eSport News

I tornei Challenger Series su PlayStation 4 si arricchiscono con la competizione mondiale dedicata a FIFA 20

Sony Interactive Entertainment è lieta di annunciare la prima Stagione delle Challenger Series dedicata a EA SPORTS FIFA 20, alla quale potranno partecipare tutti i giocatori italiani possessori di PlayStation 4. Per aderire al torneo, è necessario iscriversi fino al 18 novembre, giorno nel quale apriranno i battenti dell’attesa competizione, possedere una copia del gioco, un abbonamento a PlayStation Plus ed essere connessi online a PlayStation Network.

La registrazione può essere effettuata in due modi: dalla dashboard di PlayStation 4 e PlayStation 4 Pro, i giocatori dovranno accedere alla sezione “Eventi“, scegliere l’opzione “Tornei” e selezionare la competizione a cui iscriversi; dal web, invece, bisognerà identificare uno dei tornei in corso elencati sul portale playstation.com/tournaments, accedere al link del sito di ESL e registrarsi con un account ESL.

Ogni stagione della Challenger Series di EA SPORTS FIFA 20durerà 2 mesi e sarà contraddistinta da 3 fasi:

Step 1: l’utente – per accedere alla fase successiva – sarà chiamato a conquistare almeno tre vittorie su quattro match disputati.

Step 2: coloro che avranno superato con successo la prima fase, dovranno partecipare ad un torneo ad eliminazione diretta e posizionarsi nella top 64.

Step 3: solo i primi 64 classificati dei tornei della seconda fase si potranno qualificare per contendersi il titolo di campione.

Il primo premio in palio consisterà in $1.000 in contanti (dollari USA) o 12.000 punti FIFA + biglietti per la UEFA Champions League e sistemazione per due persone a una partita degli ottavi di finale a scelta del vincitore. Tutti gli altri concorrenti potranno comunque aggiudicarsi premi in denaro, punti FIFA e temi dinamici per PlayStation 4.

Alessandro Reppucci

Senior Editor e responsabile YouTube di Serial Gamer, da sempre innamorato follemente dei videogames, dai 5/6 anni in poi ha macinato giochi su giochi di ogni genere.

Potrebbero anche interessarti