Fumetti Recensioni Recensioni Fumetti

Star Wars – L’Alta Repubblica – Non c’è paura, Capitolo 1 – Ordalia – Benvenuti in una nuova epoca – Recensione

È arrivato finalmente anche in Italia il nuovo ciclo narrativo di Star Wars, inaugurato da Panini Comics lo scorso 22 aprile e composto da due romanzi, La Luce dei Jedi di Charles Soule e Una Prova di Coraggio di Justina Ireland e il fumetto che recensiamo oggi, Non c’è paura, Capitolo 1 – Ordalia, che sarà una nuova serie mensile in formato spillato di 32 pagine ad €3,00 (disponibile anche in versione Variant disegnata dal bravissimo Gabriele Dell’Otto e venduta ad € 5,00).

Tanto tempo fa , in una galassia lontana lontana

Come chi ha già letto i due romanzi sopra citati saprà bene, tutto il nuovo ciclo narrativo di Star Wars: L’Alta Repubblica è ambientato circa 200 anni prima degli eventi visti in Episodio I – La Minaccia Fantasma, in un’epoca in cui i Cavalieri Jedi sono ancora una presenza numerosa e quotidiana in una galassia governata dalla Repubblica che non è ancora corrotta e che vede nel Cancelliere Lina Soh e nel progetto Starlight un faro di luce, giustizia e speranza.

Per chi non avesse letto il romanzo La Luce dei Jedi, in pratica, per aiutare i pianeti dell’Orlo Esterno, il Senato della Repubblica ha approvato la costruzione di alcuni nuovi avamposti remoti, tra cui il Faro Starlight è appunto il primo ad essere stato costruito e purtroppo potrebbe rimanere l’unico, visto che una tragedia nota come Il Grande Disastro ha rovinato i piani repubblicani. Con Il Grande Disastro si sono verificate le prime Emersioni, eventi casuali in cui oggetti non indentificati compaiono improvvisamente dall’iperspazio, costringendo il Senato a chiudere le rotte principali e a fermare, almeno per il momento, la costruzione di nuovi avamposti. Il Faro Starlight però è attivo e funzionante ed è stato affidato ai Jedi, capitanati dalla Maestra Jedi Avar Kriss, nominata sceriffo dell’avamposto.

Star Wars - L'Alta Repubblica - Non c'è paura, Capitolo 1 - Ordalia
Star Wars: L'Alta Repubblica 01
Editore:Panini Comics
Sceneggiatura:Cavan Scott
Disegni:Ario Anindito, Mark Morales
Colori:Annalisa Leoni
Copertina:Phil Noto, Gabriele Dell'Otto
Pagine:32
Prezzo:3,00 €
Data Di Uscita:22 aprile 2021

Seguendo queste premesse, visto che l’universo è condiviso e cross-mediale tra romanzi e fumetti, la serie a fumetti, affidata a Cavan Scott per la sceneggiatura, Ario Anindito ai disegni, Mark Morales alle chine e all’italiana Annalisa Leoni ai colori, ci presenta visivamente sia personaggi presenti nei romanzi che nuovi personaggi che faranno parte di questa nuova epica saga. Protagonista assoluta di questo primo albo e del primo arco narrativo è la padawan Keeve Trennis, che si trova con il suo Maestro, il trandoshano Sskeer, sul pianeta Shuraden ad affrontare l’Ordalia, la temuta prova finale per diventare un Cavaliere Jedi.

Senza spoilerare ulteriormente la trama di questo primo albo, la giovane Keeve è chiamata ad affrontare tanto la prova che alcune piacevoli conseguenze del Grande Disastro, permettendo a noi lettori di conoscerla un po’ meglio e a Cavan Scott di introdurre lei e il suo Maestro nel migliore dei modi, mostrandoci l’Ordalia e la crescita del personaggio nelle pagine di un singolo spillato.

La sceneggiatura è brillante e ricca di azione ed è visivamente resa magnificamente da Ario Anindito e dal team Morales-Leoni che ci permettono di assaporare sia le scene dinamiche che quelle statiche. Il disegnatore non solo si destreggia benissimo nel mostrarci le prove della giovane Jedi e del suo Maestro, ma anche di vedere le differenze tecnologiche e strutturali dell’epoca inesplorata dell’Alta Repubblica.

Il fumetto contiene poi oltre ad una introduzione, utile a chi non ha avuto ancora modo di leggere i romanzi di questo ciclo narrativo, una pagina con la cronologia di Star Wars in modo da collocare subito le vicende che si vanno a leggere e la classica pagina con la presentazione degli eventi, come i film e le serie animate ci hanno abituato ed infine una galleria di qualche pagina con bozzetti e studi grafici di ambienti e personaggi.

Le due copertine sono fantastiche, tanto la regular disegnata da Phil Noto con i protagonisti principali ed il Faro StarLight quanto la Variant con la padawan Keeve ed una vecchia conoscenza del franchise, che sarà presente anche nelle pagine della storia, l’amatissimo maestro Yoda.

In conclusione, Star Wars – L’Alta Repubblica – Non c’è paura, Capitolo 1 – Ordalia è un punto di partenza perfetto per la nuova serie mensile a fumetti dedicata ad un’epoca quasi totalmente inesplorata dell’universo creato da George Lucas, che ci permette di conoscere i personaggi che saranno i protagonisti di questa nuova saga e che ci offre un primo sguardo approfondito sul Faro Starlight e gli eventi che succederanno nella Repubblica 200 anni prima de La Minaccia Fantasma. Una serie consigliatissima a tutti gli amanti di Star Wars soprattutto perché proprio il fatto di essere ambientata in un’epoca diversa dona freschezza, un senso crescente di novità e un’atmosfera ben diversa a quella abituale della saga sci-fi per eccellenza. Non vediamo l’ora di proseguire il prossimo mese con la lettura del secondo capitolo.

*Recensione effettuata grazie alle copie fisiche sia dell’edizione regular che di quella variant fornite gentilmente da Panini Comics, che ringraziamo.

Star Wars - L'Alta Repubblica - Non c'è paura, Capitolo 1

€ 3,00
8.5

Voto Serial Gamer Italia

8.5/10

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Paolo Lorenzini

Editor in chief di Serial Gamer, dopo anni di gavetta su diversi portali videoludici ne crea uno nuovo perché crede in un'informazione libera ed obiettiva.