Multipiattaforma Nintendo Switch PC PlayStation 4 PlayStation 4 Pro PlayStation 5 Recensioni Recensioni Videogiochi Xbox One Xbox One X Xbox Series S Xbox Series X

DIRT 5: corse off-road spettacolari – Recensione

Anche alle porte della next gen i titoli continuano ad uscire ed oggi è il turno del nuovo corsistico targato Codemasters, DIRT 5, con il team di sviluppo che con questa serie ha preso una direzione diversa negli ultimi anni abbracciando una natura più arcade portando una formula di gioco più accessibile nelle corse off road che caratterizza il franchise.
Vediamo se il team sarà riuscito a distinguersi in questa produzione che va ad immettersi nel mondo degli arcade fuori strada.

Carriera ricca

La modalità principe di DIRT 5 è ovviamente la campagna con i giocatori che avranno la possibilità di prender parte ad un numero elevato di eventi su una molteplicità di circuiti nei quali l’obiettivo sarà, ovviamente, di primeggiare per sbloccare gli eventi successivi. Dopo una breve introduzione narrativa del duo Troy Baker e Nolan North ci si addentrerà nell’ampia libreria di gare a disposizione tra le quali troviamo competizioni ben diversificate come le gare classiche da 3 o 5 giri come Stampede, Rally Rush e Ultra Cross, seguite da eventi più particolari come Land Rush, una lunga tirata da completare senza giri da ripetere, Sprint, i classici ovali in stile nascar; vanno poi a completare il tutto le gare Ice Breaker, degli eventi
abbastanza impegnativi che si svolgeranno completamente su piste ghiacciate, e le gare Gymkana, competizioni che si svolgeranno in delle arene particolari dove bisognerà fare il massimo punteggio a suon di derapate e salti spettacolari.
Come detto in precedenza le gare saranno decisamente tante ed un base alla posizione finale di ogni competizione sarà possibile sbloccare dei timbri che permetteranno sia di progredire che di accedere alla modalità Sfide, una sequenza di uno contro uno utilizzando veicoli specifici.

Oltre alla campagna prende il suo spazio anche la modalità Playgrounds, il classico editor di modalità, che permette ai giocatori di dar vita ad esperienze uniche seguendo tre tipi di eventi: Gate Crasher, nel quale bisognerà superare i cancelli nel minor tempo possibile, Smash Attack, una corsa ad ostacoli, ed il già citato Gymkhana. Una volta scelta la tipologia potremo sbizzarrirci scegliendo la grandezza del circuito aggiungendo ostacoli, pedane e quant’altro.

Arcade divertente

Per quanto riguarda il gameplay il titolo si concentra soprattutto sull’esperienza arcade lasciando da parte il lato simulativo del franchise dando vita ad un modello di guida più acessibile che punta più sulla frenesia che sull’attenzione nella percorrenza dei tracciati. Tamponamenti e derapate spettacolari la faranno infatti da padrone con le macchine che non godranno di una fisica calibrata al millimetro ma che sarà in un certo senso più libera per dar vita a manovre fuori di testa.
Parlando invece dell’intelligenza artificiale c’è da dire che il lavoro svolto da Codemasters risulta buono con i piloti avversari che proveranno a mettere i bastoni tra le ruote in ogni occasione anche con qualche sportellata, cosa che si vede anche tra le diverse macchine presenti in gara.

Un tripudio di colori

Il vero punto di forza della produzione è l’impatto visivo che Codemasters è riuscita a regalare nella maggior parte dei circuiti con i paesaggi che riescono a regalare scorci fantastici tra foreste, piste innevate e quant’altro con una ricchezza di colori esaltante anche grazie al meteo dinamico che riesce a valorizzare ogni istante delle gare con tanto di piogge e nevicate.
Allo stesso modo anche il comparto sonoro risulta buono con un ottimo doppiaggio italiano ed un rombo dei motori piacevole da ascoltare anche se, in alcuni casi, non risultano troppo diversi tra loro.

Un ottimo lavoro

DIRT 5 si presenta sul mercato con una formula che convince cercando di far divertire i giocatori con la possibilità di prender parte a moltissime gare ben diversificate tra loro con piste e circuiti realizzati quasi alla perfezione. Di sicuro l’impatto visivo è la parte che emoziona di più del titolo confezionato da Codemasters con le piste e gli effetti che avvolgeranno l’intera esperienza riuscendo a colpire più volte anche all’interno della stessa gara.

*Versione Testata: PS4, grazie al codice fornitoci dal publisher

DIRT 5

8.3

Gameplay

7.5/10

Grafica

9.0/10

Sonoro

8.0/10

Longevità

8.5/10

Pro

  • Ottime atmosfere
  • Il meteo dinamico valorizza ogni gara
  • Divertente da giocare

Contro

  • Fisica un po' trascurata

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Alessandro Reppucci

Senior Editor e responsabile YouTube di Serial Gamer, da sempre innamorato follemente dei videogames, dai 5/6 anni in poi ha macinato giochi su giochi di ogni genere.

Potrebbero anche interessarti