Multipiattaforma PC Recensioni Recensioni Giochi Speciali Xbox One

Rise & Shine: Un coloratissimo mondo di fegati spappolati – Recensione

Rise & Shine

La nostra recensione del titolo sviluppato da Super Mega Team, Rise & Shine, indie platform d’azione bellissimo da vedere e difficilissimo da giocare.

Gamearth è in pericolo, i soldati spaziali di Nexgen stanno attaccando il pianeta, nessuno è più al sicuro. Neanche Rise, un bambino, che riceve dall’eroe leggendario, in fin di vita dopo averlo salvato, Shine la pistola sacra, e con essa la missione di salvare il mondo.

Sarà proprio questa pistola a caratterizzare tutto il gameplay, con i suoi poteri ci aiuterà ad uccidere i nemici e superare gli ostacoli che si porranno sul cammino di Rise per salvare Gamearth.

Non lasciatevi ingannare dalla grafica, coloratissima e molto artistica, perché il gioco si rivelerà difficilissimo: le meccaniche di mira e sparo sono molto complesse da padroneggiare (almeno nella versione console, quella da me provata), portando il giocatore ad arrabbiarsi molte volte ma dandogli, allo stesso tempo, anche grandi soddisfazioni. I nemici non facilitano il compito, mettendoci i bastoni fra le ruote e ostacolando il nostro cammino, ne esistono di diverse tipologie ognuno con le sue caratteristiche: alcuni  sparano dalla distanza, altri hanno bisogno di avvicinarsi, altri ancora spareranno proiettili di acido. Insomma saranno una vera spina nel fianco e solitamente uno o due colpi saranno sufficienti ad ucciderci.

Importanti per affrontare al meglio gli scontri saranno i ripari, dietro ai quali potremo nasconderci per evitare di essere colpiti dai nemici, ma saremo vulnerabili quando ci esporremo per sparare, e dopo un po’ di colpi nemici il riparo verrà distrutto. Dovremo essere quindi abili anche nel salvaguardare il nostro riparo, così da non finire a dover affrontare gli avversari in campo aperto, andando a fare inevitabilmente una brutta fine.

Oltre a diversi tipi di nemici base, si dovranno affrontare anche dei boss improntati, come nei vecchi giochi, in diverse fasi, ognuna delle quali riserverà schemi d’attacco, sempre più letali, da dover fronteggiare. In questo caso la buona mira e prontezza di riflessi saranno cruciali. Ma per affrontare questa grande varietà di avversari avrete a disposizione Shine e qualche potenziamento che troverete avanzando nel gioco.

La pistola, nella sua “forma” completa, avrà tre diverse modalità di fuoco e due tipi di proiettili. Si potrà sparare normalmente prendendo la mira e premendo il grilletto, far fuoco e guidare il proiettile (utilissimo per superare i puzzle) ma solo in determinati punti o lanciare delle munizioni esplosive. Oltre ai proiettili standard, c’è la possibilità di scegliere anche quelli elettrificati, particolarmente utili contro le barriere dei nemici, e necessari per colpire dei punti critici negli scontri coi boss.

I proiettili elettrificati saranno molto utili contro le barriere dei nemici ma sono i due poteri che si riveleranno fondamentali in molte occasioni, specialmente quando dovrete superare degli enigmi ambientali e quando combatterete contro i boss.

In più di un’occasione vi ritroverete a dover affrontare, a causa della difficoltà, più e più volte una sezione di livello, memorizzando la sequenza dei nemici in arrivo e cercando di essere il più precisi possibile, fortunatamente la morte è considerata dagli sviluppatori come elemento di base nel gameplay quindi, grazie a numerosi checkpoint non ci si troverà in situazioni frustranti dopo essere morti, come potrebbe accadere in un Dark Souls.

La storia, anche se banale, non risulta noiosa, anzi la presenza di numerose citazioni al mondo dei videogiochi, spinge a cercare con attenzione ogni minimo dettaglio sugli sfondi e negli intermezzi, alla ricerca di qualche “cameo”: i dialoghi in alcuni tratti si prendono gioco del mondo videoludico rendendo il tutto divertente e leggero.

Peccato per la longevità, personalmente ho completato il gioco in una serata, impiegando all’incirca cinque ore, comunque sono disponibili due livelli di difficoltà per godersi di nuovo la storia, e anche dei collezionabili da trovare nei vari livelli. Per completare tutti gli obbiettivi si impiegherà ulteriore tempo, quindi tutto sommato visto il prezzo non eccessivo (€14,99) mi sento di consigliarlo, il divertimento è assicurato.

Il gioco è disponibile anche in italiano, cosa non molto comune fra gli indie, così anche chi non conosce l’inglese potrà godersi appieno la storia.

Il mix fra sequenze platform, sparatutto e puzzle è ben bilanciato e,  in cambio, riesce a dare al giocatore un perfetto feedback di emozioni, per lo più altalenanti fra la rabbia e la soddisfazione, che ci spinge ad andare avanti per sconfiggere tutti gli avversari e salvare il pianeta Gamearth.

Rise & Shine

7.5

Gameplay

7.5/10

Grafica

8.0/10

Sonoro

8.0/10

Longevità/Multiplayer

6.8/10

Trama

7.0/10

Pro

  • Buona combinazione platform/sparatutto/puzzle
  • Perfetto feedback di emozioni
  • Prezzo abbordabile
  • Sottotitoli in italiano

Contro

  • Scarsa rigiocabilità
  • Trama un po' banale

Niccolò Pascucci

Un appassionato di videogiochi, film e serie Tv. Dopo una breve ma brillante carriera nel mondo del fansub, grazie alla quale passa alla storia come il fansubber mascarato, amplia i suoi orizzonti e si trasforma in un supereroe part-time, diventando "Il Mascarato". Come avrete capito non è molto sano di mente. Non si sa ancora bene quale sia il suo ruolo.

Potrebbero anche interessarti