PC Recensioni Recensioni Giochi

Warhammer: Vermintide 2, L’alleanza delle tenebre – Recensione

Games Workshop torna a far parlare di sé in ambito videoludico con Warhammer: Vermintide 2, titolo ambientato nel fantastico mondo di Warhammer, il loro asso nella manica che sembra non fallire mai, sebbene il gioco sia sviluppato e prodotto da Fatshark.

Il secondo capitolo della saga Vermintide mantiene le aspettative impostandosi come un titolo avvincente e divertente, in cui la cooperazione sarà una componente centrale del proprio gameplay, sebbene possa essere tranquillamente completato in single player con l’aiuto di bot dalla dubbia intelligenza artificiale.

La formula vincente è stata mantenuta anche in Warhammer: Vermintide 2: prendete un manipolo di eroi, armateli delle più svariate ed esotiche armi ed aggiungete una marea di orde di nemici putridi abbondando di sangue e violenza! Quello che otterrete sarà un gioco “hack and slash” di notevole interesse e longevità, con qualche piccola aggiunta rispetto al suo predecessore che migliorerà ulteriormente l’esperienza.

Il male si consolida

Il mercenario Markus Kruber, il nano ranger Bardin Goreksson, l’elfa Kerillian, il cacciatore di streghe Victor Saltzpyre e la piromante Sienna Fuegonasus sono ormai conclamati eroi di guerra in congedo, ma dovranno tornare forzatamente alle armi per riaffrontare le forze che credevano sconfitte. Il male si aggira nuovamente per le strade dell’Impero, questa volta sotto forma di una tenebrosa alleanza tra Skaven, uomini ratto che rappresentano la fazione antagonista principale nel primo capitolo, e Guerrieri del Caos, setta umana di adoratori di entità malevole ricorrenti nel mondo di Warhammer.

Sembrerebbe infatti che i rattacci siano riusciti a sfuggire dalla loro prigionia sotterranea, guidati dal potente e redivivo stregone Rasknitt, ed a suggellare un patto con un campione del caos chiamato Bödvarr Ribspreader. Rasknitt permetterà ai Guerrieri del Caos ed al loro esercito di giungere alla città imperiale di Helmgart grazie ad un portale magico di sua invenzione, lo Skittergate, concedendoli di attaccare l’Impero dall’interno grazie al fattore sorpresa. Non appena la conquista ha inizio lo stregone catturerà gli eroi di Usbreik, cercando fin da subito di assicurarsi la vittoria liberandosi di coloro che lo sconfissero già in precedenza.

Sembrerebbe tutto perduto, ma la provvidenza ha ben altro in serbo per i cinque bizzarri eroi. Un’incredibile fuga unita a continui malfunzionamenti del portale magico concedono tempo per riorganizzarsi e poter totalmente ribaltare la drammatica situazione nella quale ci si trova coinvolti.

Dalla Fortezza, nuovo hub di gioco, verranno gestite ed organizzate le più mirabolanti e bizzarre imprese eroiche, grazie anche all’aiuto tattico di Franz Lohner e a Olesya Pimenova, grazie alla quale possiamo usare il trasporto magico chiamato Ponte delle Ombre.

Un’enorme quantità di nomi, fazioni ed eventi, che però risultano essere facilmente comprensibili anche a chi non ha nessuna conoscenza riguardante l’universo di Warhammer; questo rende Warhammer: Vemintide 2 un gioco in grado di attirare su di sé un’enorme quantità di pubblico, nonostante il prodotto di derivazione sia considerato abbondantemente di nicchia.

Una trama interessante che si articola in quattro atti diversi, per un totale di dieci missioni di puro divertimento all’insegna del massacro.

Warhammer: Vermintide 2

Prendere a mazzate ratti non è mai stato più soddisfacente

Warhammer: Vermintide 2 è un classico hack and slash a orde, intervallati da miniboss ed eventi utili allo svolgimento delle varie missioni. Tali orde non saranno mai uguali, neppure giocando alla stessa misione più volte, in quanto saranno sempre generate proceduralmente dando ad ogni rush un tocco diverso.

