News Oculus Rift

Oculus svela i nuovi Expressive Avatar e l’Avatar Editor

Nel 2016 sono stati lanciati gli Oculus Avatars per permettere alle persone di incontrarsi, socializzare e connettersi in realtà virtuale. Da allora Oculus ha aggiornato gli Avatar e aggiunto centinaia di opzioni di personalizzazione, come acconciature e accessori, per offrire agli utenti flessibilità e scelta nella creazione dei loro alter-ego virtuali. Oggi, gli avatar sono stati migliorati ulteriormente, con nuove espressioni e gli Avatar Editor sono stati aggiornati su entrambe le piattaforme con una gamma di nuove opzioni di personalizzazione.

Expressive Avatar

Gli Expressive Avatar simulano il movimento degli occhi e della bocca per aiutare le persone ad avere interazioni naturali in VR, sia che stiano giocando o semplicemente chiacchierando nella Home. Insieme al nuovo Avatar Editor, che ora offre una maggiore personalizzazione attraverso nuove tonalità della pelle, acconciature e abbigliamento, passare del tempo con gli amici in realtà virtuale sarà più simile alla realtà. Gli Expressive Avatar sono il culmine del feedback utenti e di anni di ricerca e innovazioni nel campo del machine learning, dell’ingegneria e del design, con un obiettivo molto semplice: consentire interazioni significative tra le persone in realtà virtuale, indipendentemente dalla distanza.

Creare presenza sociale

Dall’introduzione della piattaforma nel 2016, Oculus ha lavorato per migliorare il modo in cui le persone si incontrano nella realtà virtuale (presenza sociale) attraverso progressi a livello di hardware come Oculus Touch e aggiornamenti della piattaforma come Rift Core 2.0. Sono stati lanciati gli Oculus Avatar nel Dicembre 2016, permettendo alle persone di creare i loro alter-ego virtuali per la prima volta attraverso una serie di volti, acconciature ed effetti. Nel 2018, gli Oculus Avatar sono stati aggiornati con un nuovo look, opzioni di personalizzazione più avanzate e un nuovo Avatar Editor nella Home. All’inizio di quest’anno, la Home è stata resa più social aggiungendo il supporto per le Public Homes, dando alle persone la possibilità di esplorare e interagire con la comunità Rift come mai prima d’ora.

Simulare emozioni ed espressioni

Gli Expressive Avatar sono il prossimo passo avanti, ma simulare anche la più semplice espressione umana in realtà virtuale (come un sorriso) è una grande sfida progettuale. Richiede l’impegno di decine di individui in diversi team, che lavorano tutti insieme per costruire qualcosa che sembra reale. Per creare Expressive Avatar, il team di Oculus Avatar ha sviluppato algoritmi per simulare accuratamente il modo in cui le persone parlano e guardano gli oggetti e le altre persone, tutto senza telecamere. Gli Expressive Avatar non tracciano i movimenti degli occhi o del viso con le fotocamere, ma consistono in simulazioni basate su modelli sofisticati. Il team di Oculus Avatar è stato in grado di codificare questi modelli di comportamento per la realtà virtuale, e poi si è divertito a modificarli per rendere le interazioni più realistiche.

Se siete pronti a creare il vostro Expressive Avatar, andate sulla Home del tuo Oculus Go o Rift oggi stesso.
Nelle prossime settimane una serie di applicazioni e giochi di terze parti tra cui Poker Stars VR, Tribe XR DJ, e Epic Rollercoaster si aggiorneranno per supportare i nuovi avatar, in modo da poter assumere il vostro nuovo look.

Alessandro Reppucci

Senior Editor e responsabile YouTube di Serial Gamer, da sempre innamorato follemente dei videogames, dai 5/6 anni in poi ha macinato giochi su giochi di ogni genere.

Potrebbero anche interessarti