Nintendo Nintendo Switch Recensioni Recensioni Giochi

Mario Kart 8 Deluxe: Ritorno dal passato – Recensione

Mario Kart 8 Deluxe

Mario Kart 8 Deluxe, cosa si può dire del ritorno di un gioco già uscito su una console della scorsa generazione che fu acclamato dalla critica e apprezzato dai giocatori? Niente, se non che Nintendo ha fatto bene a farlo uscire di nuovo, perfezionandolo nei punti che non furono apprezzati e completando il pacchetto con l’aggiunta diretta di tutti i DLC.

Nintendo ha scelto Switch per rilanciare questo titolo poiché questa console fa della portabilità il suo punto di forza, dando a Mario Kart 8 Deluxe un’ottima base d’utenza che si può trovare a giocare in un contesto molto più libero e in molti più luoghi rispetto alla sua precedente incarnazione su Wii U. Molto piacevole è poi il ritorno di alcune meccaniche riprese dai vecchi Mario Kart e infine il rifacimento della modalità battaglia che la riporta alla sua antica gloria giustificano completamente la manovra della grande N.

Più oggetti, più danni

L’esperienza di guida in Mario Kart 8 Deluxe non è diversa da quella del suo predecessore per Wii U, ma alcuni piccoli accorgimenti hanno migliorato di molto la giocabilità e permettono di creare corse molto più emozionanti. La prima novità o, per meglio dire, il primo grande ritorno è quello degli oggetti doppi, meccanica recuperata direttamente dai giorni di Mario Kart Double Dash!!, che espanderà notevolmente il nostro arsenale di armi da scagliare contro gli altri contendenti al podio; ovviamente questa modifica porta con sé anche l’aggiunta di cassette oggetto extra in ogni pista e l’aumento esponenziale delle tanto amate tartarughe blu, che ci verranno lanciate contro se saremo in prima posizione ancora più di frequente. Oltre ad essere incrementati gli oggetti utilizzabili è accresciuto anche il numero di quelli disponibili, infatti vedremo apparire nelle corse il Boo, che sottrae a un avversario  un oggetto tra quelli che ha da parte e, esclusivamente per la modalità battaglia, la Piuma, che permette di librarsi in aria per un periodo di tempo limitato permettendoci di evitare gli attacchi diretti verso di noi.

Altra aggiunta al titolo è quella dell’Ultra Mini Turbo, che è un passaggio aggiuntivo al vecchio turbo ottenibile tramite delle derapate lunghe, con questo nuovo turbo saremo quindi ricompensati con un’accelerazione ancora maggiore dopo una lunga sgommata; questa  è una modifica molto utile per tutti quei circuiti che presentano lunghi curvoni larghi, che saranno ora sfruttabili al massimo. Ovviamente, questo cambiamento, porta con se la necessità di riadattare le proprie traiettorie di guida e non fare solo affidamento alla memoria delle piste giocate su Wii U.

Oltre a questo è stata aggiunta una funzionalità per tutti coloro che sono poco avvezzi al genere di Mario Kart: la modalità di guida intelligente, che eviterà di far finire il nostro mezzo fuori dalla strada permettendoci una guida molto più tranquilla; ovviamente tutti i veterani o tutti coloro che vogliono avere il massimo della sfida potranno disabilitare questa funzione dal menu opzioni.

Nuovi e vecchi amici

Come già anticipato i personaggi presenti nel vecchio gioco tornano tutti, insieme a quelli dei DLC, e a loro si accostano delle nuove aggiunte e PG storici: Re Boo, Bowser Jr., Tartosso, Ragazzo Inkling, Ragazza Inkling e Mario Dorato. La gestione dei personaggi è stata diversificata rispetto al suo predecessore, infatti non dovremo più raccogliere le monete nei tracciati per poterli sbloccare, ma li avremo tutti disponibili fin dall’inizio eccezion fatta per Mario Dorato, che si sbloccherà completando ogni competizione a 200cc. Oltre ai personaggi tornano tutte le vecchie piste e i veicoli e anche in questo caso le aggiunte non mancano per allungare la durata di Mario Kart 8 Deluxe.

