Serial Gamer Logo
Logo serial gamer
Discord Serial Gamer
2

The One Ring: obiettivo della campagna Kickstarter raggiunto in soli 4 minuti

11 Feb 2021 | Giochi di Ruolo, News

Condividi sui Social!

Partiva oggi la campagna Kickstarter della seconda edizione di The One Ring, gioco di ruolo cartaceo ambientato nella Terra di Mezzo creata da J.R.R. Tolkien e pubblicato dagli svedesi Free League Publishing (e in Italia da Need Games) e l’obiettivo minimo della raccolta fondi è stato raggiunto in soli quattro minuti. 

La campagna Kickstarter, che potete trovare a questo indirizzo, ha raggiunto l’incredibile cifra di €276.000 in pochissime ore con un obiettivo minimo di circa €10.000. Need Games ha inoltre confermato che si occuperà della localizzazione in italiano di questa seconda edizione e che la pubblicazione avverrà in tempi molto brevi, quasi in contemporanea con quella in lingua inglese. 

La seconda edizione di The One Ring porterà i giocatori nella Terza Era della Terra di Mezzo e una serie di regole semplificate e rivisitate, grazie anche al feedback continuo della community del gioco a cui gli editori svedesi sono da sempre molto attenti. A lavorare a questa nuova edizione, in collaborazione con Free League Publishing è il game designer italiano Francesco Nepitello.

Continuate a seguirci per tutte le novità su The One Ring e gli altri titoli di Free League Publishing, sicuramente quando il titolo verrà pubblicato troverete la recensione sulle nostre pagine e potrete provarlo insieme a noi durante gli appuntamenti della rubrica Serial RolePlayer. 

Condividi sui Social!

Paolo Lorenzini

Dispotico caporedattore di Serial Gamer Italia, dopo anni a girovagare per le redazioni di settore ha deciso di costruirsi una “casa” su misura che gli permettesse di offrire un’informazione libera, priva di clickbait e gestita in maniera equa e meritocratica.

Paolo Lorenzini

Dispotico caporedattore di Serial Gamer Italia, dopo anni a girovagare per le redazioni di settore ha deciso di costruirsi una “casa” su misura che gli permettesse di offrire un’informazione libera, priva di clickbait e gestita in maniera equa e meritocratica.

 Seguici su: