Multipiattaforma PC PlayStation 4 PlayStation 4 Pro Recensioni Recensioni Giochi Xbox One Xbox One X

Tera: A spasso per le terre di Arborea – Recensione

A distanza di sei anni dall’uscita su PC, Tera, l’MMORPG targato Bluehole Studio ed En Masse Entertainment sbarca finalmente su PlayStation 4 e Xbox One rimpolpando il catalogo console dei titoli free to play permettendoci di entrare in un nuovo mondo nel quale dovremo creare il nostro personaggio scegliendo tra varie possibilità di personalizzazioni e classi, e intraprendere il nostro viaggio all’interno di uno dei server presenti seguendo una serie di quest.

La vita ad Arborea

All’inizio del gioco ci verrà chiesto di selezionare il server tra uno di quelli disponibili con la possibilità di scegliere tra PvE o PvP, dopodiché dovremo dar vita al nostro personaggio che ci accompagnerà per tutta la nostra esperienza attraverso varie opzioni di personalizzazione come fisico, tratti somatici, capelli e quant’altro oltre che alla razza e alla classe d’appartenenza. In particolare potremo scegliere tra sette diverse razze tra cui Umani, High Helf, i graziosi Popori o i possenti Baraka, e ben dieci classi tra cui il Berserker, l’Arciere, il Guerriero e così via, ognuno con le sue diverse abilità e caratteristiche uniche. Breve inciso: una volta che usciremo dalla partita il gioco non ci farà selezionare subito il server nel quale avremo creato il personaggio, bensì il primo della lista. Una cosa decisamente fastidiosa che ci costringerà spesso a tornare indietro per selezionare il server giusto. Fortunatamente gli sviluppatori hanno rivelato che si tratta un bug su cui stanno già lavorando.
Fatto ciò saremo trasportati nelle terre di Arborea nelle quali, dopo un breve incipit che ci presenterà la situazione e ci permetterà di impratichirci con le meccaniche di gioco, dovremo intraprendere una sfilza di quest accompagnate da numerosi dungeon che ci porteranno a vivere una piacevole esperienza di gioco anche se con una storia di fondo non proprio indimenticabile. Le missioni presenti saranno più o meno le stesse dall’inizio alla fine dell’avventura con lo sterminio di mostri e boss sempre in primo piano accompagnati dal recupero di qualche oggetto chiave e la ricerca di alcuni NPC nelle varie mappe di gioco. Ovviamente lo svolgimento in gruppo di quest’ultime aumenterà senza dubbio il divertimento ma il fattore ripetitività sarà sempre presente all’interno del titolo rischiando di far allontanare i giocatori meno assidui e ispirati dall’immaginario dopo qualche partita.
Saranno presenti anche vari dungeon che aiuteranno sicuramente a variare l’esperienza di gioco ma anche in questo caso le azioni non varieranno molto dall’uccisione di tutti i nemici, dandoci però la possibilità di recuperare loot vari
e migliorare così il nostro equipaggiamento; inoltre potremo incontrare nel gioco anche i cosìdetti BAM, mostri decisamente più forti del normale che ci daranno filo da torcere dato che i loro attacchi saranno molto più potenti della media.

A caccia di nemici

Il gameplay di Tera verte decisamente sul lato action con la possibilità di utilizzare svariate skill e armi per abbattere i vari nemici presenti tra mob e boss del caso.
Innanzitutto potremo scegliere tra due differenti skill bar di abilità una accessibile in maniera immediata mentre la  seconda tenendo premuto il tasto L1 con la quale effettuare mosse diverse dalle precedenti tutte selezionabili a piacimento tramite l’apposito menù.
La possibilità di scegliere le proprie skill preferite è decisamente utile soprattutto per crearsi il proprio stile di gioco, inoltre tutti i comandi saranno tranquillamente mappabili a piacimento, per esempio sarà possibile anche cambiare i tasti adibiti al salto che inizialmente si potrà utilizzare con una macchinosa combinazione di L1 + X.
Sarà anche possibile selezionare una serie di oggetti tramite comandi veloci richiamabili attraverso una comoda ruota di selezione.

Per il resto il combattimento con i nemici si presenta abbastanza semplice ed intuitivo, con quest’ultimi che saranno accompagnati da un’area rossa quando saranno in procinto di attaccare, rendendo decisamente più facile le nostre mosse e schivate.
Ovviamente non ci saranno solo mob normali all’interno del gioco ma vedremo anche moltissimi boss e nemici speciali che spawneranno casualmente all’interno della mappa con la possibilità di dar vita a scontri epici e molto complessi data la potenza di quest’ultimi e le molte barre di vita che di spesso avranno a disposizione.
Da notare anche la presenza di meccaniche di crafting e incantamento che ci permetteranno di creare delle armi uniche e di potenziarle acquisendo diversi bonus, questo poi sarà accompagnato anche da una forte componente del cosìdetto gathering che ci porterà a raccogliere una serie di elementi utili per proseguire nelle nostre creazioni.

Tera fa il suo lavoro

Senza lode e senza infamia il comparto grafico del titolo che si presenta in una veste accettabile con alcuni scorci apprezzabili e un design dei nemici spesse volte ottimo. Decisamente positivi anche i personaggi e i boss che risultano ben fatti e caratterizzati.
Anche dal punto di vista tecnico il lavoro di Bluehole rimane accettabile per quanto riguarda la fluidità e la stabilità dei server di gioco, dato che non abbiamo ravvisato troppi cali di frame e praticamente nessun problema con le connessioni.
Diverso invece il lato bug con diversi problemi che affliggono la versione da noi testata (PS4) come per esempio un bug in una delle missioni principali che non ci ha permesso di proseguire (fortunatamente ad inizio run) e ci ha costretti a riavviare la nostra avventura.

Tera è di sicuro un MMORPG decisamente valido e da provare per gli amanti del genere, sicuramente diversi giocatori potranno divertirsi soprattutto in compagnia ad affrontare i vari dungeon e i vari BAM che costellano il mondo di gioco. Da segnalare la presenza di qualche bug e un comparto artistico/tecnico che non risulta eccelso con la presenza però di un gameplay che ci consentirà di spaziare e personalizzare la nostra esperienza di gioco a seconda delle preferenze.

*Versione Testata: PS4 grazie al codice digitale fornito dal publisher

Tera

Tera
7.1

Trama

6.5 /10

Gameplay

7.5 /10

Grafica

7.0 /10

Sonoro

7.0 /10

Longevità

7.5 /10

Pro

  • Gameplay valido
  • Classi varie

Contro

  • Storia non indimenticabile
  • Qualche bug di troppo
  • Mappatura comandi non il massimo

Alessandro Reppucci

Senior Editor e responsabile YouTube di Serial Gamer, da sempre innamorato follemente dei videogames, dai 5/6 anni in poi ha macinato giochi su giochi di ogni genere.

Potrebbero anche interessarti