Dato che Nintendo Switch si concentra soprattutto sulla possibilità di giocare in compagnia ovunque, le modalità di gioco multiplayer sono state ampliate di conseguenza; l’utilizzo del gioco in split screen fino a quattro persone su una console è rimasta invariata, ma collegando altre Switch sarà possibile giocare in locale con fino otto persone. Anche la modalità di gioco online è stata estesa, permettendo di creare stanze da dodici persone e, finalmente, si potrà cambiare il proprio kart direttamente nella lobby di attesa delle partite.

Epiche battaglie

Il vero tallone d’Achille del gioco su Wii U era certamente la modalità battaglia, infatti l’utilizzo degli stessi tracciati delle corse in cui ci si inseguiva per far esplodere i palloncini non era soddisfacente e risultava praticamente ingiocabile. In Mario Kart 8 Deluxe questa meccanica è stata completamente rivisitata includendo cinque modalità e tracciati specifici studiati per questa tipologia di gioco. I tipi di sfide in cui ci si può cimentare sono:

  • Acchiappamonete, modalità ripresa da Mario Kart Wii in cui si cerca di accumulare il più alto numero di monete facendole perdere agli avversari colpendoli con gli oggetti; questa tipologia di match è giocabile anche a squadre.
  • Guardia e Ladri, modalità esclusiva di Mario Kart 8 Deluxe in cui due squadre da 6 giocatori si sfideranno a una “classica” partita di guardia e ladri. Le guardie saranno munite di una pianta Piranha con cui potranno catturare i ladri che avranno a disposizione gli oggetti nei cubi. La partita termina con la cattura di tutti i ladri (con conseguente vittoria delle guardie) o allo scadere del tempo.
  • Bob-omba al Tappeto, modalità ripresa da Mario Kart: Double Dash!! in cui bisogna sopravvivere in un tutti contro tutti equipaggiati solo di Bob-ombe.
  • Battaglia dei palloncini, modalità ripresa da Mario Kart 8 in cui si devono distruggere tutti i palloncini dei rivali con  un sistema a punti (così non si rimarrà fuori dalla lotta anche se dovessero farci scoppiare subito tutti i palloncini), al contrario però della sua controparte nel vecchio gioco Wii U non si useranno i tracciati classici, bensì quelli speciali per le battaglie.
  • Ruba il Sole Custode, modalità ripresa da Mario Kart Double Dash!! in cui è richiesto di recuperare il sole custode e tenerlo al sicuro dagli attacchi nemici per 20 secondi, non è imposto nessun limite di tempo.

Per quanto riguarda invece i nuovi percorsi inseriti esclusivamente per la modalità battaglia abbiamo:

  • Kartodromo, che è ripreso dal circuito Stadio Mario Kart
  • Dolce Dolce Regno che è ripreso dal circuito Dolce Dolce Canyon
  • Palazzo del Drago che è un palazzo con temi simili a quelli del percorso Muraglia del Drago
  • Base Lunare che è un campo completamente anti-gravità ed è ambientato in una base spaziale che ricorda molto quella presente nella Pista Arcobaleno
  • Borgo Wuhu ripresa da Mario Kart 7
  • Palazzo di Luigi ripresa da Mario Kart Double Dash!!
  • Percorso di guerra ripresa da Super Mario Kart
  • Periferia Urbana che è riprende le ambientazioni e le arene di battaglia di Splatoon.

Traguardo

In conclusione Mario Kart 8 Deluxe affonda le sue basi in un gioco già ben fatto e stabile e lo migliora sotto molti punti di vista, andando a far sparire tutte le pecche presenti nel suo predecessore. Può far storcere il naso di ritrovarsi con un gioco già uscito su una console precedente ora, ma data la formula di Mario Kart e la bellezza di questa sua incarnazione poter tornare a giocarci anche su Nintendo Switch è una grande gioia per tutti i possessori della console. Il prezzo è quello di un qualsiasi gioco nuovo appena uscito, ma le ore di intrattenimento che può donare giustificano la spesa.

Mario Kart 8 Deluxe

9.5

Gameplay

10.0/10

Grafica

9.0/10

Sonoro

9.0/10

Longevità

10.0/10

Pro

  • Ottima giocabilità
  • Molte piste
  • Solida modalità battaglia
  • Grande rigiocabilità
  • Rimane Mario Kart 8

Contro

  • Rimane Mario Kart 8

Stefano Restuccia

Programmatore folle appassionato di giochi che si diverte anche a parlarne e giocarci e metter le mani in tutto ciò che c'è di tecnologico e legato all'informatica.

Potrebbero anche interessarti