iOS Mac Multipiattaforma PC Recensioni Recensioni Giochi Speciali

Evergrow: Paper Forest, e se a raccontare la storia ci fosse un origami? – Recensione

Evergrow

Evergrow: Paper Forest è un puzzle game sviluppato da Unlibox per PC e Mac approdato nei mesi scorsi su Steam grazie al programma Greenlight.

In questo piccolo gioco indie il nostro obiettivo sarà quello di guidare il coniglietto di carta (in puro stile origami) lungo le 50 diverse mappe che compongono il titolo così che ad ogni passo (che è, in realtà, un salto) ogni quadrato venga ricoperto di erba e fiori, tutto ciò facendo attenzione agli ostacoli e altre “postazioni speciali” che man mano andranno ad arricchire l’esperienza di gioco.

“Siediti, rilassati e risolvi i puzzle nella graziosa ambientazione di Evergrow: Paper Forest”

Trama e ambientazione

Il gioco è ambientato sul tavolo da disegno/gioco di un bambino e, precisamente, saranno proprio i costrutti di carta e cartone da lui realizzati a costituire i vari livelli da affrontare in questo viaggio. Se all’inizio attorno a noi l’ambientazione sarà povera di oggetti d’arredo, e anche gli stessi costrutti risulteranno piccoli e semplici, i livelli successivi ci presenteranno artefatti più grandi, ponti, alberi e altri oggetti di carta che completeranno la foresta del nostro piccolo coniglietto. Anche gli oggetti attorno al puzzle cambieranno e, se presteremo loro attenzione, potremo ricostruire facilmente la storia di questo – all’apparenza sereno – puzzle game. I colori pastello utilizzati nel gioco si sposano perfettamente con la dualità della storia e sono davvero gradevoli all’occhio.

Ma gli oggetti non saranno gli unici elementi che ci permetteranno di capire l’evoluzione delle vicende, infatti, le citazioni che accompagnano i capitoli e le brevi frasi presenti in alcuni dei livelli centrano il bersaglio e, seppur con la loro brevità, riescono a colpire il giocatore.

Bene, non andrò oltre con la trama per evitare spoiler.

Gameplay

Il gameplay è davvero facile ed intuitivo: man mano che andremo avanti ci verranno presentati dei “quadrati speciali” che avranno diverse ed indispensabili funzioni. Ad accompagnare il giocatore nell’uso di queste ultime gli sviluppatori hanno ben pensato di aggiungere, con l’introduzione di ognuno di loro, un paio di livelli un po’ più semplici così da darci il tempo di apprendere il loro funzionamento. I primi capitoli non saranno una degna sfida per i puzzle-gamer più incalliti ma, con l’avvicinarsi della fine, i livelli richiederanno un po’ di pazienza e di studio (o un po’ di tentativi, per chi volesse andare completamente a caso) risultando un ingegnoso passatempo.

Alcuni bug del capitolo cinque sono stati risolti in passato e durante la mia esperienza di gioco non ne ho notati altri.

Sonoro

Ed eccoci ad una delle parti che preferisco: la soundtrack. Gli strumenti utilizzati per il comparto sonoro sono essenzialmente violino e pianoforte che si alternano e si completano in motivetti semplici (forse un po’ troppo) ma molto carini ed orecchiabili, perfettamente funzionali alla storia. L’alternanza di canzoni più allegre e motivi più cupi e tristi rende egregiamente l’evolversi della storia. Unico appunto che potrei fare è che dopo sessioni di gioco un po’ più lunghe viene la voglia di cambiare, specialmente se siete bloccati sullo stesso livello da molti minuti.

Conclusioni

In conclusione, Evergrow: Paper Forest è un gioco che cattura grazie alle scelte di colori e ambientazione fatte, e che di certo non deluderà chi vuole passare un po’ del proprio tempo in sua compagnia, specialmente se in mano avrete una tazza di tè caldo e fuori la giornata è uggiosa. La trama rivelata attraverso il sonoro e gli oggetti che circondano i costrutti di carta è stata una mossa azzeccata e premia i giocatori che si prenderanno un paio di minuti per capire come è cambiato il mondo che li circonda. A sfavore del titolo gioca il fatto che, essendo un puzzle-game, lunghe sessioni di gioco possono farlo diventare un po’ noioso; inoltre, Evergrow non è disponibile in italiano, anche se ciò comunque non compromette in maniera pesante la giocabilità del titolo.

Al momento in cui vi scrivo purtroppo il gioco è stato rimosso da Steam a causa di presunte violazioni nel sistema delle recensioni da parte degli sviluppatori. Il gioco, comunque, sarà presto disponibile sull’Apple Store ed è in preparazione una versione da distribuire su itch.io.

 

Evergrow

7.5

Gameplay

7.5/10

Grafica

8.0/10

Sonoro

8.0/10

Longevità

6.0/10

Trama

8.0/10

Pro

  • Atmosfera creata
  • La narrazione della trama
  • L’impegno richiesto

Contro

  • Non disponibile in italiano
  • Noioso in lunghe sessioni di gioco
  • L’assenza di eventuali guide o indizi in caso di difficoltà

Ivana Cimasa

Oltre le serie tv, le sue altre passioni sono il tè e la musica. Spera, un giorno, di trascrivere la colonna sonora della sua vita.