PC Speciali

Resolutiion: Il monaco della Rete – Anteprima

Inizialmente, quando mi è stato sottoposto come prodotto Resolutiion non avevo assolutamente idea di cosa si trattasse, così ho cercato su Google il titolo, per vedere di farmi almeno un’idea di cosa stavo per trovarmi dalle mani.

Il risultato di cercare su un qualunque motore di ricerca “Resolutiion Game” ve lo lascio immaginare: spero solo che dopo questa disamina del titolo sia per voi più facile trovare qualcosa a suo riguardo sul magico mondo dell’Internet.

Sviluppato in maniera totalmente indipendente dai tedeschi Monolith of Minds, Resolutiion è ora disponibile solo in forma di demo con una promessa di release nel corso del 2020, e ad un primo sguardo non possiamo fare a meno di non vedere l’ora di quel momento.

Il titolo sin da ora convince pienamente, caratterizzato da un gameplay roguelike che si mischia ad un coinvolgente hack and slash. Nei panni di un misterioso avatar infatti ci troveremo a dover esplorare delle ambientazioni in rovina, colme di nemici  elementi che definire strani sarà di sicuro minimizzare: qui di sicuro qualcosa è andato storto, ma il punto di partenza del declino così come la vera nature di quest’ultimo sono un mistero, e tutto quello che possiamo fare noi è cercare di raccapezzarci attraverso le poche linee di dialogo che ci concederanno i rari NPC tra un combattimento e l’altro.

La proposta ludica è infatti come già detto prettamente action e nei panni del protagonista ci troveremo noi giocatori a dover fare i conti con la gestione delle tipiche risorse dei titoli appartenenti al genere, nella consueta forma delle due barre relative alla stamina e alla vita, che ci accompagneranno per tutta l’avventura. Se la prima si vedrà svuotare scattando o utilizzando determinati item, la seconda si prosciugherà quando colpiti dai vari nemici che costellano la landa inospitale nella quale ci troviamo: i nostri avversari saranno variegati e ognuno di loro, con le sue peculiarità, sarà da affrontare nella maniera più corretta, dopo aver studiato il suo moveset, i suoi punti di forza e le sue debolezze. Per avere ragione dei temibili avversari potremo dunque rifarci ad un semplice attacco melee, che potrà essere concatenato in combo di 3 colpi, come di diversi tipi di armi, anche a distanza, che troveremo abbandonate per l’universo di gioco. Appare evidente a questo punto come anche l’esplorazione sia importante per godere appieno dell’esperienza e trovarci ad avere in mano davvero tutte le carte possibili per arrivare alla fine della nostra avventura.

Dal punto di vista artistico, il titolo di Monolith of Minds stupisce in positivo sin dal primo momento in cui si avvia l’applicazione su PC: la colonna sonora che ci viene lanciata addosso come un treno impazzito è di una qualità che in pochi davvero si aspettavano, curata e impattante sin dai titoli di testa e in grado di accompagnare con grande efficienza sia le esplorazioni che i combattimenti che ci troveremo ad affrontare. L’apparato grafico è ugualmente di ottima fattura: avvalendosi di una Pixel Art ben strutturata e limata, Resolutiion ovvia al minuscolo problema di ambientazioni per ora forse troppo semplici, rendendole a schermo con un colpo d’occhio perfettamente soddisfacente.

Quello che ancora dopo la demo è tutto da esplorare in Resolutiion è dove davvero voglia andare a parare concettualmente il titolo. Buttati in una situazione già di fatto storicamente definita e oscura, i giocatori cercheranno nelle prime fasi del gioco di raccapezzarsi tra i vari elementi che caratterizzano in maniera fumosa l’universo in cui ci si ritrova.

Gatti giganti che si muovono sotto la sabbia, rovine di quella che sembra una civiltà evoluta, checkpoint dalle sembianze di dei chip di dati e un’atmosfera che suggerisce di intrecciare in maniera caotica i canoni tipici di un Cyberpunk darkeggiante e elementi che potremmo ritrovare in qualche tipo di monastero orientale; ci troviamo di fronte a quelli che sono tutti hint per andare a avere esperienza del messaggio che gli sviluppatori vogliono comunicarci con l’opera, ora volutamente e, in maniera assolutamente intrigante, del tutto astratto.

In conclusione Resolutiion è una produzione che già alle prime ore di gioco fa venire l’acquolina in bocca: forte di un gameplay del tutto convincente immerso nelle classiche proposte del roguelike, il titolo di Monolith Of Minds il cui lancio è previsto per il 2020, colpisce soprattutto per il grande interesse che suscita con i suoi elementi artistici, sia a livello grafico che a livello sonoro, in grado di rendere un titolo di base canonico (ma comunque fiero di strizzare l’occhio a vari altri generi), uno dei videogiochi da tenere d’occhio con grande attenzione in attesa della sua release.

Resolutiion

7.7

Voto Serial Gamer

7.7/10

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Pietro Ferri

Senior Editor di Serial Gamer, è un appassionato di videogames fin da tenera età. Si interessa con dedizione all'approfondimento di qualunque forma d'arte che riesca a trasmettergli emozioni