Multipiattaforma PC PlayStation 4 PlayStation 4 Pro PlayStation 5 Recensioni Recensioni Videogiochi Xbox One Xbox One X Xbox Series S Xbox Series X

Override 2: Super Mech League, (Ro)Botte da orbi – Recensione

Override 2: Super Mech League

Quando si parla di mecha e/o kaiju il mio cervello spegne automaticamente ogni spiraglio di razionalità, al fine di tuffarsi al meglio in quel torrente in piena formato da cafonaggine, botte e tamarria, potendo godere ogni singolo momento di qualsiasi iterazione in cui questo genere si presenti. Di conseguenza questo impeto naturale si è attivato non appena ho visto il trailer di Override 2: Super Mech League; trattasi di un picchiaduro mech multigiocatore in uscita il 22 dicembre 2020 per PC, Play Station 4 e 5, Switch, Xbox One e Series X, nonchè sequel di Override: Mech City Brawl del 2018 e che vede come curatori gli stessi sviluppatore ed editore, rispettivamente Modus Studios Brazil e Modus Games. Le premesse erano buone, ma come direbbe il “buon” vecchio Thanos: “La realtà è spesso deludente”. Lasciate che vi spieghi di seguito nel modo più dettagliato possibile del mio rapporto d’amore-odio con il suddetto gioco, in modo da avere più chiaro il senso di questa mia delusione videoludica.

Battaglie all’ultimo “olio”

Da un titolo come Override 2: Super Mech League non ci si aspetta una trama articolata e complessa, ma semplicemente un pretesto narrativo che possa giustificare dei giganteschi robottoni che se le danno di santa ragione. Il gioco fornisce tale pretesto nella modalità Campionati, dove Zoe, agente del nostro avatar, spiegherà che in passato vi è stata una terribile guerra in cui questi possenti mecha furono usati come principali armi pilotate da interi battaglioni di piloti; nella nostra prospettiva degli eventi tutto ciò avverrà in un futuro prossimo non meglio specificato, chiaramente. Dopo la fine della guerra però è nato un nuovo intrattenimento, ovvero i suddetti campionati di mecha. Purtroppo il titolo a livello narrativo non offre molto altro, a parte qualche piccolo dialogo con Zoe tra un campionato ed un altro, cosa che, sebbene non infici la resa finale del prodotto, è un vero peccato considerato la presenza di una modalità Giocatore Singolo all’interno del suo predecessore.

La nostra attività principale all’interno di Override 2: Super Mech League sarà dunque quella di scalare la classifica di ogni Campionato partendo dal grado E fino a raggiungere l’ambitissimo S, sbloccando via via sempre nuove modalità di gioco che amplieranno le vastità e longevità del titolo. Essendo noi dei principianti, partiremmo senza avere nemmeno un mech nel nostro Garage, cosa che ci permetterà di familiarizzare con i quattro robot di base che ci fornirà la nostra fidata agente. Giocando otterremo sempre più ricompense che ci permetteranno di comprare e personalizzare il nostro primo mech tra un roster di ben ventuno, che nel mio caso è stato il bellissimo Ultraman nella sua nuova versione dell’omonima serie su Netflix.

Overrride 2: Super Mech League

Ognuno di questi mech avrà un suo particolare moveset e trovare quello che più si adatta al proprio modo di giocare è parte integrante del divertimento fornito da Overrride 2: Super Mech League; tra combo, prese, raggi laser, esplosioni e mosse finali bisognerà però prestare attenzione anche all’ambiente circostante, talvolta mutevole e talvolta ostile, sul quale inoltre potranno comparire armi casuali da poter sfruttare in duello. Diventando sempre più capaci otterremo Contratti Sponsor, che ci permetteranno di arricchirci più in fretta svolgendo qualche piccolo incarico, od affiliarci a qualche prestigioso Club.

Detto in questi termini il tutto sembrerebbe molto divertente…se ci fosse qualcuno con cui giocare ed non si esaurisse nel giro di pochissime ore! Sono proprio questi i due più grandi peccati di tutta l’esperienza all’interno di Override 2: Super Mech League; un gioco totalmente multiplayer in cui ho quasi esclusivamente affrontato bot vista la totale assenza di altri giocatori e che diventa eccessivamente ripetitivo dopo aver smascherato l’illusione di varietà fornita dai Campionati, che il più delle volte differiscono tra loro per delle inezie. Queste lacune non riescono ad essere colmate nemmeno grazie alle modalità Partita Rapida e Versus, che pur permettendoci un multiplayer più disimpegnato senza rischiare retrocessioni riscontrano le stesse suddette problematiche. Per questi motivi, nonostante la buona partenza, il titolo risulta essere decisamente scarno nonché un’occasione decisamente sprecata.

Overrride 2: Super Mech League

Design accattivante e cartoonesco

Dal punto di vista grafico Override 2: Super Mech League risulta particolarmente accattivamente grazie al design di ogni mecha presente al suo interno, cosa accentuata da una buona caratterizzazione anche a livello di animazioni, mosse e possibilità di personalizzazione a livello estetico. Questo comparto cartoonesco, oltre ad essere particolarmente piacevole alla vista, si sposa decisamente bene con il genere di riferimento, richiamando volutamente i toni nipponici di alcuni manga ed anime che hanno cresciuto intere generazioni di nerd. Purtroppo gli ambienti di gioco non tengono il passo con gli stessi robotti, risultando decisamente poco numerosi ed ispirati. A tutto questo si accompagna una colonna sonora che, pur facendo il suo lavoro sancendo il ritmo concitato delle battaglie, risulta essere piuttosto monotona e ripetitiva.

Overrride 2: Super Mech League

Conclusioni

Per come è stato concepito Override 2: Super Mech League, sarebbe dovuto essere un titolo multigiocatore abbastanza longevo, obiettivo che già nella sua prima settimana vacilla e non poco. La quasi totale assenza di varietà, di un fine e, peggio ancora, di divertimento (visto che la maggior parte delle volte si è contro bot lievemente incapaci) lo rendono un’occasione sprecata, anche per chi come me riesce ad apprezzare quasi a livello incondizionato tutto ciò che riguarda i mecha. Non so quanto margine di miglioramento possa avere questo progetto, ma visti i lavori precedenti dei ragazzi di Modus ripongo un po’ di speranza in ciò.

Versione testaa: Play Station 4, grazie al codice digitale fornito dal publisher

Override 2: Super Mech League

29,99€
6.8

Gameplay

7.3/10

Grafica

7.5/10

Sonoro

6.3/10

Longevità/Multiplayer

6.0/10

Pro

  • Design dei mecha accattivante

Contro

  • Assenza di giocatori
  • Eccessivamente ripetitivo e poco vario

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Potrebbero anche interessarti