Potremmo prendere a mazzate i nostri topacci preferiti in diverse modalità all’interno di Warhammer: Vermintide 2, potendo infatti scegliere tra Partita Veloce, che ci concederà ricompense maggiori, Partita Personalizzata, in cui si potrà scegliere una missione specifica da poter giocare, Impresa Eroica, dove si giocheranno versioni alternative e remunerative di alcune missioni(che si potranno ottenere grazie ai vari bottini di guerra) ed infine un interessante modalità Twitch, grazie alla quale ogni streaer potrà collegare il proprio account al gioco per poter far interagire il proprio pubblico con eventi in-game quali miniboss, orde di nemici, rifornimenti e/o potenziamenti. Tutte le modalità(a parte Impresa Eroica) potranno essere giocate a tre diverse difficoltà, Recluta, Veterano, Campione e Leggenda, che divenendo via via più complesse implementa elementi interessanti quali, ad esempio, il fuoco amico, maggiore esperienza e bottini più succulenti.

Si, avete letto ben, bottini! Anche qui è presente una delle più grandi mode del momento in ambito videoludico: i bottini con diverso grado di rarità! Ma non disperate, in quanto essi potranno essere ottenuti solamente giocando, in quanto non è prevista alcuna microtransazione. Più collezionabili otterremo durante le missioni, più la rarità del bottino; ogni scrigno ci fornirà nuovo equipaggiamento che andrà ad aumentare la potenza dei vari personaggi, e se tali oggetti non ci aggraderanno potremmo sempre distruggerli nella fucina per ottenere materiali, con cui forgiarne di nuovi o potenziarne i migliori.

Inoltre col passare inesorabile delle missioni i personaggi aumenteranno il proprio livello, sbloccando nuovi Talenti e classi di combattimento, al fine di poter adattarsi al meglio alle situazioni che ci si trova di fronte di volta in volta. Insomma, Warhammer: Vermintide 2 è dotato di un gameplay ricco e denso di attività da svolgere, in cui la cooperazione tra giocatori risulta tanto gradevole quanto necessaria per poter gestire le varie missioni al meglio. Litri di sangue scorreranno…il vostro, o il loro?

Warhammer: Vermintide 2

Impeccabile sotto quasi ogni punto di vista

Raramente mi trovo di fronte a comparti tecnici che mi lasciano così tanto stupefatto, ma si dà il caso che Warhammer: Vermintide 2 faccia parte di questa ristretta cerchia. Una grafica eccelsa dalle tonalità gotiche e dark che non collassa mai sul suo stesso peso, cosa di cui ci si rende conto soprattutto quando si è alle prese con una miriade di nemici su schermo. Spesso non potrà far altro che togliervi il fiato, lasciandovi basiti di fronte a tanta cura e bellezza nelle sue ambientazioni mozzafiato.

Il sonoro non delude e riesce ad essere all’altezza del comparto grafico, in quanto dotato di un ottimo doppiaggio ed una colonna sonora strepitosa(disponibile per tutti coloro che hanno acquistato la Collector’s Edition).

Il più grande difetto di Warhammer: Vermintide 2 sta solo nella pessima localizzazione italiana del titolo, con stringhe di sottotitoli spesso mancanti e testi tradotti o a metà o in modo orripilante. Tutto questo stona con il prodotto finale, portandomi spesso a desiderare che il gioco non fosse mai stato localizzato.

Warhammer: Vermintide 2

Conclusioni

Warhammer: Vermintide 2 riesce a catturare il giocatore nella sua semplicità e longevità. Portare tutti i personaggi al livello massimo e finire la campagna con ciascuno di loro a tutte le difficoltà sarà un’impresa ghiotta per tutti i giocatori.

Una trama meglio sviluppata e approfondita sarebbe sicuramente riuscita a rendere il prodotto ancora più fantastico di quello che è già, ma considerando il genere di appartenenza la mancanza di un trama profonda non mi pesa affatto. Un gioco all’insegna di un sanguinolento divertimento, in grado di tenere incollati allo schermo i giocatori più disparati in fatto di gusti videoludici.

Vi ricordiamo che Warhammer: Vermintide 2 è disponibile dall’8 marzo 2018 su PC(via Steam), ma che è prevista anche la pubblicazione su PlayStation 4 e Xbox One entro l’anno.

*Codice digitale fornito dagli sviluppatori

Warhammer: Vermintide 2

8.8

Trama/Ambientazione

8.0/10

Gameplay

10.0/10

Grafica

9.0/10

Sonoro

8.0/10

Longevità/Multiplayer

9.0/10

Pro

  • Gameplay denso e avvincente
  • Molto longevo
  • Comparto tecnico eccellente

Contro

  • Pessima localizzazione

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Potrebbero anche interessarti