Multipiattaforma News PC PlayStation 4 Xbox One

Redout: gli sviluppatori sono furiosi con Digital Foundry per l’errata analisi del titolo su Xbox One X

Nelle ultime ore si è potuto assistere ad una particolare controversia riguardo Redout tra gli sviluppatori del titolo e Digital Foundry.

Redout, il racer futuristico sviluppato dal team italiano 34BigThings infatti,è stato recentemente aggiornato per introdurre il supporto a Xbox One X: a questo punto però la puntuale analisi di Digital Foundry ha evidenziato una serie di grosse mancanze, a partire da un frame rate poco stabile e spesso lontano dal target dei sessanta frame al secondo,e a finire con una risoluzione che resta fissa a 1080p.

Quest’ultimo dato in particolare ha scatenato la rabbia degli sviluppatori, che hanno rilasciato un comunicato in cui evidenziano come si tratti di una notizia falsa. Redout infatti, come poi confermato da VG Tech, utilizza su Xbox One X una risoluzione dinamica che parte appunto da 1920 x 1080 pixel ma arriva fino a 3456 x 1944 pixel, coprendo in tal modo il 90% della densità consentita dai 4K.

Il team italiano si è ritrovato però a questo punto ingiustamente accusato di pigrizia da parte di diversi utenti sui social network e ha minacciato un’azione legale nei confronti di Digital Foundry, che ha rimosso il video dal proprio canale YouTube e aggiornato l’articolo, scusandosi per l’errore relativo alla risoluzione ma confermando i dati riguardanti il frame rate, che anche secondo gli autori del gioco dovrà essere migliorato con i prossimi update.

Di seguito vi lasciamo la video analisi di VG Tech di cui si parlava qui sopra.

Redout è disponibile su Playstation 4, Xbox One e PC.

Fonte

Pietro Ferri

Senior Editor di Serial Gamer, è un appassionato di videogames fin da tenera età. Si interessa con dedizione all'approfondimento di qualunque forma d'arte che riesca a trasmettergli emozioni

Potrebbero anche interessarti