Cinema Film Recensioni Recensioni Film Speciali

King Arthur : Il potere della spada – Recensione

King Arthur

Un Artù come non lo avete mai visto quello che ci viene proposto nel film King Arthur: Il potere della spada.

La regia di Guy Ritchie ci presenta in una nuova chiave di lettura il mito di Excalibur, senza dubbio distante da quella più canonica del ciclo arturiano, ma non meno coinvolgente.

Quando il padre del piccolo Arthur (Charlie Hunnam) viene assassinato, suo zio Vortigen (Jude Law) si impadronisce del trono e instaura un regime di terrore, vivendo nella paura che un giorno suo nipote possa tornare a Camelot e spodestarlo. Arthur verrà a conoscenza delle sue nobili origini solo dopo aver estratto Excalibur dalla roccia, in seguito sarà costretto ad abbracciare il destino che gli spetta di diritto.

Buona l’interpretazione di Hunnam nei panni di un Artù scavezzacollo e manesco, Law come Vortigen riesce a dare l’incisività e il carisma che serve al villain.

La vicenda è stata in parte reinventata, viste anche le precedenti opere dello stesso brand; l’incipit ci mostra fin da subito il sapiente uso degli effetti speciali che caratterizzano l’intera pellicola.

Lo stile grafico, simile a quello di Game of Thrones, è senza dubbio di rilievo ed in linea con i contenuti, mentre le scenografie, gli effetti speciali, la spettacolarità dei combattimenti sono sicuramente i punti forti della pellicola.

I combattimenti hanno un grande impatto a livello visivo, riuscendo a “travolgere” sia lo spettatore che gli stessi protagonisti.

Il tono drammatico della pellicola, in alcuni punti vicino all’horror, è pienamente azzeccato, e fa leva sulla spettacolarità visiva per stupire e al tempo stesso appassionare.

La colonna sonora di Daniel Pemberton riesce a coinvolgere lo spettatore, mentre la fotografia di John Mathieson è perfettamente in linea con il dramma che caratterizza l’intera opera.

King Arthur è più forma che contenuto, ma per i film di questo genere l’intrattenimento viene prima di tutto.

È molto in voga ultimamente la trasposizione di fiabe classiche sul grande schermo, in alcuni casi il risultato è deludente, in altri soddisfacente grazie alle novità stilistiche proposte dalla regia. King Arthur è senza dubbio una dei prodotti del genere meglio riusciti; alcune carenze a livello di trama  sono sicuramente evidenti, ma l’originalità dello stile narrativo va riconosciuta.

È un tentativo quello di Ritchie di modernizzare il personaggio, cercando di accontentare sia lo spettatore occasionale che il fan del genere, regalandoci  un perfetto mix di fantasy, epica ed effetti speciali.

L’intento registico è sicuramente quello di dare vita ad un nuovo franchise; e senza dubbio questo primo film dell’universo arturiano ci fa ben sperare.

King Arthur : Il potere della spada

8

Voto Serial Gamer

8.0/10

Pro

  • Effetti visivi
  • Innovazioni stilistiche
  • Colonna sonora coinvolgente

Contro

  • Carenze di trama

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Potrebbero anche interessarti