Fumetti News

La società dei draghi del tè: il capolavoro di Katie O’Neill arriverà la prossima settimana in fumetteria

Si scompare davvero solo quando si viene dimenticati.

Provare a rileggere la frase. Proverete un po’ di sgomento, ma non potrete fare a meno di pensare che forse è una delle poche cose vere che possiamo dire della nostra vita. Per fortuna esistono alcuni rimedi. Dai più clamorosi – diventare un personaggio storico, un artista di fama mondiale, uno sportivo eccezionale, ad esempio – a quelli più quotidiani e semplici. Primo fra tutti, amare le persone che abbiamo intorno e imprimerci per sempre (e con gentilezza) nei loro ricordi.

Katie ONeill, autrice neozelandese capace di vincere due premi Eisner, un premio Harvey e un premio Dwayne McDuffie, crede così tanto a quest’ultima soluzione e la ritiene così potente, da averle dedicato uno splendido fumetto, intitolato LA SOCIETÀ DEI DRAGHI DEL TÈ (pagg. 72, cartonato, euro 18). In Italia lo pubblica saldaPress e sarà disponibile in libreria, in fumetteria e nello shop online del sito saldapress.com a partire da giovedì 24 ottobre.

La società dei draghi del tè è un libro affascinante, disegnato magistralmente, una trascinante avventura per lettori di tutte le età, che ha per protagonista Greta, una giovane apprendista fabbro che un giorno, al mercato, incontra un drago del tè che si è perduto. Decide di occuparsene e, dal quel momento, viene iniziata da Hesekiel e Erik, proprietari di un negozio di tè, all’arte di prendersi cura dei draghi di tè. Una forma d’arte caduta in disuso che permette a Greta di fare amicizia con la timida guardia Minette e con molte altre persone. Grazie alla scoperta inaspettata di un mestiere tanto strano, quanto capace di arricchire la vita di chi vi si imbatte. E di utilizzare ricordi vecchi e nuovi come rimedio per vivere pienamente.

Un piccolo, enorme libro che rimarrà nel cuore di qualunque lettore. Dai più piccoli ai più grandi.

Alessandro Reppucci

Senior Editor e responsabile YouTube di Serial Gamer, da sempre innamorato follemente dei videogames, dai 5/6 anni in poi ha macinato giochi su giochi di ogni genere.

Potrebbero anche interessarti