Anteprime PC Speciali

Maelstrom: Battle royale fantapiratesche – Anteprima

Maelstrom Steam

Sebbene il titolo di questa nostra anteprima possa sembrare strano, Maelstrom, sviluppato ed edito da Gunpowder Games, è proprio questo: un gioco battle royale piratesco ad ambientazione fantasy.

O almeno lo è al momento, in quanto nell’accesso anticipato la modalità Multiplayer è l’unica disponibile, ma, stando agli sviluppatori, una volta che il gioco ne sarà uscito vi sarà una modalità storia da poter affrontare. Nonostante ciò Maelstrom si è mostrato fin da subito un prodotto interessante nonostante la sua scarsa longevità, in quanto il suo gameplay risulta essere facile, intuitivo, divertente e ben articolato. Ma andiamo a vedere nel dettaglio ciò che mi ha colpito di più di questo titolo in dettaglio.

Quando i pirati abbordano al grido di “Winner winner chicken dinner!”

Ormai la maggior parte dei giochi per riuscire ad attirare l’attenzione su di loro sfruttano l’onda del successo del momento: le battle royale! Grazie all’avvento di titoli come PUBG e Fortnite ,questo genere è diventato uno tra i più apprezzati al momento sull’attuale palcoscenico videoludico, e trovo che in questo ci sia del male; mi spiego meglio: sebbene io apprezzi questa modalità di gioco reputo queste tipologie di giochi banali e fin troppo ripetitivi se non supportati da un contenuto più denso e longevo, cosa che manca nella maggior parte di essi, facendomi quindi annoiare dopo le sole prime 4/5 ore di gioco. Partendo da questo ragionamento devo ammettere che Maelstrom mi ha conquistato con le sue particolari dinamiche di gameplay, di cui parleremo di seguito, per poi perdermi a causa della sua facile esauribilità. La peculiarità più interessante sta infatti nel gestire una vera e propria nave pirata in una battle royale! Ha funzionato con le auto su H1Z1, perché non tentare con le navi?

Il gioco fin da subito ci mette di fronte ad una scelta, ovvero decidere fra le tre razze disponibili in esso: umani, orchi e nani. Ognuno di questi popoli avrà a sua volta tre tipologie di navi, ognuna con le sue peculiarità in modo che il giocatore possa creare un proprio stile di gioco tramite strategie e potenziamenti. Ma non disperate, la scelta non è definitiva, la potremmo considerare per giunta fittizia; dopo un breve e chiarissimo tutorial verremo infatti catapultati nel menù principale, dove scopriremmo i poter comprare anche tutte le altre navi di tutte le altre razze tramite le monete d’oro, conio di Maelstrom ottenibile dopo ogni partita.

Maelstrom

Le partite potranno essere affrontate in singolo o in un party più numeroso, nel caso vi stesse chiedendo di portare con voi qualche amichetto di scorribanda, oppure nelle modalità Training e Solo vs Bot nel caso vogliate fare della pratica prima di gettarvi a capofitto nel PvP. Dopo una breve attesa nell’affollatissima e caotica lobby nella quale potrete prendere(e farvi prendere) a cannonate chiunque, l’IA disporrà casualmente i giocatori sulla mappa, dove essi potranno girare liberamente farmando minion ed ottenendo potenziamenti necessari al sopravvivere il più a lungo possibile. La mappa andrà via via restringendosi, al fine di favorire lo scontro tra i giocatori, uso comune di tutti i battle royale. Più uccisioni farete, più bottino otterete, ma nel caso doveste finire a far compagnia a Davy Jones non disperati: tra tutti i battle royale tra me provati Maelstrom è il più immediato, casual e meno frustrante possibile. Questo di sicuro favorisce la voglia di giocare, esattamente come la possibilità di sbloccare tutti i potenziamenti possibili.

Accumulando tesori potremmo potenziare sempre più le nostre bagnarole, facendole diventare delle terrificanti armi di distruzione, accumulando esperienza invece otterremo nuovi capitani che si potranno assegnare alle varie navi in modo da conferir loro abilità peculiari.

Ciò nonostante il titolo, più per predisposizione personale nei confronti del genere che altro, mi ha portato verso un suo rapido esaurimento, non riuscendo quindi a farmelo gustare appieno. Nonostante queste mie considerazioni prettamente personali, valuto Maelstrom un ottimo passatempo, che andrà ad arricchirsi ulteriormente con la modalità storia che tanto attendo.

Maelstrom

Una caratterizzazione interessante

Un altro punto di forza di Maelstrom consta nella sua buona realizzazione tecnica e nella caratterizzazione stilistica del titolo. Partendo dalla grafica, essa non risulta certo eccezionale, ma riesce di sicuro a colpire qualunque giocatore grazie ad i suoi colori variegati, lo stile volutamente esagerato ed un mare particolarmente realistico; a questo si aggiunge un’ottima componente sonora, in quanto in questo titolo vi è una colonna sonora particolarmente godibile, soprattutto tenendo conto del fatto che non si tratta di un gioco basato sulle dinamiche stealth come PUBG, dove rilevare un singolo passo può sancire il confine tra la vita e la morte, anzi, i nemici spesso appaiono sulla minimappa se vicini alla nostra zona, favorendo la dinamicità delle partite ed una loro rapida conclusione.

Maelstrom

Conclusioni

Non sono un grande fan dei titoli battle royale, oramai lo avete capito, ma quando vedo del valore in un gioco cerco sempre di guardare in modo obiettivo, oltre la mia personale opinione, e Maelstrom è un titolo valido sotto molteplici punti di vista. Tenendo conto che sono previsti molti aggiornamenti e aggiunte prima della sua uscita(non si sa ancora se la modalità storia uscirà solamente al lancio ufficiale o meno) il suo margine di miglioramento è molto buono, esattamente come le solide basi di partenza. Un must have per tutti gli appassionati di pirateria o di battle royale, ancor di più se apprezzate ambedue i generi!

Prima di un eventuale acquisto è importante anche sapere che al momento l’unica lingua disponibile è l’inglese, ma di per sé basta conoscerne le basi. Vi ricordiamo che Maelstrom è già disponibile in accesso anticipato per PC(via Steam) a partire dall’11 aprile 2018 e la sua uscita è prevista entro tardo 2018, vi invitiamo quindi a seguirci per ulteriori informazioni in ambito.

*Codice digitale fornito dagli sviluppatori

Potrebbero anche interessarti