, che andranno a prendere il controllo delle piastre, quindi due a sinistra, due a destra e i rimanenti al centro.

Una volta posizionati si dovranno uccidere tutti gli stiletti, facendo attenzione ai teletrasporti di Aksis, fino alla comparsa dei Capitani Tecnosimbionti, che porteranno con loro dei cannoni elementali; un Guardiano per ogni team dovrà uccidere quest’ultimi ed entrare in possesso dell’arma per poter uccidere i Servitori che dovranno essere distrutti con il danno elementale corrispondente, quindi un Servitore ad Arco potrà essere ucciso solo da un cannone ad Arco e così via.

Una volta distrutti, questi nemici lasceranno cadere delle cariche di SIVA che i giocatori senza l’arma dovranno scagliare contro Aksis, infatti ogni volta che si utilizzerà il cannone sarà presente un debuff che impedirà di raccogliere le suddette cariche per trenta secondi, quindi bisognerà organizzarsi a dovere.

Serviranno ben nove cariche di SIVA per rimuovere lo scudo di Aksis e poter procedere alla seconda fase, cioè quella dei teletrasporti che permetteranno di attivare la sfida.

Una volta che avrete ucciso i Capitani, i relativi servitori e aver lanciato le cariche di SIVA, il boss inizierà a teletrasportarsi in quattro posizioni diverse dell’arena: sinistra, destra, centro (la posizione abituale di Aksis) e in centro nella parte posteriore della zona, dove è presente una delle piastre.

Fondamentale per il completamento della sfida sarà scaricare l’aura in una delle tre piastre prima che Aksis sia stato stordito, in ogni caso bisognerà stare attenti agli spostamenti del boss così da poter sia scaricare velocemente il Vigore sulle piastre, sia di correre verso il nemico, nel caso compaia nella propria posizione, per colpirlo con l’aura.

Molto importante sarà coordinarsi in questi momenti, quindi se Aksis comparirà nella propria zona il consiglio è di correre immediatamente verso di lui, e non appena comparirà la frase in basso a sinistra “Guardiani Supercaricati”, segnale che un vostro compagno avrà scaricato il Vigore sulla piattaforma illuminata, schiacciare verso quest’ultimo premendo Quadrato (PS4) o X (Xbox One).

Questa fase sarà da ripetere più volte, tre per l’esattezza, e bisognerà obbligatoriamente scaricare l’Aura prima di stordire il nemico, altrimenti la sfida sarà fallita.

Nella fase di danno sono sempre consigliate le solite accortezze e oggetti da usare, quindi consigliata Guardia dell’Alba del titano con Armi della luce e Scoccata dell’ombra del cacciatore per togliere più vita boss, mentre per le armi sempre utili sono Simulatore Dormiente, Fuso Martellante e Gjallarhorn.

Inoltre l’arma più efficace per uccidere Aksis sarà la spada esotica con danni da Vuoto Mangiatenebre, che con l’attacco pesante infliggerà cospicui danni al boss, oltre a questa potrete usare anche i Cannoni ottenuti dai capitani che saranno molto utili per danneggiare il nemico.

Una volta terminata la terza fase di danno, bisognerà obbligatoriamente ripiegare su una delle quattro colonne presenti fuori dalla mappa nella parte posteriore, che saranno in grado di proteggere tutta la squadra dall’attacco di Aksis chiamato Densità Critica della SIVA che ucciderà chiunque non sia all’interno del fascio di luce della colonna.

Fondamentale organizzarsi in questa fase così da usare solo una delle piattaforme e non sprecarle, dato che dopo ogni attacco del nemico quella appena utilizzata scomparirà, si avranno comunque a disposizione quattro colonne quindi per compiere circa tre fasi di danno, quindi non si dovrebbero aver problemi.

Una volta che il boss sarà in fin di vita tornerà al centro per cercare di colpirvi un ultima volta, qui bisognerà concentrare tutta la potenza di fuoco a disposizione per ucciderlo definitivamente e portare a termine l’incursione Furia Meccanica.

Una volta ucciso Aksis si potranno ottenere Decori dell’Era di Trionfo e le armi Dogma del Caos (Fucile da ricognizione – Danni ad Arco), Febbre e Cura (Cannone portatile – Danni Solari), Catena della Genesi (Fucile Automatico – Danni Solari) e Midollo d’acciaio (Fucile a impulsi – Danni da Vuoto).

Alessandro Reppucci

Senior Editor e responsabile YouTube di Serial Gamer, da sempre innamorato follemente dei videogames, dai 5/6 anni in poi ha macinato giochi su giochi di ogni genere.

Potrebbero anche interessarti